7 curiosità su Momo Yaoyorozu e My Hero Academia

Ultimo aggiornamento: 05.08.21

 

Scopriamo di più su uno dei personaggi più amati della fortunata serie di Kohei Horikoshi e come è stata ideata. 

 

Il periodo dei cinecomic Marvel e DC ha avuto una grande risonanza in tutto il mondo, dando popolarità ad alcuni supereroi finora conosciuti solo dai ‘nerd’. Se fino a dieci anni fa i fumetti erano considerati materia da ‘sfigati’, adesso lo è non sapere chi è Iron Man o conoscere il tremendo Thanos. 

In Giappone i fumetti supereroistici non hanno mai avuto grande fortuna, in quanto la produzione dei manga si concentrava su altre tematiche. I fumetti nipponici inoltre avevano ben altra filosofia rispetto a quella ‘eroe\cattivo’, non a caso in quelli orientali difficilmente ci sono personaggi piatti o unilaterali e persino i più personaggi più perfidi hanno storie radicate e motivazioni che possono attirare la simpatia del lettore. 

I supereroi quindi non hanno attecchito particolarmente in Giappone, persino con la modernizzazione del fumetto americano avvenuta negli anni ‘80 e che ha portato alla ricaratterizzazione di personaggi famosi con una psicologia più profonda. Curiosamente l’unico eroe in calzamaglia apprezzato dai Giapponesi è Spider-man, un po’ perché ricorda alcuni degli eroi come Ultraman o Kamen Rider, un po’ per un fattore anagrafico. 

Eh si, perché in Giappone i protagonisti di molti manga sono ragazzi del liceo, proprio come il caro vecchio Peter Parker. Sono rari i casi dove il personaggio principale di un manga shonen supera i trent’anni, sebbene si possano trovare delle eccezioni in alcune opere più mature, come ad esempio il mitico Lone Wolf and Cub.

Con i cinecomic però, la moda e la passione per i supereroi ha fatto breccia nel cuore del mangaka Kohei Horikoshi che ispirato dagli eroi e dai cattivi Marvel e DC ha creato il fortunato manga My Hero Academia, trasposto poi in un anime. 

Il manga presenta alcune caratteristiche tipiche delle produzioni moderne, come ad esempio la presenza di una miriade di personaggi che vanno a comporre un cast corale. My Hero Academia inoltre unisce il fumetto supereroistico con la vita studentesca (il protagonista è un ragazzino), una combinazione che è stata motivo del suo successo. Oltre a My Hero Academia, il mondo dei manga giapponesi presenta anche un altro fumetto supereroistico, questa volta però a sfondo quasi satirico: One Punch Man. Tornando su My Hero Academia, tra i tantissimi personaggi, uno dei più amati dagli appassionati del manga è l’intelligente e prosperosa Momo Yaoyorozu. Scopriamone di più. 

 

Il suo Quirk

Nell’universo narrativo di My Hero Academia il Quirk è fondamentalmente il potere dei vari mutanti che in seguito sono diventati Heroes e Villains. La giovane Yaoyorozu Momo ha un potere molto particolare, ovvero creare oggetti inanimati manipolando le cellule di grasso. Per questo Momo deve mangiare a più non posso, in modo da avere quanto più grasso da poter sfruttare e aiutare i suoi alleati nei combattimenti. 

 

Il disegno originale

Sebbene nella sua versione finale Momo di My Hero Academia si presenti con un vestito succinto e un seno procace, il suo disegno originale era un filo più ‘sobrio’. Gli sketch iniziali di Momò la raffiguravano con capelli meno lunghi e un costume da Hero decisamente meno scollato. La versione finale è stata alterata, probabilmente per venire incontro ad alcune ‘esigenze’ di marketing nei manga giapponesi moderni dove effettivamente i personaggi femminili ‘procaci’ si sprecano. Nella fattispecie, La Yaoyorozu di My Hero Academia si presenta con una caratterizzazione da ‘sorella maggiore’ o ‘mamma’, capace di aiutare gli altri personaggi nelle situazioni più difficili. Questo tipo di personaggio nel manga moderno viene spesso raffigurato con un seno prosperoso. 

Censura

Proprio a causa del design del suo costume, le puntate dell’anime My Hero Academia trasmesse nelle Filippine sono state censurate. Quando si vede Momo Yaoyorozu nell’anime, questa appare con il suo succinto vestito presentano una ‘copertura’ proprio sulla scollatura. Una trovata poco elegante, ma funzionale. Per vedere l’anime potrete usare un Notebook MSI e connettervi a Netflix. 

 

La preferita dei cosplayer

Il cosplay di Momo Yaoyorozu è uno tra i più gettonati in assoluto tra le cosplayer di tutto il mondo, sia tra quelle più famose come Hane Ame sia tra le nuove arrivate. L’acconciatura e il vestito, nonché il fascino del personaggio sono tra le motivazioni principali per la scelta del cosplay, tra l’altro la parte superiore del costume si può acquistare in alcuni negozi online. 

 

Momo la raccomandata

Sembra che anche nel mondo degli eroi di My Hero Academia ci siano i raccomandati e la cara Momo è una di loro! Nonostante questo, Momo ha comunque ottenuto il rispetto dei suoi compagni di classe nello Yuei, al punto di diventare il vice capoclasse. 

Un vero genio

Secondo l’Official Character Book della serie, Momo Yaoyorozu è uno dei personaggi più intelligenti in assoluto. Il suo attributo ‘Intelligenza’ arriva alla classe S. D’altronde questa scelta non è stata fatta a caso in quanto si adatta al suo Quirk che la porta a dover conoscere tantissimi oggetti nella loro composizione e struttura per poterli ricreare. 

 

Il significato del cognome

Come molti personaggi dei manga, anche quelli di My Hero Academia come Momo presentano nomi e cognomi dai diversi significati. La traduzione in italiano dell’espressione Yaoyorozu è ‘un numero incalcolabile’. Il cognome quindi è stato scelto per indicare il Quirk grazie al quale Momo’ può riprodurre qualsiasi oggetto. 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI