Categories
Computer

Gli 8 migliori PC gaming del 2021

 

PC gaming – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni

 

Giocare con un PC vuol dire avere un desktop o un notebook tra i più potenti che il mercato possa proporre. Infatti i giochi sono tra i software che maggiormente richiedono prestazioni di alto livello, sia per quanto riguarda l’elaborazione pura sia, sia soprattutto per la parte grafica. Computer e laptop da gioco, per questo motivo sono anche molto costosi, perché sono assemblati con tutti componenti top. Un modello che ben si presta a tutto questo è il PC Gaming prodotto da PJDigitalstore che, come vuole la regola, mette insieme molti componenti di alto livello a un costo dopotutto non altissimo se si considera la configurazione in toto. Per chi ama giocare utilizzando però un laptop, Razer Blade 15 è quello che consente di fare questo senza alcun rallentamento offrendo anche specifiche tecnologie per tenere al fresco i preziosi componenti interni.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori PC gaming – Classifica 2021

 

 

PC gaming fisso

 

1. PJDigitalstore Pc gaming Intel i5 9th 4.10Ghz, Gtx 1650

 

Il PC fisso dedicato ai videogiocatori proposto da PJDigitalstore diventa un buon compromesso per chi cerca prezzi bassi ma non vuole rinunciare a prestazioni comunque decenti per l’utilizzo che deve fare. Non è di certo il computer più potente per giocare, ma se ci si accontenta di non mettere al massimo tutte le tecnologie di miglioramento delle immagini si può comunque avere una buona esperienza. 

In un cabinet accattivante è inserita la CPU Intel Core i5 9400F di nona generazione che arriva, in modalità turbo a 4,10 GHz. La RAM installata è pari a 8 GB e forse 16 GB sarebbero stati più appropriati. 

Per giocare si può contare sulla scheda video Nvidia GeForce GTX 1650 con 4 GB di memoria GDDR4 a disposizione. Non è questa la più potente delle schede video Nvidia, ma comunque consente di giocare in modo fluido alla maggior parte dei giochi in commercio. Ottimo lo storage, che prevede un SSD da 256 GB abbinato a un HDD da 1 TB.

 

Pro

Prezzo: Un PC Gamer con un prezzo abbordabile, ma comunque con una configurazione che non sarà al top ma neanche da disdegnare.

Spazio di archiviazione: Con una SSD da 256 GB e un normale disco meccanico da 1 TB non ci saranno problemi di spazio e il sistema operativo sarà velocissimo da lanciare.

Processore: La presenza di una CPU Intel core di nona generazione consente prestazioni di buonissimo livello, e volendo un domani si potrà cambiare per aumentare ulteriormente la potenza di questo computer.

 

Contro

RAM: Un PC da gioco dovrebbe almeno avere 8 GB di RAM (come questo modello) ma aggiungerne altri 8 non avrebbe inciso drasticamente sul prezzo finale e avrebbe reso più completa la configurazione.

Acquista su Amazon.it (€899.99)

 

 

 

PC gaming portatile

 

2. Razer Blade 15 Advanced 2019 15,6 Pollici, 240 Hz Full HD

 

Il Razer Blade, tra le varie offerte disponibili, è l’ultra portatile da gioco più raffinato sul mercato in questo momento. Razer fornisce il massimo delle prestazioni in un modello dalle dimensioni contenute ma comunque robusto come nel DNA dell’azienda. 

Il modello “Advanced” ha un processore Intel Core i7 di ottava generazione a sei core, 16 GB di RAM, un SSD da 512 GB e una scheda grafica Nvidia RTX 2060. Il display opaco da 15 pollici offre una risoluzione a 1080p e mette sul piatto una frequenza di aggiornamento di 144Hz e copre il 100% dello spettro sRGB. Blade 15 Advanced può spingere la maggior parte dei giochi moderni oltre i 60 fps con tutte le loro impostazioni grafiche al massimo e raggiungerà oltre i 100 fps in titoli meno impegnativi. 

Il Blade 15 ha altri caratteristiche da non sottovalutare come l’abbondanza di porte USB-A e uscite video o la webcam compatibile con Windows Hello che consente di accedere senza dover digitare una password.

 

Pro

Chassis: Razer è riuscita a produrre un PC portatile per giocare con dimensioni e peso che sono da ultrabook, ma rendendolo al tempo stesso robusto per essere utilizzato in movimento.

Configurazione: Di meglio, per un laptop gaming, è difficile pretendere. Tutti i componenti sono di altissimo livello a partire dalla scheda video Nvidia RTX 2060.

Display: Lo schermo da 15,6 pollici con risoluzione Full HD ha una frequenza di aggiornamento pari a 144 Hz, caratteristica molto importante per i videogiocatori.

 

Contro

Caldo: Quando si gioca per qualche ora il laptop tende a surriscaldarsi un poco, ma c’è anche da aspettarselo visto i componenti interni che sono stati inseriti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Mini PC Gaming

 

3. Omen X by HP 900-293nl, Intel Core i7-7800X

 

Questo Mini PC gaming prodotto da HP sotto il brand Omen, non passa di certo inosservato. È un cubo che si poggia sulla scrivania e grazie a questo suo design innovativo consente di occupare molto meno spazio rispetto a un classico desktop. Al suo interno si trova tutto il meglio che la tecnologia attuale può offrire ai videogiocatori. 

Si parte da una CPU Intel Core i7-7800X che arriva fino a 4 GHz con tecnologia Intel Turbo Boost, abbinata a 16 GB di RAM. Il sottosistema grafico è affidato alla potente scheda video GeForce RTX 2080 Ti, che offre 16 GB di memoria GDDR6. Questo vuole dire che nessun gioco può impensierire minimamente questo concentrato di potenza, nonché uno dei più venduti PC gamer attualmente in commercio. 

Come da prassi per questo tipo di computer, sono offerti una SSD da 256 GB e un HDD da 2 TB da 7.200 RPM. Ottima la possibilità di cambiare le unità di storage senza aprire il case, mentre, essendo presente una scheda madre micro-ATX sono offerti solo due connettori PCI-Express.

 

Pro

Potenza senza limiti: Un mini PC super potente, tanto che nessun gioco attuale è in grado di metterlo in difficoltà, vista la configurazione offerta.

Upgrade: Se si vogliono cambiare i dischi fissi inseriti o aumentare la capacità di storage si può fare questa operazione senza aprire il cabinet, grazie a quattro alloggiamenti fruibili dall’esterno.

Design: Senza dubbio spicca il design del case di questo nuovo PC a forma di cubo, molto differente dai classici desktop a parallelepipedo.

 

Contro

Carenza di PCI-Express: I cultori dell’upgrade storceranno il naso nel sapere che sono disponibili solo due connettori PCI-Express, il che vuol dire che se si pensa a una configurazione SLI non ne rimangono a disposizione.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

PC Gaming Asus

 

4. Asus ROG G531GT-BQ021T, Notebook con Monitor 15,6″

 

La serie ROG proposta da Asus contiene tutti quei prodotti destinati ai videogiocatori. Non fa differenza questo laptop di fascia alta che non è sicuramente il più economico sul mercato, ma il suo prezzo è in linea con i componenti inseriti. Su tutti il processore Intel Core i7 9750H di nona generazione, uno dei più potente attualmente nella proposta dell’azienda americana per i notebook. 

La CPU è ben supportata da 16 GB di RAM mentre per giochi e software vengono offerti un SSD da 256 GB e un disco fisso “normale” da 1 TB. Lo schermo da 15,6 pollici è di tipo IPS retroilluminato a LED, con una risoluzione massima a 1.920 x 1.080 pixel (Full HD) con una luminosità pari a 200 nits e un refresh rate di soli 60 Hz. 

La parte grafica vede la presenza della scheda video Nvidia GeForce GTX 1650, scelta “quasi obbligata” per non fare lievitare il prezzo di questo modello che nelle intenzioni di Asus entra nella fascia media dei modelli per giocare.

 

Pro

Processore: Asus per il suo ROG G531 ha previsto una potente CPU Intel Core i7 di nona generazione, che offre ben 6 core e 12 thread alla frequenza massima di 4,5 GHz.

Dotazione RAM: Piace il fatto che Asus non si sia limitata a 8 GB di RAM ma offra per questo modello ben 16 GB.

Doppio SSD: Per quanto riguarda i dischi, spicca la presenza di un SSD da 256 GB con interfaccia PCIe, e un altro da 1 TB con interfaccia SATA.

 

Contro

Schermo: Se si vuole trovare un difetto, il display dai questo laptop non è il massimo per il gaming visto il suo refresh rate di soli 60 Hz ben distante da modelli più attuali con refresh rate da 144 Hz.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

PC Gaming Megaport

 

5. Megaport PC-Gaming AMD Ryzen 5 2600X 6×4.20GHz Turbo

 

Megaport è un’azienda specializzata nella realizzazione di PC gamer del genere “preassemblato”, e offre diversi modelli con configurazioni per tutte le esigenze, soprattutto di prezzo. Un esempio è questa versione che, a differenza della maggior parte dei computer analoghi, offre una CPU AMD al posto di una Intel. Per la precisione troviamo un processore AMD Ryzen 5 2600X da 6 core e 3,6 GHz di clock. 

È presente una dotazione di RAM pari a 16 GB di DDR4 a 2,4 GHz, mente sono due i dischi presenti, un SSD da 240 GB e un HDD da 1 TB. Ma il pezzo da leccarsi i baffi è la scheda video Nvidia GeForce RTX 2060, scelta migliore per chi vuole il massimo delle prestazioni. 

D’impatto lo chassis che prevede ventole multicolore ben evidenti nella parte frontale che, oltre a tenere al fresco le calorose componenti interne, offrono un look suggestivo che sarà amato dai videogiocatori.

 

Pro

Scheda video: Non si può pretendere di meglio che la Nvidia GeForce RTX 2060 per giocare senza rallentamenti a qualsiasi titoli in commercio ai giorni nostri.

CPU: Per contenere un po’ il prezzo, Megaport ha scelto un processore AMD che ha poco da invidiare, in comparazione, alle più famose CPU Intel Core i5.

Assemblato: Megaport offre un computer anche bello da vedere, assemblato con tutti i particolari che contraddistinguono un PC adatto ai videogiocatori.

 

Contro

Scheda madre: Molti pareri sono concordi nell’affermare che la motherboard nel formato mini-ATX lasci meno spazio a futuri upgrade, nonostante lo spazio interno per installare una Full-ATX.

Acquista su Amazon.it (€1079)

 

 

 

PC Gaming MSI

 

6. MSI Trident X PLUS 9SE-088 Computer Desktop, Intel Core i7-9700K

 

Il PC MSI Trident X Plus 9SE-088EU è un computer da gioco ultra compatto. Il suo cabinet infatti presenta dimensioni molto ridotte, ovvero 38 cm di altezza per 13 cm di larghezza e 40 cm di profondità. È anche leggero, solo 6,55 kg , che consentono, nel caso anche di trasportarlo facilmente.

In termini di configurazione, questo computer, che è anche uno dei più venduti online, incorpora componenti ad alte prestazioni, quali un processore Intel Core i7-9700K con clock a 3,6 GHz (4,9 GHz in modalità turbo), 16 GB di memoria DDR4 (2 x 8 GB) per velocità e una scheda grafica Nvidia GeForce RTX 2080 Ventus V2 con 8 GB di memoria GDDR6 dedicata per una grafica di qualità eccezionale. 

Si può anche giocare in 4K (a 60 Hz) oppure in Full HD a 144 Hz. Con un disco SSD M.2 PCIe 256 GB e un disco rigido HDD di 1TB offre il giusto mix tra velocità e capacità. Inoltre, poiché le esigenze possono cambiare nel tempo, il PC MSI Trident X Plus offre un accesso semplificato ai componenti per aggiornare i componenti della configurazione proposta.

 

Pro

Dimensioni: Per essere un PC desktop da gioco MSI è riuscita a proporre un case molto sottile e dalle dimensioni compatte ad un peso sotto i 7 kg.

Scheda video: Come prassi nei modelli di ultima generazione, anche in questo caso la scelta della scheda grafica è caduta sulla potente Nvidia GeForce RTX 2080 Ventus V2.

Accesso ai componenti: Tutti i componenti si possono aggiornare facilmente, visto il perfetto assemblaggio e il lato dello chassis rimovibile.

 

Contro

Prezzo: Il suo costo sfora i 2.000 euro, un investimento che pochi si possono permettere ma che vale per quello che viene proposto.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

PC Gaming HP 

 

7. HP Gaming Pavilion 690-0014nl Desktop, AMD Ryzen 5 2600

 

La serie Pavilion di HP destinata ai gamer comprende diversi modelli con le più svariate configurazioni. Un computer da tenere in considerazione è questo 690-0014nl se non altro per un prezzo che non supera i 900 euro, che per un PC da gioco “di marca” è una bella novità. 

Il dispositivo presenta un mix di componenti pensati per ottenere un prezzo contenuto, come la CPU AMD Ryzen 5 2600 con frequenza di base 3.4 GHz, e in burst fino a 3,8 GHz, abbinata a “soli” 8 GB di memoria RAM. La scheda video è quella di fascia medio bassa si Nvidia, ovvero la GeForce GTX 1060 con 3 GB di memoria a disposizione. 

Stranamente, anche per questo prezzo è offerto un solo HDD da 1 TB da 7.200 rpm, ma nessun SSD anche di piccola capacità. Bello il cabinet in nero spazzolato con molte porta accessibili (tra cui una USB 3.1) nella parte frontale.

 

Pro

Prezzo: Non si spende molto per questo PC gaming targato HP ideale per chi vuole dare un occhio anche al costo oltre che alle prestazioni.

Posizione: Molte delle porte di connessione sono disponibili nella parte frontale dello chassis e quindi facilmente utilizzabili.

DVD: Non manca anche un masterizzatore, sempre utile in molte situazioni come backup veloce dei dati o per giocare a giochi non di ultimissima generazione che ancora sfruttano questo supporto ottico.

 

Contro

HDD: Viene offerto un solo disco meccanico da 1 TB me nessun SSD che avrebbe consentito di velocizzare le prestazioni globali di questo PC.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

PC Gaming assemblato

 

8. Sedatech PC Gaming Watercooling Intel i9-9900K 

 

Acquistare un PC assemblato consente di risparmiare un bel po’ di euro rispetto a un modello di marca con la stessa configurazione. Il top assoluto della categoria lo propone Sedatech, che offre una versione che difficilmente si può battere tra i migliori PC gaming del 2021. C’è ovviamente l’altro lato della medaglia, ovvero un prezzo che supera i 2.500 euro. 

La stessa azienda, comunque, in fase di acquisto mette a disposizione diverse configurazioni, per dare la possibilità di scegliere quella che è più conforme al proprio budget. Questo super computer offre la CPU Intel Core i9-9900K, una delle più veloci in commercio. Per giocare ecco un altro pezzo pregiato, ovvero la scheda video Nvidia GeForce RTX 2080. E per non farsi mancare nulla, è pure offerto un disco SSD con interfaccia NVMe da ben 1 TB. 

Con questa configurazione un PC di marca sarebbe costato almeno 500 euro in più. Piace anche lo chassis e come è stato svolto l’assemblaggio dei preziosi componenti. Sotto la recensione i link per sapere dove acquistare questo formidabile computer.

 

Pro

Processore: La potenza di questo PC viene sprigionata dalla CPU Intel Core i9-9900K che offre qualcosa come otto core funzionanti a 3,6 GHz.

Scheda video: Sedatech per il suo modello top di gamma ha previsto quella che al momento per molti la migliore scheda video in commercio, ovvero la Nvidia GeForce RTX 2080.

Assemblaggio: Il PC arriva con tutti i cavi interni ben posizionati e fissati a dovere, come si vorrebbe da un computer che costa oltre 2.500 euro.

 

Contro

Solo il prezzo: Difficile trovare un difetto per questo PC se non che per molti appassionati rimarrà un sogno visto l’esborso necessario per poterlo avere.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un buon PC gaming

 

Per sapere quale PC gaming comprare senza spendere soldi inutilmente sono tre i componenti che bisogna tenere in considerazione per non trovarsi un modello che magari con l’ultimo titolo che avete comprato non regge le specifiche poter essere giocato decentemente. Questi componenti, che sono anche quelli che ogni videogame cita nei “requisiti minimi” sono: processore, dotazione RAM e scheda video.

Processore

Nel momento che si è adocchiato un PC che viene definito da gioco, il primo componente da valutare è il processore. Come risaputo sono due i produttori ad oggi sul mercato, ovvero Intel e AMD. Se si punta al miglior PC gaming, il processore più performante è un Intel Core i9 di nona generazione. Esistono anche altri processori ovviamente, come l’Intel Core i5 (sempre di nona generazione) che sono altrettanto validi. 

Siccome alcuni produttori cercano comunque di proporre PC gaming dal prezzo contenuto non sarà impossibile trovare modelli con CPU Intel Core di generazioni precedenti. Diciamo che un Core i5 o un Core i7 di settima o ottava generazione possono ancora andare più che bene. 

La controparte AMD ha nel suo top di gamma le CPU Ryzen. Anche in questo caso li suddivide in famiglie dove il numero più alto corrisponde ai processori più potenti. Quindi avremo Ryzen 3, Ryzen 5, Ryzen 7 e Ryzen 9. La scelta per un buon PC per giocare non dovrebbe andare oltre la serie Ryzen 7 o al massimo la Ryzen 5 ma optando per il modello più potente.

 

RAM

Molti giochi attuali richiedono come minimo, per girare decentemente, 8 GB di RAM. Quindi questa è la dotazione base che un PC gaming dovrebbe offrire. Certamente, se possibile, è meglio orientarsi sui modelli che offrono 16 GB di RAM per avere un PC che non si trovi magari tra qualche mese scarso di RAM per l’ultimissimo titolo uscito. 

È bene comunque ricordare che l’espansione della memoria RAM è una delle operazioni più semplici da eseguire, quindi si può optare per un aumento di questa in un secondo tempo quando si constaterà che il PC comincia a non essere al livello dei titoli appena usciti.

 

 

Scheda video

Questo è il componente principe per il PC da gioco. La scheda video è quella deputata ad elaborare le immagini il più velocemente possibile e quindi offrire al giocatore un gameplay fluido e senza rallentamenti. Molti giocatori preferiscono “risparmiare” magari sulla CPU e acquistare una scheda video super potente. 

Qui non c’è che l’imbarazzo della scelta, tra quanto propongono Nvidia e AMD con il brand Radeon. A titolo informativo attualmente le due schede video più potenti dei due produttori sono rispettivamente la GeForce GTX 2080 Super e la Radeon VII. Chiaramente i due marchi mettono a listino altri modelli ugualmente validi per giocare a prezzi minori. Tra le specifiche da considerare è la possibilità che la scheda video sia in grado di riprodurre i giochi a 1080p, (Full HD) senza che questi vengano proposti al rallentatore.

Altri componenti

Se questi tre componenti sopraelencati sono quelli che fanno la differenza per avere il migliore PC gaming possibile, non sono da sottovalutare tutti gli altri, a partire dal disco fisso. Un buon PC gaming non dovrebbe soprassedere sull’avere un SSD da almeno 256 GB dove verrà installato il sistema operativo. 

Al fianco di questo, non deve mancare un disco fisso meccanico da almeno 1 TB dove saranno installati i giochi che come risaputo vanno ad occupare molto spazio. Infatti sono finiti i tempi dove si teneva il DVD nel lettore e venivano installati solo alcuni file. I tempi di accesso a questo componente (abbastanza lenti) hanno costretto le software house di giochi a dover predisporre tutti i file necessari per giocare direttamente dall’hard disk. Ormai infatti, acquistando un gioco nei negozi difficilmente si ha ancora il DVD fisico, che ora viene sostituito da un codice di attivazione da utilizzare per scaricare l’intero gioco da internet.

Una sessione di gioco immersiva non può prescindere da un audio coinvolgente. Al giorno d’oggi le schede madri integrano chip audio di alta qualità, quindi, anche se spesso non viene specificato quale di questi processori audio sia presente, la maggior parte sono comunque più che adatti per godere degli effetti speciali audio offerti dai giochi anche di ultima generazione. Volendo, comunque, è sempre possibile acquistare una scheda audio esterna, che si collega al PC tramite connessione USB.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come aumentare le prestazioni del PC per il gaming?

Per aumentare le performance, il componente che offrirà prima degli altri notevoli miglioramenti è senza dubbio la scheda grafica. Se già questa è recente, allora bisogna considerare di cambiare il processore con uno più potente. Per un miglioramento generale (e a basso costo) si può aumentare la dotazione di RAM soprattutto se il PC in uso ne ha meno di 16 GB.

 

Quanto costa assemblare un PC da gaming?

Molto dipende da quali componenti vengono scelti. DI certo, per avere un computer per giocare “decente” bisogna aspettarsi di spendere intorno ai 600/700 euro se non si dispone di alcun componente riutilizzabile, magari presente in un vecchio modello (come ad esempio il lettore DVD). Se si vuole un PC con il top delle prestazioni bisogna prepararsi a sborsare più di 1.000 euro. A parità di configurazione però un computer assemblato da sé è sicuramente meno costoso di un modello di marca.

 

Quanto consuma un PC da gaming?

I computer per il gaming sono quelli che consumano più corrente elettrica, per via dei processori e delle schede video che necessitano di tanta energia per funzionare. Per questo motivo vanno installati alimentatori potenti. Un PC gaming può arrivare a consumare, quando è in piena attività, tra i 300 e i 350 Watt (molto dipende dalla configurazione). A questo va aggiunto, ovviamente, anche il consumo di energia elettrica che tocca al monitor, dato facilmente reperibile nelle specifiche tecniche di ogni modello.

 

Come scegliere i componenti per assemblare un PC gaming?

I componenti devono essere scelti con oculatezza, cercando di non creare il classico “collo di bottiglia” che potrebbe rallentare le prestazioni generali di un PC. Ad esempio, inutile spendere molto per una super CPU quando magari si pensa a installare 4 GB di RAM. Tutto deve essere ben bilanciato. Sul web si possono trovare svariate configurazione che vanno a soddisfare ogni esigenza di prestazioni e di prezzo. Dove è meglio non lesinare è su scheda video e processore. Se questi due componenti sono di alto livello si è già a buon punto per avere un PC gaming dalle alte prestazioni.

 

 

 

Come utilizzare un PC Gaming

 

Assemblare un PC da gaming è come mettere insieme i mattoncini Lego. Chi si vuole cimentare con il fai-da-te, potrà divertirsi seguendo questa guida rapida per metterlo in funzione. Una volta che si è sicuri di avere tutto l’occorrente si può iniziare, tenendo presente che queste istruzioni per l’assemblaggio di un PC non sono scritte sulla pietra, ma sono i passaggi consigliati.

CPU e sistema di raffreddamento

Sbloccare la leva del socket che deve contenere la CPU sulla scheda madre e ruotarla verso l’alto per rimuovere il pezzo di plastica che copre i pin. Per installare la CPU, assicurarsi che la tacca sul chip (un lato del PCB verde della CPU avrà un piccolo rientro) corrisponda alla tacca sul socket e inserirla delicatamente. Un altro modo per assicurarsi che sia installato correttamente è controllare che il piccolo triangolo dorato sul chip corrisponda a quello sulla scheda madre.

L’installazione del dispositivo di raffreddamento della CPU può essere eseguita prima o dopo aver inserito la scheda madre nel cabinet. Ogni dispositivo di raffreddamento della CPU è diverso, quindi sincerarsi di controllare il suo manuale per i passaggi corretti. La maggior parte avrà una piastra posteriore che va dietro la scheda madre. 

In genere, l’installazione di un dispositivo di raffreddamento della CPU richiede quattro viti che si fissano attorno al socket. Assicurarsi di stringerle, ma non troppo. Alcuni dispositivi di raffreddamento della CPU hanno pre-applicata della pasta termica mentre altri prevedono un piccolo flacone che la contiene. Spargere questa pasta sul processore, poi serrare le viti di fissaggio.

 

RAM

Di gran lunga il componente più semplice da installare, la RAM richiede tre semplici clic: due per aprire le clip ai lati dello slot e uno mentre si inserisce il modulo. Assicurarsi che i pin si allineino, se lo sono si sentirà un clic che conferma la giusta installazione. Se si dispone di due moduli RAM, assicurarsi di controllare il manuale della scheda madre per vedere quali slot sono necessari per una configurazione a doppio canale (dual channel).

 

Scheda madre

Prima di inserire la scheda madre nel cabinet, assicurarsi che i supporti siano installati, se non lo sono già. In caso contrario, cercare nel kit di accessori incluso nella custodia. Dovrebbero essercene nove in tutto da posizionare in alto in mezzo e in basso nella zona dove va installata la scheda madre. 

 

HDD

Per le unità di archiviazione, trovare gli alloggiamenti giusti all’interno del cabinet. La loro posizione dipende dal tipo di cabinet. Di norma sono presenti alloggiamenti per SSD da 2,5 pollici e HDD da 3,5 pollici Se si dispone di un SSD M.2 o PCIe, installarli direttamente sulla scheda madre, Non dimenticare di collegare un cavo SATA dall’unità a porta SATA sulla motherboard.

 

Scheda video

La scheda grafica è un componente grande e pesante. Cercare lo slot PCIe più lungo e più alto sulla scheda madre. Sul retro del cabinet ci sono dei coperchi per ogni slot di espansione che mette a disposizione la scheda madre. Rimuoverne due per le GPU a doppio slot. Allineare la scheda verso l’alto e spingerla verso il basso nello slot. Sostituire le due viti a testa zigrinata appena rimosse per fissare la scheda in posizione. Se hai più GPU o schede di espansione PCIe, vanno installate nello stesso modo.

Alimentatore

A seconda del cabinet, questo può essere installato in alto o in basso. Nel caso di alimentatore modulare installare solo i cavi necessari ad alimentare i vari componenti. L’elemento va fissato al cabinet con le viti in dotazione. Cercare di tenere i cavi ben ordinati per avere un buon ricircolo dell’aria, utile soprattutto se ci sono ventole che spingono all’esterno il calore prodotti dai componenti. Ogni componente che è installato ha bisogno di energia in un modo o nell’altro: ventole, scheda video, scheda madre, dischi e lettori ottici. L’unico componente che non serve alimentare è la RAM.

 

Collegamenti finali

Durante il collegamento, assicurarsi di aver collegato i cavi SATA necessari per le tue unità di archiviazione, se non l’hai già fatto. Inoltre, collega eventuali ventole extra nei connettori di alimentazione presenti sulla scheda madre o tramite un adattatore a 3/4 pin per l’alimentazione Molex. Infine, collegare tutti i connettori del pannello frontale, come USB, HD Audio e l’interruttore di alimentazione situato nella parte inferiore della scheda madre. Consultare il manuale della scheda madre per il corretto posizionamento di ciascun connettore.

 

 

 

Categories
Giochi

Gli 8 migliori giochi mmorpg del 2021

 

Giochi mmorpg – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni 

 

Se siete grandi appassionati di avventure e sfide da condividere on line, allora la categoria dei Mmorpg è quella che fa al caso vostro. Tra i titoli che hanno saputo dare agli utenti un supporto e una dimensione di gioco in continua evoluzione ci piace inserire Final Fantasy Online – The Complete Edition – PlayStation 4. In questa edizione sono raccolti tutti i contenuti aggiuntivi che negli anni sono stati capaci di far crescere e popolare il reame di Eorzea, toccando ad oggi forse il vertice in quanto a immersione stile di gioco. Sea of Thieves: Anniversary Edition si fa forte della sua ambientazione picaresca che rende l’esperienza coinvolgente e divertente.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori giochi mmorpg – Classifica 2021 

 

 

Giochi mmorpg del 2019

 

1. Final Fantasy Online – The Complete Edition – PlayStation 4

 

La saga di Final Fantasy ha esordito on line ormai dieci anni fa. Tra i migliori giochi mmorpg del 2019, il marchio Square Enix ha saputo raccogliere e far tesoro dei risultati e dei suggerimenti da parte della comunità dei giocatori, così da creare una serie di espansioni sempre più interessanti e coinvolgenti. 

In questo caso poi l’edizione per PlayStation 4 contiene tutte le diverse espansioni, fino a Shadow Bringers, l’ultimo tassello di questo universo ancora in espansione. Gli avventurieri sparsi per il reame di Eorzea potranno seguire e affrontare ancora una volta lo scontro con i temibili Ascian, in questa terza incarnazione che promette e mantiene l’idea e la voglia di stupire, dungeon dopo dungeon. 

Da più parti si vede l’impegno di Square Enix di rendere la quest principale interessante e accattivante, trascinando gli utenti in una storia e una trama capaci di tenere incollati allo schermo fino all’uscita della prossima espansione.

 

Pro

Conveniente: La scelta della Complete Edition permette di avere in un unico prodotto tutte le espansioni finora uscite legate a questa avventura on line.

Trama: In questa terza espansione si nota la voglia e la capacità della software house di impostare una storia più accattivante, con una quest principale molto interessante e suggestiva.

Sistema di combattimento: Attraverso un sistema che ha saputo far tesoro dei capitoli precedenti, si vede come Square abbia puntato al massimo sulla versatilità e la gestione delle abilità dei diversi giocatori.

 

Contro

Coinvolgimento: Il rischio che la tipologia di gioco coinvolga gli utenti in maniera massiva, ci spinge a suggerire una gestione equilibrata del titolo, senza trascurare la vita reale.

Acquista su Amazon.it (€59.74)

 

 

 

Giochi mmorpg in italiano

 

2. Sea of Thieves: Anniversary Edition

 

Realizzato da un software house di grande esperienza nell’ambito dei platform, Sea of Thieves trasporta i giocatori in un mondo fatto di assalti all’arma bianca e velieri pirata, il tutto offrendo un’esperienza di gioco condiviso tipica di un mmorpg in italiano che strizza l’occhio al corsaro sopito dentro ognuno di noi. 

Il merito di Rare è stato quello di seguire e supportare nel tempo il titolo anche dopo il lancio iniziale. Passata infatti l’esaltazione iniziale si cominciava a sentire la mancanza di nuove sfide, con una densità del titolo che via via andava a scemare. Per questo motivo la Anniversary Edition concretizza al meglio il potenziale del gioco, con l’aggiunta del DLC Shores of Gold, che rilancia e amplia l’avventura nei mari con un’area totalmente inedita.

Il giocatore sarà chiamato a cercare un misterioso tesoro, scendendo a esplorare un’isola e a risolvere i complessi intrighi nascosti al suo interno. Piacevole anche l’aggiunta dell’Arena che nutre ancora di più l’animo di quei pirati che amano sfidarsi fino all’ultimo arrembaggio.

 

Pro

Supporto: Il mondo di Sea of Thieves è in continua espansione. Forte della voglia di Rare di aggiungere a intervalli regolari nuova carne al fuoco per tutti i pirati in erba.

Meccaniche: L’idea di imbarcarsi e procedere a esplorare nuove isole e attaccare bastimenti nemici ha avuto successo, coinvolgendo fino ad ora oltre dieci milioni di utenti nel mondo.

Grafica: Il motore di gioco è l’Epic Game’s Unreal Engine 4, capace di spremere a dovere le console e i computer così da regalare paesaggi e scorci mozzafiato di questo mondo di pirati in lotta tra loro.

 

Contro

Permanenza degli oggetti: Si lamenta il fatto che al termine di una sessione di gioco, le scorte accumulate e altri elementi raccolti vengano cancellati dall’inventario del giocatore. Una perdita di quel senso di continuità offerto invece da altri titoli.

Acquista su Amazon.it (€39.99)

 

 

 

Giochi mmorpg del 2018

 

3. The Elder Scrolls Online: Elsweyr

 

Il nome The Elder Scrolls evoca grandi avventure alla mente dei giocatori che hanno per anni attraversato le lande di Tamriel. Dal suo debutto nel 2014 ne è passata di acqua sotto i ponti con il passaggio anche su console e l’aggiunta di espansioni che hanno permesso ai giocatori di esplorare nuove aree e di vivere avventure con razze e classi differenti. 

Tra i giochi mmorpg del 2018 e l’espansione Summerset, che consentiva l’esplorazione e il viaggio su questa affascinante isola, sembrava che i contenuti extra si fossero arrestati ma il nuovo DLC Elsweyr ha aggiunto altra carne al fuoco. Interessante ambientazione, che spinge i giocatori a un viaggio tra le lande desertiche della patria dei Khajiit, esseri che si collocano nel mezzo tra gli umani e i felini. 

Il nodo attraverso cui si dipana la trama e le diverse quest di gioco è la città di Rimmen, che funziona da Hub centrale. Diverse le sfide che chiamano i giocatori all’avventura, con un alternarsi di sessioni che si possono affrontare sia in solitaria sia insieme ad altri avventurieri.

 

Pro

Pack: L’aggiunta della regione di Elsweyr apre ai giocatori le porta del regno dei Khajiit, con figure enormi di draghi da abbattere a solcare i cieli di questa terra tutta da scoprire.

Nuove classi: Una volta scaricato e lanciato questo DLC il giocatore potrà anche vestire i panni del negromante, una classe che può capitalizzare e sfruttare i nemici caduti in battaglia per ottenere potenziamenti di gioco.

Quest secondarie: In tanti hanno gradito la varietà di alcune missioni, con protagonisti i bizzarri abitanti della regione di Elsweyr.

 

Contro

Trama principale: Pur brillando per quel che riguarda le linee narrative legate alle quest secondarie, il gioco perde invece sul fronte della main quest, poco accattivante e motivante.

Acquista su Amazon.it (€12.09)

 

 

 

Giochi mmorpg Monster Hunter

 

4. Monster Hunter World: Iceborne – Master Edition

 

La serie Monster Hunter ha raccolto negli anni un numero sempre maggiore di cacciatori pronti a fare la pelle a creature mastodontiche di tutti i tipi. Con la nuova espansione chiamata Iceborne, Capcom è riuscita a migliorare una formula pressoché perfetta, aggiungendo così un nuovo gradino a un franchise super vincente. Da quanto promette il titolo, gli avventurieri saranno chiamati a un confronto letale con una nuova creatura capace di sovvertire gli equilibri del regno di Astera.

Il viaggio degli eroi vi porterà così a esplorare nuove terre, con le Distese Brinose ha fare da cornice a un’avventura e a uno scontro finale che molti hanno definito epico. Diretto successore del precedente World, questo Iceborne setta il livello di sfida già su picchi mediamente alti, motivo per cui è giusto inquadrarlo dentro la cornice storica di chi ha già combattuto in precedenza diverse battaglie.

Il gran numero di creature da affrontare e la strategia da mettere in campo sono i maggiori punti di forza espressi da questa nuova incarnazione di Monster Hunter, a patto però di armarvi di una pazienza che definire mostruosa potrebbe suonare riduttivo.

 

Pro

Atmosfera: Le Distese Brinose aprono un nuovo spazio sulla mappa del regno di Astera, con un grado di sfida e nuove meccaniche di combattimento altamente coinvolgenti.

Difficoltà: La capacità di mettere il giocatore costantemente di fronte a nuovi muri da scalare costituisce l’oscuro cuore pulsante che muove l’avventuriero scontro dopo scontro.

Longevità: Se siete alla ricerca di un titolo in grado di tenervi incollati allo schermo con la sua attitudine bellicosa e in grado di dare filo da torcere anche ai cacciatori più arcigni, questo potrebbe essere il gioco fatto per voi.

 

Contro

Difficoltà: La curva di difficoltà risulta molto alta sin da subito, un aspetto che ha fatto desistere quanti non hanno la pazienza di craftare e farmare necessaria per titoli come questo.

Acquista su Amazon.it (€48.29)

 

 

 

Giochi mmorpg PS4

 

5. Citadel Forged with Fire PS4

 

Tra i consigli d’acquisto legati al mondo PS4, abbiamo scelto di dedicare un posto al titolo di Blue Isle Studios. Una volta dato vita al vostro avatar potrete cominciare a esplorare i luoghi di questo regno, con l’interessante possibilità offerta dalla raccolta di materiali di diverso genere. 

In questo modo sarà possibile costruire e craftare oggetti magici e armi con cui affrontare l’avventura, fino a giungere alla realizzazione di un castello e una dimora a cui tornare conclusa una delle tante quest. 

La struttura stessa del titolo invoglia il giocatore a progredire nella storia, con un aumento del livello che va a sbloccare diverse features legate alla costruzione e realizzazione di strutture sempre più complesse e oggetti come armature e armi di livello superiore.

Durante il viaggio lungo queste terre non mancheranno poi anche gli incontri con altri giocatori e gli scontri PVP che donano un tocco di sfida a titoli del genere.

 

Pro

Struttura: La forma e la tipologia di sviluppo e crescita del personaggio consentono di gestire al meglio l’evoluzione del giocatore, con un sistema che permette anche di dar vite a vere e proprie costruzioni.

Interfaccia: Il sistema di gestione del personaggio risulta intuitivo e comodo da gestire, così da immergersi ancora meglio nelle avventure di gioco.

Spesa: Il tipo di investimento richiesto per questo titolo è proporzionato a una longevità che cattura e coinvolge il giocatore, in un mix di esplorazione e costruzione di nuove strutture  che segna la differenza con altri titoli del genere.

 

Contro

Grafica: Si lamenta una certa semplicità nella realizzazione degli sfondi e scenari di gioco, un aspetto migliorabile secondo molti utenti.

Acquista su Amazon.it (€14.33)

 

 

 

Giochi mmorpg Guild Wars 2

 

6. NCsoft Guild Wars 2

 

Un nuovo viaggio nel regno di Tyria è quello che serve agli avventurieri che hanno spolpato la precedente espansione. Il viaggio da intraprendere questa volta si realizza ben 250 anni gli eventi del primo capitolo.

Si confermano i punti di forza del titolo, con una grafica dettagliata e una creazione da zero del personaggio fedele a chi ama i giochi di ruolo e l’estrema personalizzazione dei dettagli fisici e delle abilità da sfruttare in partita. Grazie all’aggiunta dei Living World, si ottengono con scadenza regolare aggiornamenti che espandono il mondo e rendono Tyria ancora più viva e ricca di contenuti. 

In comparazione con gli altri titoli, si nota già dalle prime ore di gioco la grande libertà offerta al giocatore. Non esiste infatti una trama prestabilita e su binari fissi ma un sistema di quest differenziate capaci di donare varietà a tutta l’esperienza di gioco.

 

Pro

Aspetto: il titolo NCsoft ha dalla sua una grande cura nella realizzazione degli ambienti di gioco e del mondo da attraversare. Segno dell’impegno e del desiderio di dare il meglio a tutti i giocatori.

Quest dinamiche: La linea scelta dalla software house ha introdotto la feature delle quest che si sbloccano in maniera casuale e che si possono incontrare esplorando il terreno di gioco. Una soluzione interessante che coinvolge anche diversi giocatori.

Gameplay: Oltre all’esplorazione di location anche molto differenti tra loro, si vede come NCsoft abbia lavorato bene anche sulla dinamicità degli scontri, rendendo il tutto più divertente e appassionante.

 

Contro

PVP: Lo scontro tra giocatori a volte risulta eccessivo, con le abilità dei singoli che rischiano di essere messe in secondo piano rispetto al caos di battaglie di gruppo.

Acquista su Amazon.it (€24.7)

 

 

 

Giochi mmorpg fantascienza

 

7. Anthem – Legion of Dawn Edition

 

La software house Bioware ha realizzato con Anthem un ulteriore tassello nella sua personale storia videoludica. Grandi creatori di saghe in cui si immagina un futuro differente e un’umanità in lotta, Anthem amplia il concetto creando un plot solido e la figura degli Specialisti, soldati d’elite chiamati a difendere di nuovo l’umanità. Per fare tutto ciò lo stesso gameplay si è andato a mutuare su missioni o imprese, che portano avanti la trama e che consentono di sbloccare situazioni e potenziamenti, soddisfacendo particolari condizioni.

Graficamente suggestivo, il titolo ha dalla sua una capacità di trasmettere il senso di un mondo in continua lotta, ma al tempo stesso vivo e caratterizzato da una flora e una fauna rigogliosa e di grande impatto.

Un’altra aggiunta interessante giunge poi dalle armature che si possono indossare, denominate Strali vanno a diversificare il tipo di approccio che si può dare a ogni singolo scontro, puntando da un lato solo sulla forza bruta oppure sacrificando la potenza di fuoco per un personaggio maggiormente dinamico.

 

Pro

Grafica: Bioware ha voluto offrire il meglio in quanto a gestione ambientale e impatto a prima vista. 

Avanzamento: L’idea degli eventi globali e delle imprese da completare dona a tutta l’avventura di Anthem un senso di continuità e voglia di scoprire nuove informazioni sul mondo di gioco e sul destino degli Specialisti.

Interfaccia: La scelta di Bioware punta dritta a fornire un’interfaccia di gioco leggera e versatile, con il matchmaking rapido così da poter entrare da subito nel vivo dell’avventura.

 

Contro

Supporto post lancio: Si lamenta una certa mancanza di giocatori sui server, un’assenza a cui la software house sta cercando di porre rimedio.

Acquista su Amazon.it (€19.54)

 

 

 

Giochi mmorpg western

 

8. Rockstar games Red Dead Redemption 2 Online

 

Tra i prodotti on line legati al mondo western, Rockstar ha saputo realizzare con il seguito di Red Dead Redemption un titolo altamente coinvolgente. Alla campagna single player è stata poi affiancata la modalità on line, così da poter allargare la dimensione di gioco e la sfida anche in compagnia di altri membri della banda.

Il processo di customizzazione dell’avatar funziona senza troppe difficoltà, gestendo tutta una serie di parametri differenti come la conformazione fisica, e gli abiti da scegliere.

L’eccellenza del comparto grafico nel titolo originale si mantiene intatta anche nella modalità on line. 

Per questo motivo, se il mondo del selvaggio West è lo scenario preferito per le vostre avventure e se volete capire come scegliere un buon mmorpg ambientato in questo periodo, Red Dead Online potrebbe essere la risposta alle vostre preghiere. In ogni cittadina sono poi presenti diverse bacheche per gli annunci e le taglie su diversi criminali, ideali per riunire un gruppo di avventurieri in una spietata caccia all’uomo.

 

Pro

Impatto grafico: La scelta dei colori e delle ambientazioni costituisce il vero punto di forza di questo titolo, con scorci e momenti che ricordano il miglior cinema di genere.

Interfaccia: Una volta creato il vostro avatar è possibile gestire e dare il via all’avventura, con numerose missioni e taglie pensate per chi vuole diventare un cacciatore di taglie leggendario.

Trama: Massima libertà di movimento per chi desidera avventurarsi in questo mondo western, con in più una sorta di storia che passa sottotraccia e coinvolge i diversi giocatori nella sua risoluzione.

 

Contro

Varietà: Il fatto che diverse missioni respawnano dopo un certo periodo di tempo ha fatto storcere il naso a quanti avrebbero preferito una maggiore varietà da questo nuovo titolo.

Acquista su Amazon.it (€28.5)

 

 

 

Guida per comprare un buon mmorpg

 

I videogiochi sono pensati per conquistare i più giovani – che magari impazziranno per i titoli ispirati a Harry Potter o ai Pokémon – così come gli utenti che, in Italia come nel mondo, si dilettano con i dispositivi mobili con sistema operativo Android o iOS. C’è poi una categoria di giochi che appassionano quanti hanno la voglia di sperimentare e condividere un’avventura insieme ad amici o a sconosciuti, vestendo i panni di un avventuriero, un mago, o un’abile spadaccina.

Un acronimo difficile da pronunciare

Questi sono alcuni dei motivi a spingere gli utenti verso quell’universo multiforme rappresentato dai Massive multiplayer online role play game. I pareri riguardo questa tipologia di giochi sono tra i più disparati ma un punto è fondamentale: il coinvolgimento è garantito. Conoscere quindi a grandi linee la struttura e la composizione di un mmorpg può solo aiutare a scegliere quale comprare tra i migliori titoli del 2021 e anche degli anni passati.

Decifriamo subito l’acronimo, così da poter far chiarezza su alcune qualità e connotazioni dei giochi di questa categoria. Le prime tre parole, massive multiplayer online, definiscono tre aspetti fondamentali dell’esperienza di gioco. Da una parte la grande affluenza di utenti che partecipano alla partita e la necessità di una connessione per godere al meglio di tutte le feature proposte.

Le ultime tre lettere indicano poi la centralità della componente ruolistica. Ogni utente potrà scegliere, a seconda del titolo, aspetti sia estetici oppure impostare valori e abilità del proprio avatar, in linea con quanto accade con i giochi di ruolo.

 

A pagamento ma anche free to play

Esistono diverse tipologie di titoli che si possono provare, sia su console, sia su Pc e anche su smartphone. Per alcuni tipi di gioco è sufficiente scaricare direttamente on line il programma (solitamente a pagamento ma non mancano le versioni free) e connettersi così all’hub di gioco entrando in contatto con la comunità degli altri giocatori on line. In altri casi invece si può comprare anche la versione fisica o digitale del titolo che vi interessa, selezionando tra le offerte quella più economica e conveniente. 

Un universo quanto mai variegato

Anche la scelta del genere di titolo che si intende acquistare può offrire un’esperienza totalmente differente, passando da un contesto più strettamente fantasy a uno di stampo più sci-fi. Conoscere in anticipo l’atmosfera e la tipologia di esperienza che ci attende ci consente di scegliere con più attenzione così da guadagnare in esperienza e immersione in un titolo piuttosto che in un altro.

La semplicità dell’interfaccia e la ricchezza della personalizzazione dell’avatar sono caratteristiche che vanno a differenziare un mmorpg di stampo classicamente ruolistico con uno dall’attitudine più caciarona e divertita. Alcuni titoli poi prevedono la sottoscrizione a una sorta di abbonamento, mensile o annuale, mentre altri sono impostati con mini transazioni in game con cui acquistare oggetti extra per affrontare meglio l’avventura.

L’importante è capire se, in caso di PC, la connessione internet e le specifiche del proprio computer soddisfino i requisiti minimi per giocare al titolo, così da beneficiare di tutte le opzioni grafiche e del supporto adeguato a garantire fluidità all’esperienza. 

 

 

 

Domande frequenti

 

Cosa sono i mmorpg?

Si tratta di videogiochi pensati per una comunità di giocatori che vive avventure in un mondo digitale in costante evoluzione, strutturato per il meglio in quanto a immersione. La struttura richiama i classici giochi di ruolo, con il giocatore che può creare da zero un avatar digitale scegliendo tra una miriade di opzioni come razza, aspetto e classe. Il tutto in uno scenario che assume connotazioni a volte fantasy o di tipo smaccatamente fantascientifico.

 

Quanto costa acquistare un mmorpg?

Alcuni titoli del genere si possono scaricare on line e prevedono un’esperienza di gioco che può essere limitata nel tempo, con una sottoscrizione successiva che sblocca tutte le feature di gioco. In altri casi è possibile acquistare l’edizione fisica del videogame, scegliendo anche tra quelli più venduti sul mercato e secondo i propri gusti. Si trovano offerte e sconti, sia online sia nei negozi specializzati di videogiochi.

 

Quanto dura un’avventura in un mmorpg?

La bellezza di titoli del genere sta tutta nella scelta del giocatore. Le diverse missioni e le espansioni accrescono di molto la longevità di titoli del genere, così che teoricamente non c’è una vera e propria fine se non quella scelta da chi punta al raggiungimento di un certo livello con il personaggio creato. Da questo punto di vista suggeriamo sempre un approccio responsabile ai giochi on line, così da non trasformare in un problema quello che deve rimanere intrattenimento.

 

Come posso parlare con altri utenti in un mmorpg?

Ogni titolo di solito ha un hub o una piazza virtuale intorno a cui si possono incontrare i giocatori, così da familiarizzare con le meccaniche iniziali di gioco. Titoli del genere presentano anche degli NPG, ovvero dei giocatori gestiti direttamente dal computer e con cui avere un livello di interazione decisamente più basso rispetto agli utenti reali. Ci sono poi chat dedicate, gestibili sia con la scrittura o attraverso cuffie, microfoni con cui parlare con gli altri nel corso di una quest o durante una pausa di gioco.

 

 

 

Consigli per sfruttare al meglio un mmorpg

 

Uso responsabile

Quando si ha a che fare con un gioco di ruolo, e per di più on line, il rischio maggiore è farsi prendere un po’ troppo la mano. Ogni passatempo infatti ha dalla sua un utilizzo corretto del tempo che gli si dedica. Sovente capita infatti che il miglior mmorpg abbia il dono di annullare magicamente la percezione dello scorrere del tempo. Ci si ritrova così a stupirsi del fatto che sono passate due ore e non ce ne siamo resi conto. Il nostro suggerimento è quello di fare delle pause per quanto possibile, cercando di gestire questo svago in maniera adulta e senza eccessi. 

Strumenti di gioco

Una volta entrati in partita è bene munirsi del supporto necessario come di un microfono e delle cuffie per comunicare agilmente con gli altri compagni di gioco. Capire poi anche se esiste un hub centrale da cui poter gestire tutta l’avventura e gli incontri con altri giocatori.

Verificate poi se il tipo di connessione e le specifiche minime richieste siano conformi al tipo di computer su cui si è scelto di far girare il titolo. 

Per gli avventurieri più scaltri e che hanno completato gran parte delle sfide che il gioco mette a disposizione, consigliamo la ricerca di DLC, o contenuti aggiuntivi con cui poter ampliare al meglio l’esperienza di gioco. Si trovano spesso a prezzi bassi o vengono rilasciati gratuitamente dalla software house che ha realizzato il titolo. 

 

Non farsi scoraggiare

Indipendentemente dal gioco scelto, il primo impatto con il vasto mondo di un MMORPG rischia di essere piuttosto straniante, perciò non preoccupatevi se vi sentite spaesati. Come in qualunque situazione nuova (anche nella vita reale) è necessario ritagliarsi un po’ di tempo per prendere le misure sia della mappa, sia delle cose da fare, sia degli avversari da affrontare.

È facile ipotizzare che questi ultimi saranno giocatori più esperti, dunque all’inizio la sfida potrebbe risultare sbilanciata in loro favore e questo potrebbe generare un po’ di frustrazione. Non fatevi scoraggiare dalle prime sconfitte o dalle difficoltà perché con il tempo acquisirete le competenze e i potenziamenti per farvi rispettare.

Per integrarsi al meglio nell’universo del gioco scelto e anche per stabilire rapporti con gli altri giocatori, vi suggeriamo di sfruttare le funzioni della chat, sia testuale sia vocale (ecco perché è fondamentale dotarsi di cuffie con microfono). Proprio parlando con gli altri player avrete la possibilità di ricevere suggerimenti, stabilire alleanze, studiare strategie di battaglia e pianificare azioni che non sarebbe possibile portare a termine da soli.

 

 

Categories
Giochi

I 7 migliori giochi per PC del 2021

 

Giochi per PC – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni 

 

Il mondo PC ha nel tempo saputo reinventarsi e donare ai giocatori titoli dall’appeal accattivante, capaci di unire contenuti maturi con un gameplay soddisfacente e longevo. Tra i migliori giochi per PC del 2021, Activision Sekiro: Shadows Die Twice ci trasporta in nel Giappone feudale, in un mix travolgente e ad alto tasso di difficoltà, nei panni di un samurai con un braccio meccanico. Per chi invece vuole tornare a vestire i panni del carismatico Dante e affrontare nuove orde di demoni in un action al cardiopalma, il nome a cui puntare è solo uno: Capcom Devil May Cry 5. Adrenalinico, profondo e con un combat system tra i più ispirati degli ultimi anni, è riuscito a convincere vecchi e nuovi fan della serie.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 7 migliori giochi per PC – Classifica 2021

 

 

Giochi per PC del 2019

 

1. Activision Sekiro: Shadows Die Twice

 

Gli amanti del Giappone feudale e delle sfide all’ultimo colpo di katana, sono benvenuti in questa nuova incarnazione di From Software. Tra i giochi per PC del 2019 questo titolo occupa i primi posti, grazie a una struttura ambientale suggestiva e funzionale al gioco e un livello di sfida per gli utenti che ha davvero pochi pari.

Protagonisti sono un samurai e il suo signore, legati da un rapporto di fedeltà che il giocatore andrà a dipanare sessione dopo sessione. La trasposizione su PC beneficia della potenza di calcolo e degli effetti grafici dei computer più performanti, così da offrire scorci mozzafiato su questa versione oscura del Giappone dell’epoca Sengoku.

Il sistema di combattimento è il punto forte del gioco che, con la sua attitudine alla pazienza, al confronto e allo studio delle mosse dell’avversario, diventa uno dei nostri consigli d’acquisto per quel che riguarda i titoli più interessanti dell’anno passato e della generazione in corso.

 

Pro

Ambientazione: La scelta di trasportare il giocatore in un mondo popolato da samurai e creature oscure, dona al titolo tutta un’atmosfera particolare che segna pesantemente l’esperienza di gioco e diventa una perfetta cifra distintiva.

Meccaniche: Il sistema di affondi, parate e uso del braccio meccanico infonde al titolo un ritmo e uno studio dell’avversario capace di ripagare dello sforzo.

Longevità: La presenza di diversi finali alternativi e di un livello di difficoltà che punta a mettere i bastoni tra le ruote anche ai più esperti, dona al titolo una rigiocabilità.

 

Contro

Non per tutti: La tipologia del titolo e la curva estremamente ripida ne fanno un gioco che spinge al limite la pazienza, i riflessi e la strategia del giocatore.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Giochi per PC del 2018

 

2. Capcom Devil May Cry 5

 

La casa giapponese non ha bisogno di presentazioni, dopo aver sfornato capolavori in tante categorie nel corso dei decenni. Un plauso quindi anche a questo quinto capitolo, in cui il giocatore è chiamato a gestire un roster di tre personaggi molto diversi tra loro. Tra le offerte presenti sul mercato questa quinta incarnazione, tra i migliori giochi per PC del 2018, riesce a riportare il franchise nella giusta direzione, con il motore grafico RE Engine che offre animazioni di livello e un dettaglio letteralmente mostruoso.

I personaggi da controllare, oltre allo storico Dante, sono Nero e il misterioso V, dotato di una tecnica di attacco e difesa molto particolare da padroneggiare e che mischia al meglio le carte in tavola. 

Il quantitativo di mosse realizzabili è veramente spropositato, una scelta di Capcom che di fatto rende il titolo quasi una picchiaduro 3D con un set variopinto e divertente di mosse da eseguire. Il personaggio di V, con le sue doti di evocatore riesce a dare agli scontri un senso di potenza che pochi altri riescono a emulare.

 

Pro

Potenza: Il motore grafico RE Engine c’è e si sente. Ottima la realizzazione degli stage di gioco, con una velocità e un design di protagonisti e avversari sempre azzeccato.

Versatilità: La scelta di dividere il gioco in capitoli sparsi lungo una linea temporale, dona al titolo grande varietà e un ritmo che si riflette nei differenti stili di gioco.

Level design: La decisione di ampliare e strutturare al meglio le diverse mappe, ha una ricaduta reale sull’esperienza di gioco. Si possono esplorare in lungo e in largo, in cerca di segreti e potenziamenti nascosti.

 

Contro

Sbilanciamento sul finale: Si lamenta una certa mancanza di appeal e di cura dei quadri per quel che riguarda le fasi conclusive dell’avventura. Una piccola pecca che ha fatto storcere il naso ai più esigenti.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Giochi per PC del 2017

 

3. Merge games Dead Cells

 

Prigionieri in una magione sotterranea, i giocatori chiamati ad affrontare questi eventi dovranno percorrere, cunicoli e paesaggi fantastici, facendo affidamento su un sistema di combattimento che mescola al meglio i generi, grazie a un’esplorazione dei dungeon e una meccanica che sfrutta a dovere l’acquisizione di poteri con cui poter avanzare nell’avventura.

La scelta di un approccio variabile, con la scelta di un’arma da mischia, una da lancio o di uno scudo, aprono scenari anche molto diversi, con un sistema di gioco e ogni partita che può assumere una piega differente a seconda dello stile del giocatore. Il punto forte di questo titolo sta anche nella generazione casuale degli scenari a seguito di ogni morte. 

Un fattore che unito a un level design pregevole, rende anche più divertente procedere lungo i venti livelli messi a disposizione. Divertente e sfidante al punto giusto, con in più una dose di rigiocabilità che spinge il giocatore a migliorarsi run dopo run, Dead Cells rappresenta un piccolo capolavoro e uno dei giochi per PC del 2017 più interessanti, con in più un costo vantaggioso che lo fa rientrare tra i più economici della sua categoria.

 

Pro

Stile: La pixel art utilizzata nel titolo brilla per la palette cromatica sempre azzeccata e suggestiva, a cui si aggiunge poi anche una direzione tecnica impeccabile, in cui al tema dell’esplorazione si aggiunge anche quello degli scontri dinamici.

Giocabilità: La natura procedurale con cui vengono generati i livelli dopo ogni morte, crea un complesso di quadri sempre piacevole da attraversare.

Progressione: La tipologia del titolo, in cui vengono messi e inseriti generi spesso distanti tra loro, funziona che è un piacere, donando un mix accattivante via via che si prosegue.

 

Contro

Boss: Si potevano aggiungere più “cattivi” da affrontare, con un picco maggiore di difficoltà così da dare anche qui del filo da torcere ai giocatori più smaliziati.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Giochi per PC del 2016

 

4. Superhot Team Superhot Collector’s Edition

 

Già nel momento stesso in cui si fa partire il titolo, si vede come Superhot prende le mosse da uno sparatutto in prima persona mettendo poi tutto in pausa, così da apportare una rivoluzione del genere in cui movimento e calcolo delle proprie azioni vanno di pari passo.

La linea minimal su cui è impostato il gioco prevede degli scenari in cui a dominare è essenzialmente il colore bianco. 

Tutta la struttura segue questa scelta di design, da cui emergono in maniera fortemente contrastata gli avversari, caratterizzati da un bel rosso brillante. Scopo del titolo è di trovare una via d’uscita da questi minacciosi nemici, utilizzando un vario armamentario che passa dalle armi da mischia ai pugni, fino alle più diverse armi.

Il grande pregio di questo gioco per PC del 2016 sta tutto nelle altre modalità con cui si può cercare di superare se stessi e i record stabiliti da altri giocatori in un serie di partite forsennate e ad alto tasso di concentrazione. Questi i punti forti di Superhot, un titolo che rivoluziona l’idea di sparatutto e porta una ventata di divertimento che coinvolge anche oggi, diventando a tutti gli effetti un classico.

 

Pro

Impostazione: Semplice nelle meccaniche, Superhot sfrutta tutta una serie di elementi legati a movimento e tempo, per dar vita a un titolo dinamico in cui prima di sparare anche un solo colpo farete bene a pensarci bene.

Modalità: Oltre alla storia principale, il nucleo centrale di Superhot si appoggia su tutta una serie di modalità alternative pensate e progettate per testare riflessi e capacità di gestione dello spazio del giocatore.

Stile: La scelta di un design minimal, con l’ambiente di gioco di un bianco abbacinante, consente all’utente di concentrarsi sui nemici nel quadro, peraltro di un rosso acceso che non passa inosservato.

 

Contro

Trama: La storia che impegna gli utenti nella campagna principale poteva essere sviluppata in modo più lineare, senza ricorrere a concetti a volte decisamente astrusi.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Giochi per PC di strategia

 

5. Triumph Studios Age Of Wonders: Planetfall

 

Capire sin da subito il genere di titolo a cui si vuole dedicare del tempo rappresenta un primo tassello importante su come comprare un buon gioco per PC. La serie di Age of Wonders si è evoluta nell’arco di un ventennio e in questa sua ultima incarnazione ci trasporta direttamente nello spazio.

Sarà questo infatti lo scenario che farà da sfondo a un gestionale, che possiamo anche definire un gioco per PC di strategia, in cui impostare al meglio la linea e la priorità dell’evoluzione del proprio regno sarà parte centrale di tutto il gioco. I diversi pianeti da visitare, offrono scenari e situazioni anche molto diverse le une dalle altre, con in più tutto un sottotesto che strizza l’occhio alla fantascienza.

La scelta di una fazione piuttosto che un’altra determina anche il tipo di missioni secondarie che si andranno ad affrontare, una scelta che ha reso il gioco più vario grazie anche un sistema di creazione delle strutture e delle risorse più snello e rapido.

 

Pro

Struttura di gioco: L’esplorazione dei pianeti e la capacità di variare la tipologia delle missioni donano al gioco un ritmo e un’impostazione in cui il giocatore è chiamato a compiere diverse azioni.

Grafica: Suggestivo e pensato per adattarsi anche a configurazioni non troppo performanti, il comparto grafico non delude le aspettative, con scenari suggestivi e fazioni divertenti da scegliere.

Combattimento: Piacevole la possibilità di variare il tipo di scontro, con una gestione che può essere automatica oppure affidata alle scelte in campo effettuate dal giocatore.

 

Contro

Azioni: Durante le prime ore di gioco alcuni giocatori sono rimasti soverchiati dal gran numero di azioni richieste, optando per uno sviluppo iniziale più progressivo.

Acquista su Amazon.it (€34.52)

 

 

 

Giochi per PC anni ‘90

 

6. Capcom Resident Evil 2

 

Tra i prodotti venduti on line, la riproposta di un gioco per PC anni ‘90 potrebbe suonare come un tentativo di giocare sul fattore nostalgia. Una volta però entrati in quella stazione di polizia in compagnia di Leon Kennedy e Claire Redfield si capisce immediatamente il gran lavoro svolto da Capcom.

Resident Evil 2 non solo omaggia la versione originale ma in un certo senso la supera, senza però tradire alcuni punti saldi di tutto il franchise. L’edificio centrale sarà il luogo da cui muoversi per cercare di far luce sugli strani eventi che hanno portato scompiglio nella tranquilla cittadina.

Interessante poi anche la possibilità di affrontare l’avventura nei panni di Leon o Claire, così da avere un punto di vista che si arricchisce a ogni partita di nuovi dettagli e di informazioni fondamentali per svelare l’alone di mistero. Sul fronte grafico nulla da dire, con il RE Engine che dona a ogni scontro e luogo l’atmosfera perfetta per trasformarsi in un possibile vicolo cieco o minaccia.

 

Pro

Come una volta e ancora meglio: La riedizione del titolo ha saputo far tesoro del passato, con un’impostazione che dona novità e quel senso di terrore che tanti hanno provato anni addietro.

Campagna multipla: La possibilità di ripercorrere con altri personaggi il luogo della tragedia di Racoon City amplia il coinvolgimento e aggiunge nuovi tasselli alla storia.

Impatto visivo: La resa degli zombie e di tutte le ambientazioni aggiunge un altro tocco di terrore al titolo, con un senso di sfida e di pericolo che aleggia dietro ogni angolo buio.

 

Contro

Difficoltà: In alcuni momenti il titolo mette a dura prova la pazienza dei giocatori, quasi fino al limite ultimo.

Acquista su Amazon.it (€15.99)

 

 

 

Giochi PC del 2015

 

7. CD Projekt The Witcher 3 Wild Hunt

 

Se avete ancora dei dubbi su quale gioco per PC comprare, vi segnaliamo The Witcher 3 Wild Hunt. In comparazione con i titoli più recenti, il titolo di CD Projekt riesce ancora a dire la sua, grazie a un comparto grafico che raggiunge il suo vertice proprio su computer.

La storia ha come protagonista ancora una volta lo strigo Geralt di Rivia, con una sfida che punta a coinvolgere i giocatori, calandoli in un mondo fatto di mistero, creature oscure e macchinazioni politiche. 

Grande qualità della scrittura, con in più tutta una serie di sotto quest che promettono ore e ore di grande divertimento. Graficamente poi il motore dinamico messo su da CD Projekt gestisce in maniera adeguata l’evolversi di un mondo che pulsa di vita, ricco di storie, personaggi e situazioni che allontaneranno in maniera definitiva il più piccolo accenno alla noia.

Tra i titoli più venduti della sua generazione e uno tra i più interessanti giochi PC del 2015, The Witcher 3 viene proposto con tutte le espansioni uscite, per un’immersione totale in un titolo imperdibile e a prezzi bassi, quasi regalati se si considera la mole di possibilità offerte.

 

Pro

Atmosfera: Il mondo in cui si muove il protagonista di gioco, è vivo e ricco di ambientazioni e personaggi interessanti con cui interagire, trasmettendo così la sensazione tangibile di una realtà alternativa.

Grafica: Il motore di gioco, scalabile su configurazioni anche non così recenti permette di gestire la giocabilità e l’avventura senza particolari rallentamenti. In più l’ampiezza della mappa offre una durata di gioco che supera le cento ore.

Espansioni: La Game of the year Edition contiene al suo interno tutte le espansioni di gioco, così da poter ampliare ancora di più l’avventura insieme al famigerato strigo.

 

Contro

Interazione: Si lamenta una certa lentezza nell’implementazione con l’ambiente, un aspetto su cui si poteva lavorare con maggior cura.

Acquista su Amazon.it (€28.5)

 

 

 

Guida per comprare un buon gioco per PC del 2021

 

L’utenza PC ormai da anni segue con curiosità le nuove proposte del mondo console, beneficiando anche in tempi più lunghi di titoli una volta esclusivi solo per una stretta cerchia di giocatori. Sul versante prettamente videoludico, le configurazioni attuali dei computer fissi, superano di molto la controparte console, ma con un esborso medio di gran lunga superiore in termini di investimento. Nelle righe che seguono cerchiamo di mettere in evidenza quegli aspetti capaci di indirizzare al meglio l’utente, su dove comprare e specialmente cosa.

La scelta del formato

Il popolo dei videogiocatori ha spesso tendenze particolari, con fazioni che preferiscono acquistare direttamente il gioco in scatola e altri invece che, per motivi diversi, preferiscono optare per una versione digitale del titolo. Si tratta molte volte di una semplice questione di gusti con pregi e difetti da una parte e dall’altra. 

Chi opta per il formato fisico avrà sempre con sé il titolo che tanto ha desiderato, nutrendo il piacere di un packaging curato e quel lato collezionista che tante volte accomuna tanti giocatori. Dall’altra parte invece chi si indirizza verso la versione digitale, può a volte beneficiare di alcuni sconti temporanei sui titoli, e risparmiare del comodo spazio in casa.

 

Requisiti minimi

Queste due parole sono croce e delizia di tanti giocatori, specie quelli che amano i giochi per PC ma non possiedono ancora un hardware ultra performante. Si tratta dunque di informarsi e capire bene se le specifiche del proprio computer soddisfano la richiesta di chi ha realizzato il gioco. 

In caso contrario si può provare a giocare con le impostazioni, modificando il livello di dettaglio o provare a eliminare effetti e abbellimenti. Il risultato è però una forte riduzione dell’appeal visivo del gioco, quando anche un certa macchinosità e lentezza che mal si sposa con un gioco di guida o un platform. 

Per tutte queste ragioni vi invitiamo a controllare bene queste indicazioni, che obbligatoriamente devono essere riportate sulla scatola di gioco e sul sito dove avete pensato di acquistare il titolo.

 

Uno, cento, mille generi

La bellezza di vivere in un periodo come questo è la possibilità reale di avere una ludoteca capace di soddisfare praticamente tutti i gusti e la tipologia di utenza. Per questo l’invito è di informarsi e gestire al meglio tutta la questione legata al cosa si intende giocare. 

Molti titoli riescono poi a creare un mix interessante dei generi, con un’avventura che presenta elementi action e sessioni in cui si è chiamati a pilotare un mezzo di trasporto, oppure un platform a cui non mancano puzzle e rompicapo così da rendere l’esperienza ancora più accattivante.

Il piacere dell’attesa

Molto spesso il desiderio di giocare e provare nuovi giochi spinge diversi giocatori al cosiddetto acquisto del Day One. In parole povere con questa definizione si specifica l’acquisto immediato del gioco il giorno stesso della sua uscita. Se in alcuni casi erano previsti degli sconti per chi pre-acquistava il titolo, si è visto che a volte aspettare qualche tempo ha i suoi lati positivi. 

Si possono infatti sfruttare i miglioramenti e le patch che di volta in volta gli sviluppatori aggiungono ai loro titoli, avendo così un prodotto migliore sotto tanti punti di vista, e magari con un numero di contenuti extra maggiori rispetto alla prima versione che ha raggiunto il mercato.

 

 

 

Domande frequenti

 

Dove scaricare i giochi per PC?

La scelta dei giochi da scaricare punta da un lato alle piattaforme digitali, oppure si può andare direttamente in un negozio specializzato e scegliere tra le offerte e i titoli che più vi attirano.

 

Quali sono i siti dove scaricare i giochi per PC?

Uno dei siti più famosi è Steam, con una ludoteca virtuale enorme grazie a cui poter selezionare e approfittare di sconti anche fino all’80% su alcuni titoli. Altri siti interessanti sono Epic Store, che offre ogni mese uno o due titoli completamente gratis e GOG, un sito nato per gli appassionati di vecchi titoli del passato che nel tempo ha allargato la sua offerta anche a produzioni più recenti.

 

Come installare i giochi su PC?

Sia che si proceda per via digitale sia che si scelga il formato fisico, il passaggio con cui installare i giochi è sempre lo stesso. Non c’è nulla da temere, anche perché per la maggior parte dei titoli tutto avviene in automatico. Basta selezionare la cartella o il percorso di destinazione e dare l’Ok al programma di installazione. Si occuperà lui di scaricare dalla rete il gioco e di fornire la versione più recente del titolo. Una volta completata questa procedura il sistema dovrebbe creare un’icona sul desktop, così da poter far partire in un attimo il gioco senza ulteriori passaggi.

 

Dove comprare i giochi per PC?

Esistono negozi e catene specializzate nel settore videoludico, oppure siti e portali che mettono a disposizione gli stessi titoli sia in formato digitale sia in formato fisico. In questa situazione entra in ballo la questione del gusto personale, visto che il gioco è sempre lo stesso ma a cambiare è il formato che si ottiene, con la sua confezione originale per chi lo acquista in formato fisico e come codice di download o titolo da scaricare direttamente dal sito che lo mette in vendita.

 

 

 

Come sfruttare al meglio un gioco per PC 

 

L’acquisto di un titolo per PC porta sempre diverse opzioni e la possibilità di affrontare in modo diverso tutto ciò che riguarda il gioco in questione. Nelle righe che seguono abbiamo aggiunto alcuni suggerimenti che possono migliorare l’esperienza di gioco.

Controllo dei requisiti

Una volta scelto dove acquistare il vostro nuovo gioco è bene verificare sul retro del titolo o sulla pagina dedicata che le specifiche hardware soddisfino le richieste minime e i requisiti consigliati per un’esperienza di gioco che corrisponda quanto possibile alle intenzioni degli sviluppatori. Verificate con attenzione questi valori, così da capire in modo semplice e con il massimo della consapevolezza come godere al massimo del gioco.

 

Uso consapevole

I videogiochi sono un passatempo come tanti, ma per loro stessa natura possono spesso coinvolgere il giocatore per un tempo variabile. Il rischio è di dedicarsi a sessioni eccessivamente lunghe, così da incidere in maniera negativa sul corso della normale vita sociale. 

Vi consigliamo dunque di fare ogni trenta minuti delle pause e non superare i tempi giusti per un divertimento che deve restare tale e non influenzare in modo massivo la vita di tutti i giorni.

Salvate i dati

Molti titoli sono forniti di un sistema di salvataggio automatico, un sistema che si occupa di mettere al sicuro i progressi raggiunti nel corso della partita. Considerate poi anche la possibilità di salvare le vostre partite sovente, con la possibilità offerta anche da alcuni siti di salvare i progressi su cloud, così da avere un backup di sicurezza contro ogni evenienza.

I salvataggi possono poi anche essere rintracciati in una specifica cartella, e copiati anche su un hard disk esterno per avere un’ulteriore base a cui far riferimento nel momento del bisogno.

 

 

Categories
Giochi

Gli 8 migliori giochi per Nintendo Switch del 2021

 

Giochi per Nintendo Switch – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni

 

La grande quantità di titoli a disposizione per la console ibrida Nintendo può a volte spiazzare gli utenti meno avvezzi a un catalogo così ricco. Tra i nostri consigli d’acquisto rientra Nintendo The Legend of Zelda: Link’s Awakening. Forte del successo degli anni passati, la casa di Kyoto ha realizzato un remake che omaggia il titolo originale, con una veste grafica fresca e un sistema di creazione dei dungeon da affrontare anche in compagnia e da condividere on line. Se non il migliore giochi per Nintendo Switch, sicuramente uno tra i remake più riusciti del franchise di Zelda. Di tutt’altra pasta è invece Platinum Games – Astral Chain un mix accattivante di action e indagini calato in un contesto sci-fi sempre ispirato e suggestivo, capace di raccogliere pareri positivi sia sui siti dedicati sia tra gli utenti.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori giochi per Nintendo Switch – Classifica 2021

 

 

Giochi per Nintendo Switch Lite

 

1. Nintendo The Legend of Zelda: Link’s Awakening

 

Anche se i tempi del Game Boy sono ormai lontani, da quel remoto 1993 arriva in una nuova veste grafica e con un gameplay aggiornato, un titolo che ha fatto la storia del genere delle avventure action. Abbandonato il bianco e nero del passato, le avventure di Link sbarcano sulla console ibrida Nintendo. 

Anche se è ormai trascorso del tempo dalla sua uscita, The Legend of Zelda: Link’s Awakening diverte ed emoziona, candidandosi senza problema a essere uno dei migliori giochi per Nintendo Switch da giocare nel 2021. La veste grafica è stata rivoluzionata, con tutti i personaggi che hanno delle sembianze simpatiche e perfette per catturare l’attenzione e la simpatia di grandi e piccoli giocatori.

Il comparto sonoro accompagna poi al meglio ogni situazione di gioco, con l’esplorazione dell’isola di Koholint che guida e concentra al meglio tutte le energie del giocatore. Personaggi bizzarri e sfide nei dungeon non mancheranno, con in più una serie di prove nei dungeon da condividere insieme ad amici online. Divertimento disponibile anche per chi cerca un gioco per Nintendo Switch Lite.

 

Pro

Grafica: La scelta di dare a tutti i personaggi un aspetto che punta molto sulla rotondità, si è rivelata una scelta vincente e azzeccata. Difficile resistere al fascino e ai colori di questo mondo ricreato in digitale.

Longevità: Una volta sbarcati sull’isola, è probabile che l’avventura del giovane Link vi tenga compagnia per più di quindici ore, con esplorazioni, scontri e sorprese che si annidano dietro l’angolo.

Divertimento: La ricerca di oggetti con cui proseguire nell’avventura e i diversi enigmi nascosti nei dungeon, sono la ricetta scelta da Nintendo per intrattenere come si deve il giocatore.

 

Contro

Scatti: In alcune situazioni di gioco il titolo tende a rallentare, così da far perdere un poco di fluidità a tutta l’azione.

Acquista su Amazon.it (€44.93)

 

 

 

Giochi per Nintendo Switch del 2019

 

2. Platinum Games  Astral Chain

 

La software house Platinum Games, ci trasporta in una città futuristica, nella quale il giocatore è chiamato a vestire i panni di un agente chiamato a sventare le minacce che arrivano da un’altra dimensione. Gli amanti degli action dal ritmo indiavolato e degli scontri tecnici e serrati, troveranno in questo titolo. uno dei migliori rappresentanti del genere e uno dei più interessanti giochi per Nintendo Switch del 2019.

Platinum Games ha creato degli esseri, chiamati Chimere, che possono essere controllati dagli utenti, con una combinazione di qualità e mosse speciali così da sfruttare ogni abilità per riuscire ad avere la meglio sul nemico.

Interessante anche poi la voglia di mischiare le carte, con sessioni esplorative che si alternano a combattimenti e vere e proprie indagini con enigmi e puzzle da risolvere. Non mancano poi missioni secondarie e una sorta di valutazione degli scontri, così da spingere l’utente a fare sempre meglio per guadagnare punti ed extra.

 

Pro

Impostazione: La scelta di dare al giocatore l’opportunità di sfruttare le diverse abilità delle Chimere, amplia e arricchisce l’approccio che si può dare a ogni scontro.

Grafica: L’impianto fantascientifico del mondo ricreato, si sposa a meraviglia con effetti di luce e un’atmosfera che cattura sin dai primi minuti il giocatore.

Ritmo: Se Platinum Games non deve prendere lezioni da nessuno, è proprio sulla qualità e la potenza dei tempi di gioco. In questo titolo si alternano a meraviglia sessioni indiavolate e adrenaliniche con momenti più rilassati.

 

Contro

Telecamera: Non sempre la posizione del camera viene incontro al videogiocatore, rendendo un poco confusionaria l’azione di gioco.

Acquista su Amazon.it (€35.99)

 

 

 

Giochi per Nintendo Switch del 2018

 

3. Nintendo Super Smash Bros: Ultimate

 

Il genere picchiaduro secondo Nintendo. In poche parole, si può riassumere così la filosofia dietro uno dei titoli più venduti della casa giapponese. L’idea del titolo originale viene ripresa e portata a compimento in questa versione Ultimate, con un gruppo di sfidanti e contendenti variabile tra i due e gli otto giocatori. Per chi si avvicina la prima volta al titolo (lanciato nel corso del 2018), il parco dei personaggi tra cui poter scegliere arriva a settantaquattro contendenti, un numero veramente enorme se si considerano vecchie e nuove glorie del passato.

Numerosi e diversificati anche gli scenari di gioco, con quadri e stage interattivi e sfidanti per ogni tipo di giocatore che si avvicina a questa esperienza. I comandi sono responsivi e per certi versi colpiscono per la semplicità e la profondità delle combinazioni che si possono realizzare. 

La dimensione di gioco on line e le sfide tra amici sono il vero fiore all’occhiello di questo titolo. Divertenti, varie e con mille opzioni e varianti che donano a ogni partita un senso differente e mantengono alta la voglia di andare avanti.

 

Pro

Giocabilità: Una volta capite le regole di base del titolo, è possibile lanciarsi in appassionanti e spassose sfide on line, così da mettere alla prova riflessi, mosse speciali e studio dell’area di gioco.

Personaggi: Con un roster di settantaquattro combattenti tra cui scegliere si vede chiaramente come chiunque è messo nelle condizioni di poter selezionare il personaggio che più lo convince e che risponde meglio al suo stile di gioco.

On line: Grandi sfide aspettano i giocatori in rete, con tornei e mischie in cui mettere alla prova abilità e sangue freddo.

 

Contro

Novità: Rispetto al capitolo precedente per WiiU non ci sono state grandi migliorie ma un perfezionamento di una formula che si è rivelata negli anni vincente. 

Acquista su Amazon.it (€55.99)

 

 

 

Giochi per Nintendo Switch Pokémon 

 

4. Nintendo Pokémon Spada

 

I fan della serie Pokémon possono gioire dell’arrivo di questo episodio che segue una lunga tradizione di titoli dedicati a questa serie. Un motivo in più per festeggiare l’arrivo di un gioco per Nintendo Switch. Questa edizione, denominata Spada, vede il giocatore interpretare i panni di un allenatore/trice di Pokémon.

Le sfide e gli allenamenti sono il punto forte del titolo, con l’obiettivo principale di ottenere otto medaglie e accedere in questo modo alle finali e puntare al confronto con il campione di Galar. Il titolo procede su binari non troppo complicati, una soluzione che consente a giocatori anche inesperti di poter raccogliere un numero interessante di Pokémon prima di lanciarsi in una delle tante sfide alle palestre. 

L’aggiunta poi di una zona denominata Terre Selvagge dona al game una interessante rigiocabilità, con  uno spazio sterminato in cui perdersi alle ricerca di Pokémon da potenziare e crescere così da completare il PokéDex e averli tutti a disposizione.

 

Pro

Ambientazione: La scelta delle sfide alle diverse palestre presenti nel gioco, con in più l’idea delle Terre Selvagge, dona al titolo un’atmosfera in cui esplorazione e potenziamento vanno a braccetto.

Giocabilità: Al momento di scegliere il proprio allenatore e quando si passa alla sfida con altri contendenti, il gioco sfoggia uno stile e una piacevolezza che si mantengono tali durante tutta la sessione di gioco.

Sfide: La curva della difficoltà è tale da crescere con una giusta progressione, dando filo da torcere ma senza frustrare troppo il giocatore.

 

Contro

Linearità: Si lamenta una certe tendenza del gioco a proseguire su binari prestabiliti, una scelta che non tutti ritengono la migliore per un titolo come Pokémon.

Acquista su Amazon.it (€48.99)

 

 

 

Giochi Rpg per Nintendo Switch

 

5. Nintendo Fire Emblem: Three Houses 

 

Sia i fan storici della serie Fire Emblem sia quanti erano in attesa di un buon gioco Rpg per Nintendo Switch possono tirare un bel sospiro di sollievo. Il titolo di Intelligent Systems infatti porta una ventata nuova nel franchise e offre diverse di divertimento e pianificazione prima di giungere ai titoli di coda.

Da come si vede nel titolo, il giocatore sarà chiamato a scegliere in un certo momento del gioco per una delle tre casate presenti nel fantastico regno di Fódlan. Oltre ai combattimenti, il titolo ci mette nei panni di un’insegnante di nome Byleth, con un fitto calendario di lezioni e missioni principali e secondarie da svolgere nell’immenso monastero di Garreg Mag. 

A questa dimensione quasi scolastica, in cui si seguono gli otto studenti di ogni casata e si vanno a potenziare i diversi profili, segue una seconda parte del titolo in cui la componente strategica e la difficoltà degli scontri cominciano a prendere la meglio. Svolgimento e trama si snodano lungo percorsi e finali diversi, così da donare al tutto un buon livello di rigiocabilità con la scelta di una casata differente.

 

Pro

Originalità: Rispetto alla storia classica di Fire Emblem, il titolo per Switch cerca di mescolare un poco le carte in tavola, con un’anima gestionale e di crescita che si affianca a quella strategica.

Longevità: Se si sceglie il livello normale, il gioco offre una quarantina di ore di gioco. Un numero che tende ad alzarsi se si passa al livello difficile.

Realizzazione: Il lavoro svolto da Intelligent Systems si vede sia a schermo interno sia in versione portatile, con una buona definizione del campo di gioco e dei personaggi coinvolti nello scontro.

 

Contro

Parte iniziale: La scelta di giustificare la crescita dei personaggi all’interno della cornice di una scuola, potrebbe sembrare troppo banale e infantile per chi è in cerca di un prodotto più maturo.

Acquista su Amazon.it (€47.99)

 

 

 

Giochi sportivi per Nintendo Switch

 

6. EA Fifa20 – Legacy

 

Ogni anno tra i prodotti più venduti on line figura un rappresentante della categoria dei giochi sportivi. Il calcio e il basket la fanno spesso da padroni e in questo caso la scontro si gioca su un campo a undici, con la versione più aggiornata di Fifa20 che arriva sulla console ibrida Nintendo. In comparazione con le altre versioni arrivate sulla console Sony e Microsoft, il titolo ha subito diverse limitazioni, così da renderlo giocabile e divertente sfruttando la diversa potenza di calcolo della console Nintendo.

Una volta collegato alla dock station, si nota come la qualità visiva sul televisore di casa si mantiene su un buon livello, con una fluidità che non perde un colpo nel corso dell’azione di gioco. Divertente anche in locale, con un buon livello di sfida per chi vuole dividersi i due joycon, il titolo Nintendo permette di affrontare anche le competizioni internazionali come la Champions League, la  Supercoppa Europea e l’Europa League.

Presente anche la modalità Ultimate Team, con cui si può creare da zero una propria squadra scegliendo tra una rosa di giocatori. Queste le qualità di uno dei giochi sportivi per Nintendo Switch più interessanti a tema calcistico.

 

Pro

Giocabilità: Riportata a una struttura più essenziale, ogni partita di FIfa20 – Legacy conserva quello spirito agonistico che equivale a divertimento e a ore trascorse in compagnia.

Portabilità: Una volta attivata la modalità portatile, il dettaglio scende a 720P ma la fluidità di gioco non ne risente, così da proseguire senza cali di frame rate.

Sfide: Oltre al campionato e alla modalità Ultimate Team, il gioco offre anche sfide internazionali con cui mettersi alla prova fino al 90” minuto.

 

Contro

Poche innovazioni: Rispetto all’edizione dello scorso anno non sono state aggiunte novità così eclatanti da parte di EA.

Acquista su Amazon.it (€29.65)

 

 

 

Giochi di avventura per Nintendo Switch

 

7. Nintendo Luigi’s Mansion 3

 

Torna in questo terzo capitolo il fido compagno di avventure (nonché fratello) di Mario. Protagonista dei due capitoli precedenti, il “temerario” Luigi dovrà confrontarsi con le insidie e i fantasmi nascosti tra le lugubri pareti dell’hotel Miramostri. In un tripudio di grafica ed effetti di trasparenza, il terzo capitolo segna un ritorno con il botto per uno dei giochi di avventura per Nintendo Switch più divertenti e riusciti degli ultimi anni.

Con un sottile humor nero e imbracciando il fido aspirapolvere Poltergust, Luigi e il giocatore con lui, saranno chiamati a una salita verticale vertiginosa e traboccante insidie dietro ogni angolo. Il game design è studiato per consentire una perfetta progressione lungo i tanti piani che compongono l’hotel infestato, con una varietà di location che donano brio a ogni partita.

È proprio questa componente esplorativa a dare un tocco eccezionale a ogni sessione di gioco, con tutta una serie di enigmi ambientali lasciati alla curiosità e all’inventiva del giocatore.

 

Pro

Livello di sfida: Pur non toccando mai vette insuperabili e con una difficoltà media estremamente accessibile, Luigi’s Mansion 3 coinvolge il giocatore in un’esplorazione divertente e soddisfacente.

Stile: Il titolo Nintendo presenta una grande varietà di situazioni e momenti in cui è evidente il gran lavoro di design svolto dalla casa di Kyoto.

Longevità: La scelta di un sistema di progressione a piani, permette di esplorare per lungo e per largo le tante stanze che compongono questo hotel infestato.

 

Contro

Varietà: Sul fronte della tipologia di fantasmi che si possono affrontare Nintendo avrebbe potuto puntare su una maggiore diversificazione degli stessi. 

Acquista su Amazon.it (€48.99)

 

 

 

Giochi per Nintendo Switch 2021

 

8. NIS America La-Mulana 1 & 2: Hidden Treasures

 

Gli amanti dello stile 8-bit, incuriositi dall’aspetto accattivante che strizza l’occhio alle perle del passato non devono lasciarsi ingannare. La Mulana nasconde infatti sotto un’apparente linearità, un intricato sistema di esplorazione che spremerà fino all’ultimo le vostre care meningi. 

Nei panni di un novello Indiana Jones sarete chiamati ad esplorare quadri e stanze ricche di insidie e trappole, per poi arrivare agli scontri con temibili boss di fine livello. Il bello di tutto ciò sta nella complessità degli enigmi e nell’alta mortalità a cui il gioco vi sottopone. Quindi siete avvertiti: se la pazienza non è tra le vostre migliori doti, allora è bene guardare altrove.

In caso contrario se volete accettare la sfida, a un prezzo tra i più economici, potete portarvi a casa i due capitoli di La Mulana e trascorrere così molte e molte ore in compagnia di uno dei migliori giochi per Nintendo Switch del 2021.

 

Pro

Sfida: Il livello di pazienza e la voglia di spingere il giocatore a sfruttare al massimo mano e cervello. Questi gli ingredienti unici di La Mulana.

Gameplay: La struttura dei dungeon e la presenza di enigmi accattivanti spingono il giocatore a trovare in tutti i modi una via d’uscita per sfuggire alle insidie nascoste.

Longevità: Una volta iniziata l’esplorazione, passeranno veramente molte ore prima di rivedere la luce e mettere la parola fine a questa avventura.

 

Contro

Innovazione: Il porting su Switch non aggiunge alcuna novità alla formula presente già sulle altre console e su PC.

Acquista su Amazon.it (€47.52)

 

 

 

Guida per comprare un buon gioco per Nintendo Switch

 

Avete acquistato una Nintendo Switch? Avete fatto bene. Il bello però arriva ora, nel momento di scegliere quale titolo provare e come sfruttarlo nel migliore dei modi. 

Nelle righe che seguono abbiamo inserito alcuni consigli di massima su aspetti e note di cui tenere conto per chi è ancora indeciso su quale gioco per Nintendo Switch comprare.

La scelta del formato

Al giorno d’oggi, chi ha problemi di spazio o preferisce evitare di uscire per andare alla ricerca del fatidico gioco tanto atteso, può finalmente tirare un bel sospiro di sollievo.

Anche Nintendo dispone di uno store digitale attraverso cui si possono acquistare i nuovi titoli che più si desiderano. 

Si tratta di un’opportunità interessante, specie in presenza di offerte e che in comparazione con la copia fisica del gioco ha dalla sua un costo leggermente inferiore. Alcuni titoli poi godono in versione digitale di promozioni e un accesso che consente di scaricare anche con qualche ora di anticipo la versione on line direttamente sulla console.

In questo modo si può dare il via da subito al divertimento. In questa maniera avete le idee ben chiare su dove poter acquistare un titolo che pensate possa fare al caso vostro.

 

Un mondo di generi

La bellezza del catalogo Nintendo sta tutta nell’enorme varietà offerta ai giocatori. A partire dal lancio infatti la casa giapponese ha sempre più allargato la sua partnership con terze parti e software indipendenti, rendendo così fruibili contenuti e giochi che si staccano dal solito gioco prodotto dalla casa madre. 

Si va dai titoli action, passando per i puzzle game, con versioni riadattate anche di titoli con una grande giocabilità, convertiti spremendo come si deve la piccola console ibrida della casa di Kyoto. Quindi l’importante è informarsi sui titoli che più possono interessarvi, tenendo in conto anche la doppia dimensione fissa e portatile.

Alcuni giochi più esosi in termini di risorse girano mediamente meglio via dock station, ovvero una volta posizionata la console sulla sua base. Altri giochi poi funzionano benissimo anche in portabilità, con la differenza di tenere sempre un occhio al consumo della batteria e non ritrovarsi con il gioco che si spegne sul più bello.

 

L’importanza della giocabilità

Quanti scelgono una console Nintendo mettono in conto una grafica e uno stile generale dei titoli, molto differente rispetto alle controparti Sony e Microsoft. È ciò che definiamo in poche parole il “Nintendo Touch”. Riuscire a spiegare bene di cosa si tratti non sempre è così semplice ma proviamoci. 

In sostanza è una filosofia e un modo di creare videogiochi con un’atmosfera e un mood in cui a prevalere è il piacere e il sano divertimento, con un livello di difficoltà che non arriva mai a toccare picchi insormontabili e una frustrazione eccessiva per la salute e la pazienza del videogiocatore.

Gran parte dei titoli targati Nintendo, in particolare quelli dedicati a personaggi come Mario, Luigi e i Pokémon sono dei perfetti rappresentanti di questa categoria di gioco. Coloratissimi e con un ritmo a volte energico e a volte più compassato, presentano delle modalità in cui si può affrontare da soli o in compagnia l’avventura, con un sorriso sul viso che fa parte di questa scelta stilistica. Per fortuna la ludoteca digitale guarda anche ai giocatori più esigenti, facendo convivere questa dimensione quasi familiare con un’attitudine più hardcore e matura.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come scaricare giochi gratis per Nintendo Switch?

Nintendo ha messo sempre pochi titoli gratuiti sullo store digitale. Questo è l’indirizzo a cui puntare per chi vuole dare un’occhiata, ovvero la pagina dedicata all’eShop Nintendo. È facilmente individuabile per il colore arancione e il logo che richiama la forma di una borsa con manici. Una volta cliccato sull’icona si accede allo store dedicato.

 

Quanto costano i giochi della Nintendo Switch?

Mediamente il costo di un titolo appena uscito per Nintendo arriva sui cinquanta euro per poi variare nel tempo con titoli che arrivano anche a trenta e venticinque euro. I fattori che determinano la differenza di prezzo sono la novità del titolo e la grandezza del gioco, i giochi targati Nintendo sono tra quelli più cari presenti in catalogo mentre i titoli sviluppati da terze parti hanno un costo inferiore. Non è detto però che manchino promozioni e prezzi bassi per i titoli di lunga data diventati ormai grandi classici, inoltre è disponibile un fiorente mercato di giochi usati.

 

Dove scaricare i giochi per Nintendo Switch?

I giochi per Nintendo Switch si possono scaricare sulla memoria interna della console oppure su una scheda micro SD da comprare a parte. Verificate sempre la grandezza del titolo che state scaricando, in modo da organizzare e capire se la memoria interna della Switch ha lo spazio necessario per il download.

 

 

 

Come sfruttare al meglio un gioco per Nintendo Switch

 

Nelle righe che seguono la redazione ha scritto alcuni consigli per chi è nuovo rispetto al mondo delle console e vuole capire bene come gestire una console ibrida come quella Nintendo. Suggerimenti che riguardano anche come scegliere dei buoni giochi per Nintendo Switch.

La doppia anima della console

La bellezza e gran parte del successo della Nintendo Switch sta nella sua natura duplice.

Da un lato console fissa con cui sedersi sul divano e giocare a schermo intero collegandola al televisore tramite cavo HDMI, oppure supporto portatile con cui poter girare per casa o andare all’aperto, avendo sempre a portata di mano il proprio titolo preferito. 

Per questo motivo è bene munirsi di una custodia adeguata per il trasporto, verificando poi anche la batteria restante sul dispositivo. Diciamo che a batteria completamente carica, la console regge bene per circa tre orette.

Molti dei giochi per le console di nuova generazione danno il meglio quando affrontati in multiplayer, ovvero con uno o più “compagni d’avventura” (che possono anche essere dei perfetti sconosciuti, nel caso del multiplayer online). Nintendo Switch propone molti giochi pensati per il divertimento di gruppo, in famiglia o con gli amici, non solo via Internet ma condividendo lo stesso schermo, un po’ come si faceva prima del nuovo millennio e dell’enorme successo del gioco online.   

 

Uso consapevole

Anche se il marchio Nintendo si è spesso distinto per titoli e messaggi che invitano a far delle pause e a interrompere di tanto in tanto una run di gioco, spetta in primis all’utente imparare a gestire un passatempo per quello che è. 

Per questo datevi sempre un limite massimo, soprattutto in presenza di bambini molto piccoli e non superate mai l’ora continuativa senza fare una pausa di gioco. La gestione di questi aspetti, insieme anche a una considerazione responsabile sull’uso che diventa esagerato di un gioco, vi permette di continuare a godere delle vostre passioni in modo responsabile e attento.

Manutenzione

Una volta conclusa una partita, vi suggeriamo di controllare che il controller sia posizionato in modo corretto, così da potersi caricare in modo da servire a chi vuole optare per la portabilità. 

Un altro elemento di cui tenere conto è quello della copertura e protezione dello schermo. Una pellicola può essere una prima soluzione percorribile ma sono disponibili anche diverse altre protezioni in plastica rigida con cui poter salvaguardare lo schermo della console.

 

 

Categories
Accessori console

I 7 migliori volanti per PS4 del 2021

 

Volanti per PS4 – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni

 

Il piacere e il gusto offerto da un supporto specifico per un gioco di guida, innalza il livello dell’esperienza e di coinvolgimento a vette spesso inimmaginabili. Il nostro focus si concentra oggi sulla PS4 e sui migliori volanti del 2021. Thrustmaster Volante F1 Wheel “ADD-ON” è una replica fedele del miglior volante dell’auto da corsa a marchio italiano. Si punta al massimo sul realismo dell’esperienza di guida, con le leve del cambio “push & pull” che imitano perfettamente la controparte reale. Una seconda scelta altrettanto interessante arriva poi da Logitech G29 Driving Force Volante da Corsa con Pedali. Qui, oltre al sistema di guida e di gestione delle curve e rettilinei, si hanno anche i pedali con cui gestire marce, frenate e velocità del mezzo.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

I 7 migliori volanti per PS4 – Classifica 2021

 

 

Volante per PS4 F1

 

1. Thrustmaster Volante F1 Wheel “ADD-ON”

 

Il marchio Thrustmaster ha una lunga tradizione nella creazione di periferiche da gioco. Non delude neppure sul fronte degli add-on sportivi, con questo volante per PS4 F1 a occupare il primo posto dei nostri consigli d’acquisto. Il richiamo alla Formula 1 è evidente a partire dal nome, con in più l’omaggio al cavallino rampante fin nei minimi particolari. 

Molto buona la compatibilità del supporto con tutti gli altri sistemi di guida progettati da Thrustmaster. Realizzato su licenza ufficiale, il volante richiama nello specifico il suo corrispettivo del 2011, con un comodo rivestimento in gomma così da non perdere aderenza e affrontare con la traiettoria corretta la prossima curva. 

In tanti hanno poi gradito la struttura delle leve del cambio, con un sistema Push & Pull che esalta e omaggia l’originale. Le numerose manopole rotanti sono la classica ciliegina sulla torta, così che l’utente possa modificare e cambiare l’assetto e il profilo di guida durante la gara.

 

Pro

Fedeltà: Quanti amano le repliche realizzate con cura, dedizione e rispetto per il marchio originale, troveranno nel volante F1 Wheel la risposta alle proprie domande. Con una cura dei dettagli non solo estetica ma d’impatto anche sul fronte videoludico.

Settaggi: Il volante presenta due leve del cambio con funzionamento Push & Pull, in pieno rispetto della linea originale montata sulla macchina da corsa.

Compatibilità: Il volante possiede una sua versatilità che lo rende adatto anche ad altri supporti Thrustmaster, così da avere una buona risposta anche su set più complessi ed articolati, con pedali e base di appoggio.

 

Contro

Rotelline: Il sistema di gestione dei valori della macchina, non sempre viene riconosciuto in modo adeguato dalla console, con una mancata programmabilità e personalizzazione.

Acquista su Amazon.it (€159)

 

 

 

Volante per PS4 Logitech

 

2. Logitech G29 Driving Force Volante da Corsa con Pedali

 

Come scegliere un buon volante da corsa per PS4? Sembra che Logitech abbia preso in seria considerazione questa domanda. A partire dal software con cui la casa produttrice ha scelto di gestire controlli e personalizzazioni dei comandi, per poi passare alla compatibilità, che si allarga a PS4 e PC. Il volante è realizzato in pelle e cucito a mano, con una versatilità di movimento pari a 900°. 

Il punto forte è però rappresentato dai due motori interni, pensati per offrire un adeguato feedback nel momento in cui il terreno comincia a variare o durante un cambio di marcia. Un sistema di ritorno di forza che innalza a un livello impensabile il feeling di guida, con sterzate, derapate e cambi di terreno che si trasmettono veramente al meglio attraverso le vibrazioni e le sensazioni rilasciate anche in zona pedali.

La presenza di leve e pedali a diretto contatto con il pavimento vanno a costituire poi il tocco finale con cui poter sentirsi veramente parte del mondo delle corse. Insomma il volante per PS4 Logitech funziona a dovere, con un contorno tra guida e pedali molto interessante.

 

Pro

Costruzione: La resa con cui è gestito ogni componente del volante, dai cuscinetti a sfera in acciaio per poi passare alle leve e al rivestimento in pelle. Tutto è progettato per durare a lungo.

Feeling: Facendo affidamento sul sistema di feedback e ritorno di forza contenuto all’interno dello sterzo, il gioco viene letteralmente trasportato in pista, così da sentirsi parte integrante della macchina.

Kit: La proposta Logitech unisce da un lato il piacere della guida e dall’altro il supporto per un tipo di esperienza che coinvolge non solo le braccia ma anche la zona dei piedi, con un sistema a pedali che risponde al meglio a tutte le sollecitazioni.

 

Contro

Cambio manuale: La risposta del cambio non sempre risulta troppo precisa e affidabile, motivo per cui si lamenta una scarsa resa sotto questo punto in particolare.

Acquista su Amazon.it (€229.99)

 

 

 

Volante per PS4 Ferrari

 

3. Thrustmaster T150 Ferrari Force Feedback Volante

 

Struttura compatta e un sistema  di gestione del movimento del volante. Questi alcuni degli spunti da cui partire per analizzare la proposta Thrustmaster T150. Forte di un software integrato per cui la console riconosce il volante appena collegato, la periferica consente di mettersi subito in pista, così da testare il feedback di guida.

Dai pareri, molti lo considerano il migliore volante per PS4 in questa categoria di prezzo. Anche qui il logo Ferrari campeggia in bella vista, con un supporto che passa anche al sistema di pedali. Il sistema base 1080° rende intensa e appassionata la guida, così da gestire passaggi, cambi di velocità, curve e derapate, sentendo realmente tutto attraverso il volante, così da vivere un’esperienza quanto più immersiva e coinvolgente.

La precisione del volante passa poi per un sistema di lettura delle informazioni con una tecnologia ottica a 12 bit.  In più i pulsanti della PS4 sono integrati in modo funzionale al supporto, con la possibilità di condividere i risultati e gestire tutto anche via volante.

 

Pro

Montaggio: Il sistema di fissaggio del volante ben si adatta a gran parte delle superfici di appoggio, con in più una regolazione dello sterzo così da poter girare da 270° fino a 1080°, così da avere il pieno controllo della macchina.

Tecnologia: Grazie al sistema Immersion TouchSense si sentono le vibrazioni e il feeling di una guida su pista, Con in più le sponsorizzazioni tipiche di un volante per PS4 Ferrari.

Convenienza: Di fronte all’aggiunta di un sistema efficace e divertente di pedali, con in più tutto il supporto necessario per chi desidera un feedback alla guida responsivo e preciso, si nota come la proposta Thrustmaster sia decisamente ben equilibrata, specie per chi ama i prezzi bassi.

 

Contro

Rumoroso: Si lamenta una certa rumorosità nel momento delle sterzate, un aspetto che non tutti i nuovi utenti hanno gradito allo stesso modo.

Acquista su Amazon.it (€153.41)

 

 

 

Volante per PS4 Hori

 

4. Hori Rwa Racing Wheel Apex Volante 

 

Il marchio Hori gioca sulla licenza ufficiale Sony e realizza così un volante altamente compatibile e performante dal punto di vista delle prestazioni e del fissaggio. Con un angolo di rotazione di 270° permette di girare e realizzare manovre durante la sessione di gioco. Con la tecnologia di vibrazione TouchSense trasmette un’ottima sensazione di feedback alla guida, così da far sentire la strada e i cambiamenti che si realizzano curva dopo curva. 

In comparazione con altri volanti venduti on line, offre un’ampia compatibilità con lo console Sony e anche con il PC. Una versatilità ideale per chi cerca un’esperienza di guida realistica e coinvolgente e che il volante per PS4 Hori sa donare.

L’unione poi con pedali che rispondono in modo accurato e preciso alle sollecitazioni, completa il quadro di un supporto che si fissa al meglio a una superficie d’appoggio, grazie alla combinazione di ventose oppure all’utilizzo di un morsetto con cui bloccare tutto a un tavolo d’appoggio.

 

Pro

Gestione: Con la presenza nella zona centrale del volante dei pulsanti di controllo tipici della PS4, l’utente riesce a gestire attraverso il volante tutte le operazioni.

Stabilità: Il volante tende a sfruttare al meglio tutti gli elementi di posizionamento, dall’utilizzo di alcune ventose per poi passare anche a un comodo morsetto da fissare a un tavolo.

Efficacia: Una volta collegato, il volante viene riconosciuto immediatamente dal sistema, in modo tale da poter subito iniziare la gara. 

 

Contro

Configurazione: L’assenza di un manuale con note e informazioni più dettagliate, costringe l’utente a lunghe sessioni per il settaggio ideale del volante. Un’operazione che sarebbe stata più rapida con delle istruzioni migliori.

Acquista su Amazon.it (€92.99)

 

 

 

Volante per PS4 T300

 

5. Thrustmaster Racing Wheel T300 RS Volante

 

Se vi state domandando quale volante comprare, il modello per PS4 T300 saprà convincervi delle qualità messe in campo. Con il suo Force feedback dona alla guida una sensazione di realismo senza pari, frutto di un motore interno brushless che lavora al meglio per donare all’esperienza di guida quella marcia in più che punta dritta verso l’arrivo.

Si tratta di un volante ad alta precisione, anche per merito di un sistema interno e di una tecnologia a sensori magnetici che non perde smalto con il passare del tempo. Grazie alla modalità Quick Release si può sganciare il volante dalla sua base d’appoggio, così da sostituirlo con un altro tipo più adatto per una corsa di rally.

Il corpo poi è interamente in metallo, così da mantenere al meglio il feeling e quel peso caratteristico dei prodotti di qualità. Un discorso che tocca anche la zona dei pedali. Se volete sapere dove acquistare questo modello date un’occhiata al link sottostante. 

 

Pro

Materiali: Uno dei modelli di punta del brand Thrustmaster è interamente realizzato in acciaio, con tutti i tasti e i pulsanti collocati nella zona frontale del volante.

Gestione guida: Grazie a un volante con una rotazione che va da 270° fino a 1080°, si capisce subito l’ampio range offerto da questo supporto. Le due ampie leve del cambio sempre sul volante migliorano e velocizzano poi le operazioni in gara.

Sistemazione: Il volante può posizionarsi su un tavolo o una base stabile, il sistema di attacco e stacco del supporto offre poi agli utenti la possibilità di cambiare anche tipo di volante, sostituendolo con un altro Thrustmaster compatibile.

 

Contro

Resistenza pedali: Si evidenzia una certa limitazione nella risposta dei pedali durante la frenata, una mancanza che ha lasciato l’amaro in bocca ai puristi della guida.

Acquista su Amazon.it (€349.99)

 

 

 

Volante per PS4 Farming Simulator

 

6. Logitech Farming Simulator Controller

 

Avere a casa un buon volante non significa solo gare ad alta velocità e sfide al miglior tempo. Lo ha ben capito Logitech che ha creato un volante per PS4 dedicato al gioco Farming Simulator. La struttura si compone di un volante, un set di pedali e un pannello laterale che dona al tutto quel tocco di professionalità e controllo indispensabile per un titolo del genere.

Il collegamento con titoli gestionali legati alla guida di mezzi agricoli è la chiave di volta per capire la ricchezza delle opzioni che un supporto del genere sa offrire. Da una parte abbiamo il volante, con un angolo di rotazione massima di 900°, con in più la manopola che aiuta a girare il volante anche con una sola mano. 

Con i due joystick analogici integrati si possono monitorare altre operazioni, sfruttando poi il supporto dei pedali nella parte inferiore per portare avanti il mezzo. Grazie al pannello laterale si possono attivare strumenti nel gioco e attività come la raccolta dei campi e la sistemazione delle scorte. Con ben 25 tasti personalizzabili c’è solo l’imbarazzo della scelta.

 

Pro

Bundle: Con l’acquisto del kit ci si porta a casa, un volante robusto, pedali comodi e sensibili alle diverse sfumature di gioco. In più il pannello di controllo laterale offre diversi approcci al lavoro e alla conduzione dei mezzi agricoli.

Tenuta: I materiali di cui è composto il volante sono fatti per durare nel tempo, con un buon livello di personalizzazione così da soddisfare esigenze di gioco differenti.

Gestione: La ricchezza dei tasti, sia sul volante sia sul pannello, migliora molto il modo di approcciarsi al mezzo e di controllare tutta la produzione agricola e anche le attività laterali.

 

Contro

Collegamento: Alcuni utenti segnalano alcune criticità nella connessione e nel riconoscimento di tutte le parti che compongono la periferica di gioco. Una mancanza che costringe spesso a continui settaggi in tal senso.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Volante e pedali per PS4

 

7. Subsonic – Drive Pro Sport – Volante da corsa

 

Il supporto Subsonic si compone di un volante e pedali per PS4 dal costo contenuto e dall’ampia compatibilità. Infatti oltre alla console Sony è possibile collegare il bundle anche a una PS3, un PC e un Xbox One. L’importante per il Pc è procedere a un aggiornamento dei driver così che tutto funzioni per il meglio.

Sono tre gli stili e le modalità di guida tra cui scegliere, Arcade, Pro ed Expert. Così l’utente può selezionare un approccio più rilassato e improntato maggiormente al divertimento se il titolo ha un’impostazione più arcade, per poi cambiare assetto se la fisica e il realismo la fanno da padroni.

Tutta la struttura si sviluppa in orizzontale, con tutta una serie di tasti e pulsanti personalizzabili, per un migliore adattamento al titolo a cui si sta giocando. Il volante poi effettua una rotazione massima di 270° e delle vibrazioni capaci di restituire il feeling e il mood di una vera gara automobilistica.

 

Pro

Convenienza: Il volante Subsonic ha dalla sua uno dei prezzi più bassi nella categoria. Un elemento positivo che se aggiunto a una buona qualità costruttiva diventa un punto forte del supporto.

Versatilità: La scelta di tre profili diversi tra cui poter scegliere consente di affrontare in modo adeguato ogni sfida secondo la tipologia di guida che si vuole impostare.

Collegamento: Una volta tolto dalla confezione, il volante può essere posizionato su una tavolo così da avere una base di appoggio stabile, oppure anche sulle ginocchia, grazie alla forma ergonomica.

 

Contro

Ventose: Il sistema di collegamento con cui fissare a un tavolo il volante non sempre si mantiene stabile e ben posizionato come si vorrebbe. Una mancanza su cui sarebbe bene che il produttore facesse attenzione.

Acquista su Amazon.it (€113)

 

 

 

Accessori

 

Supporto volante per PS4

 

Wheel Stand Pro Supporto per Logitech G29/920/27/25

 

Un buon carrellino su cui collocare da una parte il volante e dall’altra anche la parte dedicata ai pedali. Solidità e versatilità che ben si adattano a diversi modelli di volante, con in più una variazione e modifica dell’altezza che sposa configurazioni e zone diverse. 

Una volta conclusa la partita, è possibile rimettere tutto al suo posto, grazie anche a un sistema di chiusura che premia il minimo ingombro e che consente anche un’ottima e funzionale inclinazione dello sterzo. In tanti confermano poi la robustezza e la tenuta anche in quei volanti dotati di Force Feedback, così da conservare anche un’esperienza di guida, la più realistica possibile.

Acquista su Amazon.it (€126.32)

 

 

 

Postazione volante PS4

 

Playseat Evolution Black – postazione

 

Per chi non ha problemi di spazio in casa, la soluzione offerta da Playseat si definisce al meglio come un set completo con cui poter guidare e vivere in modo quanto più realistico la guida del mezzo. 

Il sedile è comodo e pratico, con in più una base regolabile con cui si può impostare e mantenere ben sollevato il volante. Con i fermi appositi è poi possibile gestire e regolare altezza e inclinazione del supporto. Una zona è poi dedicata ai pedali, anche qui con diverse regolazioni e un sistema di posizionamento che punta al massimo della comodità e della praticità d’uso per l’utente.

Acquista su Amazon.it (€300.47)

 

 

 

Guida per comprare un buon volante per PS4

 

Al momento di scegliere un supporto con cui vivere al meglio la sfida su pista, è essenziale prendere alcuni punti fermi così da avere una guida affidabile. Selezionare tra le offerte e i prodotti più venduti, con in più alcuni consigli mirati, permette di affrontare l’acquisto con una consapevolezza maggiore e magari acquistare anche un prodotto più economico ma ugualmente funzionale.

Pezzo unico o bundle

Gran parte delle volte il volante viene venduto insieme alla parte dedicata ai pedali. A seconda del modello e della tipologia, non sempre la spesa e il livello dei due elementi è simile, con una delle periferiche che brilla maggiormente per qualità costruttiva o per il feedback durante la guida.

Controllate dunque con attenzione i pareri degli altri utenti, così da potervi fare un’idea migliore sull’oggetto a cui state mirando. Importante poi quando si parla di volanti da gioco, capire la grandezza e l’ingombro del prodotto, in modo da verificare che ci sia spazio in casa o nell’ambiente che si è scelto come location di gioco.

 

Grandezza e ingombro

La compatibilità è un’altra questione che può far pendere da un lato o dall’altro l’ago della bilancia. In tanti infatti possiedono a un computer, fisso o portatile e sono interessati a collegare il volante sfruttando console e PC. Vi suggeriamo così di tenere in considerazione questo aspetto, dal momento che non tutti i dispositivi vengono riconosciuti con la stessa facilità da certi sistemi operativi.

Il sistema di fissaggio è un altro elemento che può dare da pensare ai piloti digitali. Alcuni volanti hanno una struttura leggera e possono essere posizionati anche sulle ginocchia, mentre altri sono più pesanti e occorre avere una base di appoggio stabile e ampia quanto basta. 

Esistono tipologie che hanno una serie di ventose così da essere bloccate sulla zona d’attacco adatta. Altri invece giocano con dei fermi gestibili secondo necessità e che si fissano nella parte inferiore del tavolo per poi essere rimossi al termine della gara.

Qualità dell’esperienza di guida

In tanti poi cercano nei nuovi volanti, quei pulsanti e le leve tipiche della PS4. Per questo numerosi volanti riproducono fedelmente sia le frecce direzionali sia i bottoni presenti su un pad. In questo modo si può accedere ai diversi menù, con in più anche l’opzione di sfruttare il volante come un controller aggiuntivo qualora ce ne fosse bisogno.

Tra le qualità da tenere presenti c’è poi la vibrazione e il famoso Force Feedback. Si tratta di un motore interno al volante capace di restituire il feeling di un cambio di terreno o di una derapata, trasmettendo questi elementi direttamente sulle mani e le braccia di chi sta guidando. 

Nei modelli poi di fascia alta la qualità della copertura del volante consente una presa ottima anche dopo diverse ore di gioco, con le leve del cambio direttamente sul volante, per una gestione delle curve e dei rettilinei che non lascia delusi anche i più esigenti.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come configurare il volante sulla PS4?

Modelli diversi hanno diverse configurazioni ma quasi tutti hanno in comune la necessità di passare direttamente dal cavo di collegamento USB con cui si mettono in comunicazione il volante e la console. 

Per prima cosa sarebbe ideale aggiornare il software del volante attraverso il CD di installazione, così che tutto il software risulta alla sua versione definitiva. A questo punto è possibile collegare il volante alla console e una volta premuto il pulsante ps sul volante in modo che la console lo riconosca. Per i settaggi più delicati e le personalizzazioni più precise è bene procedere una volta entrati nelle opzioni di gioco.

 

Come collegare il volante alla PS4?

Anche in questo caso tutto passa dal cavo USB con cui poter collegare il volante alla console. Quindi una volta aperta la confezione e scartato il tutto vi suggeriamo di procedere al collegamento del cavo nell’apposito spazio dove collegate sempre il controller della PS4.

La console dovrebbe a quel punto riconoscere la periferica e consentirvi di dare il via alla gara e ai settaggi necessari.

 

Dove comprare il volante per la PS4?

La scelta di un supporto alla guida può passare sia dai negozi fisici, dedicati al mondo dei videogiochi, sia attraverso gli store on line. Poter confrontarsi da un lato con personale preparato e competente può aiutare a ridurre la cerchia dei possibili volanti adatti alle vostre esigenze, mentre le proposte che si trovano on line beneficiano a volte di sconti e offerte a tempo, ideali per i nuovi utenti e per chi predilige i prezzi bassi.

 

 

 

Come sfruttare nel migliore dei modi un volante per PS4

 

Per chi è alla prima esperienza con l’acquisto di un volante, la nostra redazione ha raccolto una serie di consigli e suggerimenti che speriamo possano tornare utili prima e dopo l’acquisto del supporto.

Collocazione e posizionamento

Uno dei primi elementi che bisogna prendere in seria considerazione è quello legato all’ingombro e allo spazio che un volante necessita nella zona gaming. Alcune tipologie, da un lato possono essere posizionate sulle ginocchia durante tutta la sessione di gioco mentre altri hanno bisogno di un tavolo o di una base d’appoggio aggiuntiva. Tutto è poi legato anche al tipo di giocatore che siete. Alcuni utenti gradiscono un’immersione totale, con i pedali e una seduta di gioco comoda e avvolgente, mentre altri si accontentano delle emozioni che il volante sa trasmettere.

Certo è innegabile che riuscire a ricostruire una postazione di guida quanto più somigliante a quella di un’auto da corsa o da rally contribuisce in modo strepitoso al coinvolgimento. Certo non tutti hanno la possibilità di ritagliarsi uno spazio di questo tipo, sia per il costo dei vari accessori (volante, pedaliera, sedile…) sia anche per una mera questione di ingombri. 

 

Compatibilità

Per chi possiede anche un computer è bene verificare che il volante supporti questa seconda opzione. Si ha così un duplice supporto, che passa da un lato sul fronte console e dall’altro non rinuncia a trasportare questa esperienza nel mondo PC. Acquistare così un prodotto del genere amplia l’utilizzo del volante anche per chi non possiede una console ma vuole sfruttare al meglio tutto il parco titoli disponibile su personal computer.

Attenzione anche a non fare confusione con i modelli realizzati per le altre console, in particolare, visto che qui parliamo di PS4, per la Microsoft Xbox One oppure per i modelli per le macchine di Sony più vecchie. Solitamente la compatibilità è messa ben in evidenza ma un controllo in più di certo non guasta. 

Qualità costruttiva

La bontà di un prodotto ben costruito si vede dalla quantità di acciaio presente sul volante e dalle diverse feature che ne costituiscono l’essenza. La resa delle vibrazioni e il feeling di trovarsi veramente su un mezzo da corsa, questi sono i due punti forti che riescono davvero a fare la differenza. Oltre a questo c’è anche la rotazione e la bontà della copertura. In alcuni volanti il primo elemento consente di ruotare il volante fino a un massimo di 1080°, con un rivestimento in similpelle che dona il giusto grip al supporto così da non perdere concentrazione e la presa curva dopo curva.

 

 

Categories
Accessori gaming

Le 8 migliori sedie da gaming del 2021

 

Sedie da gaming – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni

 

Per i giocatori più esigenti, avere una sedia da gaming comoda e pratica è quasi un obbligo. In tanti poi ne hanno veramente bisogno, specie chi si dedica agli e-sports e trascorre diverso tempo davanti lo schermo. Tra i primi modelli che rientrano nei nostri consigli d’acquisto vogliamo inserire Trust Gxt 705 Ryon Sedia Gaming Ergonomica che si caratterizza per una buona struttura, con due braccioli imbottiti perfetti per chi ha bisogno di un appoggio funzionale per le braccia, con in più un sistema di inclinazione dello schienale e un sollevamento a gas di livello 4 pensato per la massima personalizzazione. Sparco Gaming Stint Sedia da Gaming porta nel mondo dei videogiochi tutta la conoscenza e la preparazione di un brand famoso per le sue sedute sportive e per le supercar personalizzate da appassionati di tuning. Importante il meccanismo antiribaltamento e i braccioli 4D, pensati per trovare la migliore posizione in altezza e inclinazione, con uno schienale imbottito e progettato per ridurre al minimo la sudorazione.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 migliori sedie da gaming – Classifica 2021

 

 

Sedia da gaming Trust

 

1. Trust Gxt 705 Ryon Sedia Gaming Ergonomica

 

Per chi apprezza i prezzi bassi e vuole provare una via di mezzo tra i prodotti più blasonati senza però rinunciare alla comodità, può guardare con fiducia alla sedia da gaming Trust.

Si tratta di un modello economico, in comparazione ad altre tipologie presentate da questa casa ma che sa coccolare come si deve il videogiocatore.

Lo schienale imbottito, richiama alla memoria la forma e l’ergonomia di un sedile di un’auto sportiva, con uno spessore adeguato a mantenere al meglio la schiena, con un materiale in finta pelle sintetica. La rotazione copre i 360° così da potersi muovere liberamente nello spazio anche in presenza di schermi multipli o per prendere senza alzarsi qualcosa alle vostre spalle.

Interessante anche il sistema di regolazione a gas di classe 4. Ideale via di mezzo grazie a cui poter personalizzare la seduta in altezza, con due pratici braccioli imbottiti che sostengono le braccia durante il gioco.

 

Pro

Materiali: Lo schienale e il telaio sono realizzati in legno, così da offrire una base di appoggio versatile e robusta il giusto, con in più anche un sistema basculante del sedile che si può fermare secondo necessità.

Comfort: Per il tipo di sedia e la categoria di prezzo, si nota una cura da parte Trust nei diversi elementi pensati per rendere la seduta comoda e piacevole.

Spostamenti: Nella parte inferiore della sedia sono posizionate cinque rotelle, per una scorrevolezza duratura e silenziosa. 

 

Contro

Montaggio: La necessità di far coincidere il fissaggio delle viti con i fori presenti sulla sedia, costringe di fatto gli utenti a chiedere l’aiuto di una seconda persona, limitando così la gestione e l’assemblaggio per chi è solo.

Acquista su Amazon.it (€122.44)

 

 

 

Sedia da gaming Sparco

 

2. Sparco Gaming Stint Sedia da Gaming

 

Tra le migliori sedie da gaming del 2021, il modello Stint occupa uno dei primi posti in classifica. Stiamo parlando di una sedia che nasce sul modello di una seduta da corsa, nello specifico la Sparco R333 Racing Seat. Il brand Sparco ha infatti una lunga storia alle spalle, in ambito sportivo e per quel che riguarda supporti per supercar, tuning e tutto ciò che concerne la personalizzazione di una macchina.

In questo caso il pensiero vola ai gamer e a chi si trova a trascorrere diverse ore davanti lo schermo di un computer. Lo schienale è stato progettato per scaricare quanto possibile la zona delle spalle, con in più una rinnovata sensazione di avvolgimento e comfort per le braccia e la parte inferiore della schiena. 

Forte del sistema proprietario Airflow, restituisce una comodità senza pari, merito del tessuto traspirante a nido d’ape e di appositi alveoli che contengono il più possibile la sudorazione.

Ottimo il movimento delle rotelle, con in più un sistema di montaggio complessivo di tutte le parti che viene incontro anche a quanti non sono troppo pratici. 

 

Pro

Finiture: A partire dal peso, passando per i componenti e le regolazioni possibili, si evidenzia una cura costruttiva che giustifica anche la spesa complessiva per una sedia del genere.

Comfort: Attraverso una schienale ampio e robusto, con in più anche un sistema di traspirabilità che unisce alveoli e struttura a nido d’ape, la sedia Sparco si adatta a qualsiasi tipo di giocatore e offre una piacevolezza della seduta duratura.

Versatilità: Con i suoi 150° di reclinazione dello schienale e un collaudato sistema antiribaltamento, la sedia Sparco mantiene le sue promesse in quanto a personalizzazione e posizionamento del gamer.

 

Contro

Costo: La qualità come si sa ha il suo costo. Per queste ragioni non tutti si sono detti disposti a investire una cifra del genere su un modello di sedia di fascia medio alta.

Acquista su Amazon.it (€380)

 

 

 

Sedia da gaming Diablo

 

3. Diablo X-One Horn Sedia Gaming

 

Con un’altezza regolabile che parte da 129 cm fino ad arrivare a 139 cm, Il modello X-One Horn sembra mettere d’accordo sia quanti puntano all’offerta più economica sia quelli che desiderano una sedia professionale con cui gestire al meglio ogni partita. Grazie ai suoi braccioli regolabili, permette di impostare nel migliore dei modi il posizionamento delle braccia, così da tenere sotto controllo ogni movimento e passaggio in game. 

Molto interessante l’attenzione posta alla zona dello schienale, con un sistema che attutisce e distribuisce nel migliore dei modi il peso del corpo, con in più un comodo cuscino per la testa che aiuta a conservare la postura e scarica le spalle.

Se a questo si va ad aggiungere poi il cuscino lombare, si vede come Diablo guardi alla totalità del quadro, con un sistema di posizionamento dell’utente che lo avvolge e mantiene la schiena ben dritta. Il sistema di montaggio guarda poi alla rapidità, con tutti gli elementi necessari a fissare al meglio ogni parte della sedia.

 

Pro

Impostazione: Si vede da subito il gran lavoro svolto nella zona lombare e nella parte alta della sedia. Ottimo il cuscino nella parte bassa e l’imbottitura di tutta la sedia, solida e duratura.

Opzioni: Il meccanismo di inclinazione consente di posizionare come si preferisce la sedia, così da avere il miglior angolo di visuale e tutta una serie di personalizzazioni che fanno la felicità dei gamer.

Materiali: Il sistema di incastri e posizionamento delle viti, gioca al rialzo, con acciaio e parti meccaniche solide e affidabili. In tutto emerge la voglia di Diablo di distinguersi rispetto alle altre sedie da gaming, puntando quasi all’eccellenza.

 

Contro

Altezza cuscino: Non sempre la regolazione e il sistema di posizionamento del cuscino si posiziona in maniera adeguata, specie per quegli utenti alti più di 1,80 metri. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Sedia da gaming Akracing

 

4. Akracing Nitro Sedia Gaming

 

Con una costruzione in metallo e alcune linee mutuate dalle macchine da corsa sportive, la sedia da gaming Akracing aggiunge quella comodità che mancava a un supporto per giocare e lavorare. Si è scelto di puntare a una sedia che avvolge al meglio non solo la schiena, ma anche le spalle, i gomiti e gli avambracci. 

Si tratta di zone che vengono coinvolte e che così si mantengono in una zona di comfort ideale per chi passa molto tempo seduto. Un meccanismo si occupa poi dell’inclinazione dello schienale e dell’altezza rispetto al tavolo di lavoro. 

Stupisce la densità dell’imbottitura, che si modella a seconda della forma del corpo dell’utente, con un cuscino lombare che sorregge anche questa parte del corpo. Le cinque rotelle della base scorrono che è un piacere, mentre il sistema a gas di classe 4 aiuta nelle regolazioni e nel posizionamento migliore.

 

Pro

Imbottitura: La schiuma che costituisce parte dello schienale e della sedia, sostiene e si modella intorno al corpo dell’utente, con un mix di personalizzazione e funzionalità.

Regolazioni: L’angolo di inclinazione della sedia può arrivare a 180°, con i braccioli che si possono orientare a piacere secondo necessità.

Tenuta: Sfruttando il telaio in acciaio, la sedia conserva nel tempo robustezza, con una capacità che arriva fino a 150 chili per gli utenti dotati di una corporatura massiccia.

 

Contro

Istruzioni: Il manuale di montaggio non sempre riesce a offrire il meglio in quanto a chiarezza nelle informazioni, andando così a complicare le cose invece che a semplificarle.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Sedia da gaming DX Racer

 

5. DX Racer 5 sedia da gioco

 

Con uno schienale alto e un sistema e una larghezza della seduta di circa 52 cm, la sedia da gaming DX Racer è anche un ottimo supporto per chi è costretto a lavorare diverse ore davanti a uno schermo. 

Il doppio cuscino, posizionato nella zona lombare e sul collo, attutisce al meglio e distribuisce il peso come si deve, scaricando in questo modo tutta la zona delle spalle con un sollievo anche alla parte della cervicale. Un tessuto sintetico riveste tutto il telaio con i braccioli che si possono modificare in altezza e una leva laterale con cui poter modificare in due posizioni l’inclinazione della sedia.

Se vi state domandando come scegliere una buona sedia da gaming, vi rispondiamo che questo modello di DX Racer potrebbe essere una soluzione non troppo dispendiosa e capace di garantire un buon livello di soddisfazione all’utente.

 

Pro

Tenuta: A detta di diverse persone la sedia si comporta in maniera egregia, con una resistenza massima che raggiunge fino a 100 chili, con in più delle rotelle fatte con cura.

Supporto: L’aggiunta di un doppio cuscino, nella parte lombare e nella zona del collo, migliora di molto la vita a chi è costretto tante ore di fronte uno schermo.

Regolazioni: Con una leva con cui gestire lo spostamento dello schienale e un sistema che regola l’altezza della sedia, il modello DX Racer offre poche ma significative modifiche al suo assetto iniziale.

 

Contro

Materiali: Si lamenta una scarsa attenzione per il rivestimento scelto, con un materiale sintetico che non sempre si sposa al meglio con le cocenti temperature estive.

Acquista su Amazon.it (€299.27)

 

 

 

Sedia da gaming Arozzi

 

6. Arozzi – Verona V2 sedia da Gaming

 

Il marchio italiano Arozzi ci tiene a dire la sua nell’affollato panorama dei supporti da gioco. La sedia da gaming Arozzi rivisita in parte il modello Verona nella sua prima incarnazione.

Grande attenzione alla linea e all’ergonomia, con una forma studiata per far sentire quanto più comodi gli utenti in caso di lunghe sessioni di gioco o di lavoro. 

In più lo schienale si può reclinare fino a 150° con quattro diverse posizioni intermedie tra cui poter scegliere. Con una rotella di regolazione posteriore si può poi scegliere se stabilizzare in posizione fissa la sedia oppure optare per un movimento ondulatorio di 12°.

Il telaio imbottito in schiuma possiede una densità tale da sostenere fino a 105 chili di peso, con i braccioli che si possono regolare in altezza e un doppio cuscino a protezione del collo e della zona lombare.

 

Pro

Made in Italy: La cura e la ricercatezza del dettaglio non si ferma semplicemente alla pura estetica dell’oggetto, ma supporta il tutto con una qualità e dei materiali scelti per durare.

Comfort: La scelta di un materiale in schiuma e il sistema di imbottitura svolgono al meglio il loro compito, con il risultato di un una sedia piacevole su cui stare anche dopo diverse ore.

Regolazioni: A partire dalle manopole, passando poi per la seduta e l’inclinazione dello schienale, è palese l’attenzione di Arozzi per un prodotto personalizzabile su più fronti.

 

Contro

Movimento braccioli: Si nota una certa tendenza dei braccioli a perdere la tenuta, con un leggero movimento che non tutti potrebbero gradire.

Acquista su Amazon.it (€259)

 

 

 

Sedia da gaming in tessuto

 

7. IntimaTe WM Heart Sedia da Gaming di Tessuto

 

Il materiale di cui è composta questa sedia da gaming in tessuto rappresenta una prima novità rispetto agli altri sistemi con cui vengono foderati di solito questi supporti. Flessibilità e comfort le due principali parole chiave. Il tutto avviene grazie alla traspirabilità dei materiali che mantengono fresca la schiena e la zona lombare anche quando fuori la temperatura tende ad alzarsi. 

Con il meccanismo reclinabile fino a 135° si può modificare l’angolo e il posizionamento del corpo, in modo tale da avere un punto di vista differente sulla postazione di gioco o anche solo per godersi del sano relax.

Un doppio sistema di cuscini aiuta a mantenere la zona lombare rilassata e protetta, con il collo e le spalle che scaricano al meglio il peso. La seduta può ruotare di 360°, così come le rotelle posizionate nella parte inferiore. Il sistema di regolazione dei braccioli consente infine di modificare l’altezza di questi ultimi.

 

Pro

Versatilità: Grazie a una pratica imbottitura in tessuto, l’utente può trascorrere diverso tempo sulla sedia senza per questo sentire troppo caldo o sudare in maniera eccessiva.

Stile: L’imbottitura, insieme con il doppio cuscino posizionato nella zona lombare e all’altezza del collo funzionano al meglio e donano al tutto un look professionale.

Convenienza: La spesa richiesta per l’acquisto della sedia si bilancia con la buona qualità costruttiva che la contraddistingue. Una spesa che si mantiene equilibrata se si guarda anche alla traspirabilità del tessuto. 

 

Contro

Regolazione: Si consiglia di trovare un modo migliore per la regolazione del cuscino a supporto del collo. Al momento infatti tende a scendere in maniera eccessiva e va sovente riposizionato.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Sedia da gaming rossa

 

8. HjH Office Racer Sport Sedia da gaming

 

Con una copertura in similpelle, la sedia da gaming rossa HjH Office, realizza un mix efficace di ecopelle e design accattivante. Altezza regolabile e un sistema di imbottitura pensato anche per chi deve trascorrere diverso tempo davanti una scrivania.

Per quei giocatori non eccessivamente esigenti si tratta di un modello light pratico e non troppo ingombrante, un aspetto questo da non sottovalutare per chi è alla ricerca di un prodotto che non occupi mezza stanza.

Piacevole la colorazione rossa, con tutta una serie di varianti che vanno dal blu, al nero, passando poi per un grigio più classico. Le cinque rotelle seguono con progressione il movimento mentre la copertura softpad dona al tutto una morbidezza che non passa inosservata.

 

Pro

Linea: La forma della sedia si adatta al meglio alle necessità di chi punta a un supporto affidabile anche dopo diverse ore seduti.

Materiali: La copertura un similpelle dona alla sedia una sensazione di piacevolezza che si mantiene tale appena ci si abbandona sul supporto.

Regolazioni: Attraverso il meccanismo Toplift si può modificare l’altezza del supporto, così da trovare la giusta misura e il comfort necessario.

 

Contro

Rumorosità: Si fa notare come le ruote non sempre sono silenziose come si vorrebbe con un sistema di gestione del movimento non sempre all’altezza.

Acquista su Amazon.it (€167.72)

 

 

 

Guida per comprare una buona sedia da gaming

 

Tra i modelli più venduti e le offerte che spopolano in rete, la categoria delle sedie da gaming offre agli utenti soluzioni diverse a seconda delle disponibilità e dei bisogni ludici. Nelle righe che seguono vogliamo fare il punto su aspetti, tipologie e accorgimenti che possono aiutare al momento dell’acquisto finale e indirizzarvi verso la migliore sedia da gaming presente sul mercato.

Importanza del telaio

La struttura che va a comporre la sedia può essere formata di materiale plastico rigido, oppure optare per il legno o l’acciaio. Molto dipende poi anche dalle reali necessità dell’utente ma pensiamo che spendere qualcosa in più possa essere una scelta che ripaga nel tempo.

Una sedia in plastica dura ha di solito un costo inferiore rispetto alle controparti in legno e in metallo, quindi si candida come papabile opzione se non volete spendere una cifra esagerata o se le vostre necessità come videogiocatore si accontentano di un prodotto di fascia media.

Persone che hanno una corporatura più robusta dovrebbero puntare a una sedia in legno o in acciaio. Il primo infatti unisce alla flessibilità anche una resistenza di buon livello, mentre il secondo materiale assicura ore e ore di partite o sessioni di lavoro. 

Certo, il prezzo tende a salire ma si parla sempre di un prodotto che trasmette affidabilità e tenuta già solo dal peso. Se poi a questo si aggiunge anche un design studiato per supportare al meglio schiena e altre zone del corpo, meglio ancora.

 

Forma e sostanza

Nel momento in cui si è scelto dove acquistare una sedia da gaming, bisogna anche considerare aspetti legati al tipo di supporto che si sceglie e in particolare alla forma dell’oggetto. Non si tratta di sola estetica, quanto piuttosto di precisi elementi che possono migliorare anche molto lo stare seduti per diverse ore davanti uno schermo.

Si parte dallo schienale, meglio se bello alto e con un’imbottitura in materiale traspirante così da non far sudare troppo e mantenere il gamer al fresco. I materiali vanno dalla similpelle, passando per un tessuto a nido d’ape, ottimi per una postura oltre che comoda anche piacevole in ogni stagione. Si usa poi per l’imbottitura una schiuma con densità variabile, maggiore per la parte della seduta e più sottile per lo schienale.

Alcuni modelli presentano poi delle pratiche aperture, utili per una migliore circolazione dell’aria e anche per il posizionamento di eventuali supporti, come cuscini per il collo e per la zona lombare.

 

Regolazioni

Pare questa la nota più interessante e su cui impostare al meglio la ricerca della nuova sedia da gaming. Questi settaggi partono dalle modifiche base per poi allargarsi anche a piccoli dettagli capaci però di fare realmente la differenza.

Il primo punto riguarda la modifica dell’altezza con un sistema di pistoni e leve che funzionano il più delle volte grazie a un gas interno al supporto. Maggiori sono le possibilità di scelta e più ampia è anche la personalizzazione per chi ama cambiare nel tempo l’impostazione della seduta. Altre sedie offrono poi anche la possibilità impostare una modalità basculante, con un leggero movimento in avanti e indietro che contribuisce a rilassare l’utente.

Un discorso a parte è quello legato all’inclinazione dello schienale. Ci sono sedie che permettono di abbassarlo fino a 180°, con più posizioni di blocco che lavorano insieme a un sistema antiribaltamento. 

Ulteriori migliorie passano anche per i braccioli. In tanti modelli sono fissi o possono essere modificati in altezza, così da supportare meglio avambraccio e polso. Se fate parte poi dei maniaci della personalizzazione verificate se sul modello che vi interessa, è possibile modificare anche l’inclinazione degli stessi e la posizione sia sull’asse verticale sia su quello orizzontale.

Montaggio e comodità

Disporre di una buona manualistica e di un supporto semplice e intuitivo, chiude il cerchio intorno alle specifiche che rendono imperdibile una sedia da gaming. Un sistema semplice e versatile aiuta chi è da solo a gestire anche un peso e una struttura il più delle volte medio/grande. Si tratta di piccole accortezze capaci però di contribuire in modo decisivo al risultato finale, con la comodità che torna come una costante non solo una volta concluso il montaggio ma anche nel momento di sistemare al meglio tutti i componenti.

 

 

 

Domande frequenti

 

Dove comprare una sedia da gaming?

Se non sapete quale sedia da gaming comprare, potete dare un’occhiata sia on line sia all’interno di negozi specializzati in videogiochi, quando anche in certi produttori di materiale d’ufficio. Nel primo caso si può partire da alcune delle marche più note o direttamente dal sito dei produttori per avere uno sguardo d’insieme sulle specifiche e i modelli presenti. In più diversi portali on line lanciano periodicamente offerte e sconti dedicati, così che gli utenti possono approfittare di promozioni tipiche dei portali on line.

 

Come montare una sedia da gaming?

Diversi modelli arrivano parzialmente assemblati, motivo per cui di solito la procedura non è particolarmente complessa. Di solito vanno fissate le rotelle nella zona inferiore e la parte dei braccioli. meglio sempre seguire le indicazioni presenti sul manuale d’istruzioni e munirsi degli strumenti idonei per avvitare e stringere viti e componenti. In assenza di un manuale preciso, meglio procedere prima a una ricerca sul web in cerca di una versione in PDF delle istruzioni.

 

Come modificare l’altezza di una sedia da gaming?

Per cambiare l’altezza di solito si agisce su una leva laterale, così da gestire attraverso un sistema a pistone azionato a gas, la salita e la discesa del supporto centrale su cui è collocata la sedia. In questo modo si può regolare come si preferisce la distanza da terra della sedia, con le gambe maggiormente distese o più raccolte rispetto al piano di lavoro o alla postazione di gioco.

 

 

 

Come utilizzare al meglio una sedia da gaming

 

Tra le offerte, le diverse tipologie e le nuove proposte, non sempre è semplice trovare il modo migliore per un corretto utilizzo della sedia da gaming. In queste righe vi suggeriamo alcuni consigli per risolvere in poco tempo eventuali perplessità.

Spazio e posizionamento

Magari sembra ovvio precisarlo ma una delle caratteristiche più interessanti di una sedia da gaming è la sua comodità. Qualità questa che spesso si accompagna a una seduta ampia e a un ingombro molto spesso superiore alla tipica sedia da ufficio o da postazione classica al PC. 

Lo schienale è di solito molto alto con dei braccioli ugualmente comodi su cui rilassarsi e trovare il giusto supporto per i polsi e gli avambracci. Se a questo aggiungiamo poi la possibilità di reclinare anche fino a 180° una sedia da gaming, è chiaro che capire prima lo spazio di cui si dispone vi mette al sicuro da possibili problemi d’ingombro e da una gestione compromessa della suddetta sedia.

 

Quali caratteristiche deve avere una sedia da gaming

Una sedia da gaming nasce per offrire comodità e un supporto adeguato al giocatore o a chi si trova per lavoro davanti uno schermo nel corso di diverse ore. Per ottenere il meglio puntate su una conformazione che sostiene al meglio tutta la zona della schiena, con un design che richiama a volte i sedili delle auto sportive, avvolgenti e accoglienti al massimo. Le qualità dunque di cui tenere conto sono il comfort e la versatilità.

Avere a disposizione un supporto con lo schienale ripiegabile e con diverse variazioni in altezza e posizionamento delle braccia, garantisce del tempo speso bene su una sedia adatta allo scopo.

Per giocare e non solo

Al momento di scegliere una sedia da gaming è bene tenere presente che si tratta di un supporto ottimo non solo per i giocatori incalliti. Quando si parla di comodità infatti una sedia del genere può rivaleggiare tranquillamente con i modelli di fascia media pensati per ufficio. Vi consigliamo così di sfruttare una seduta del genere anche per mansioni che esulano dal videogioco. La soddisfazione e il comfort rimarranno gli stessi. 

 

 

Categories
Accessori gaming

Gli 8 migliori monitor da gaming del 2021

 

Monitor da gaming – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni

 

Se avere un PC potente è importante per giocare al massimo delle prestazioni, non da meno è affidarsi a un monitor studiato per questo particolare tipo di utilizzo. Nella nostra classifica dei migliori monitor da gaming abbiamo messo sul gradino più alto del podio il modello LG 27UL500 Monitor 27″ 4K compatibile con la tecnologia FreeSync di AMD e con HDR10 per avere il massimo della qualità nelle immagini che vengono elaborate. Sempre della casa coreana è anche il modello (più economico di quello sopra descritto) LG 24GL600F UltraGear Monitor Gaming 23,6″ anch’esso pronto per le schede video AMD Radeon e dotato di un refresh rate pari a soli 1 ms.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori monitor da gaming – Classifica 2021

 

Qui di seguito diamo spazio a quelli che, a nostro giudizio, sono tra i più interessanti monitor da gaming in particolare per quanto riguarda il rapporto tra qualità e prezzo. Per sapere dove acquistare quello che vi interessa è sufficiente cliccare sul link presente alla fine di ogni recensione. 

 

Monitor da gaming 4K

 

1. LG 27UL500 Monitor 27″ 4K UltraHD LED IPS

 

LG 27UL500 è un monitor da gaming 4K economico con un pannello IPS, FreeSync per prestazioni fluide e molte altre utili funzioni. Il pannello supporta la profondità del colore a 10 bit (8 bit + FRC per 1,07 miliardi di colori), gamma di colori sRGB al 98% e ampi angoli di visione di 178°. 

Altre specifiche relative al pannello includono una discreta luminosità di picco di 300 nit e supporto alla tecnologia HDR (High Dynamic Range). Il ritardo di input del LG 27UL500 è di soli  8 ms mentre la velocità del tempo di risposta dei pixel è pari a 5ms (transizione dei pixel da grigio a grigio), il che è molto buono. 

A causa della frequenza di aggiornamento a 60Hz del display, non si vedranno ritardi evidenti o “effetti scia” dietro oggetti in rapido movimento. Il monitor supporta anche AMD FreeSync che fornisce una frequenza di aggiornamento variabile (VRR) se si dispone di una scheda grafica compatibile.

 

Pro

Ultra HD: A questo prezzo è uno dei pochi monitor da gaming che offre una risoluzione 4K per i giochi prodotti con questa specifica qualità dell’immagine.

FreeSync: Questo monitor è ideale per chi possiede una scheda video AMD Radeon in quanto può sfruttare la tecnologia FreeSync per ottenere una frequenza di aggiornamento variabile.

HDR: Non manca il supporto all’HDR che offre un miglioramento evidente per quanto riguarda la qualità delle immagini.

 

Contro

Supporto: Quello del monitor è inclinabile solo da -5 ° a 15° e non è particolarmente stabile, in quanto molti pareri concordano sul fatto che è soggetto a oscillazioni.

Acquista su Amazon.it (€284.6)

 

 

 

Monitor da gaming 144 Hz

 

2. LG 24GL600F UltraGear Monitor Gaming 23,6″ Full HD LED

 

LG 24GL600F è un monitor da gaming a 144 Hz economico, pensato per i gamer competitivi che cercano sia la tecnologia FreeSync sia la Motion Blur Reduction. Il dispositivo utilizza un pannello TN standard con un rapporto di contrasto statico di 1.000: 1, una luminosità di picco di 300 nit e una profondità di colore a 8 bit. Come tutti i pannelli TN, non brilla per gli angoli di visione, pari a 160° in verticale e 170° in orizzontale. 

Questo significa che l’immagine cambierà colore, contrasto e luminosità se la si guarda da angoli inclinati. I colori non sono così ricchi come quelli dei display con pannelli IPS e VA, ma si ottiene una maggiore velocità del tempo di risposta di soli 1 ms (rispetto ai 4 ms-5 ms dei pannelli IPS / VA) per zero effetto ghost nei giochi più frenetici. 

La risoluzione 1080p offre una discreta densità di pixel su uno schermo da 24″ e, cosa ancora più importante, consente un gameplay fluido poiché non è molto impegnativo per la la GPU / CPU del proprio desktop.

 

Pro

Veloce: Con soli 1 ms di tempo di risposta è ideale per i giocatori che preferiscono cimentarsi con i titoli FPS più impegnativi e caotici.

144 Hz: Una frequenza di aggiornamento di questo tipo nei monitor gaming è un must molto importante in quanto rende il gameplay decisamente molto più fluido.

Modalità gioco: Ne sono disponibili preimpostate due, da scegliere in base al titolo che si utilizza, ovvero FPS o RTS, con tutti i settaggi già impostati al meglio.

 

Contro

Angoli di visione: Per giocare al meglio è consigliabile posizionarsi perfettamente di fronte al monitor. Se ci si colloca appena di lato si perde la qualità delle immagini, a causa del pannello TN.

Acquista su Amazon.it (€192.9)

 

 

 

Monitor da gaming curvo

 

3. Samsung C49HG90 Monitor Gaming Curvo, Super Ultrawide, 49”

 

Questo nuovo monitor super ultra grandangolare da 49 “equivale a due monitor da 27” con risoluzione 1.920 × 1.080 pixel posti uno accanto all’altro, senza la distanza tra le cornici. Il gigantesco schermo curvo 1800R avvolge l’intera visione periferica e porta l’esperienza di gioco a un livello superiore.

Questo monitor da gaming curvo ha un pannello VA con un elevato rapporto di contrasto di 3.000: 1 per i neri profondi, una luminosità di picco di 600 nit per contenuti HDR, otto zone di oscuramento e un’ampia gamma di colori sRGB pari al 125%. Samsung C49HG90 supporta AMD FreeSync 2 con una gamma VRR a 48-144 Hz, offre prestazioni G-SYNC stabili e consente a VRR e HDR di funzionare contemporaneamente. 

Le opzioni di connettività sono abbondanti e includono due porte HDMI 2.0, DisplayPort 1.2, mini-DisplayPort 1.2, un jack per cuffie, porte di ingresso e uscita per microfono e un hub dual-USB 3.0. Meglio assicurarsi però che i giochi preferiti supportino le proporzioni 32:9. I giochi compatibili solo con il formato 16:9 e / o 21:9 dovranno essere visualizzati con barre nere ai lati o allungati o ingranditi per riempire lo schermo.

 

Pro

Coinvolgimento: Il gaming con questo monitor è senza eguali, in quanto l’immersione nel gameplay è totale e molto differente rispetto ai normali monitor da 24 o 27 pollici.

Certificazione DisplayHDR 600: La compatibilità con questa tecnologia garantisce un notevole miglioramento della qualità delle immagini HDR rispetto a SDR o DisplayHDR 400.

Per Xbox: Il Samsung CHG70 è anche uno dei rari monitor che supporta la risoluzione a 1440p a 120Hz su Xbox One X, nonché HDR e FreeSync.

 

Contro

Effetto Ghost: Può capitare di vedere alcune scie negli oggetti nei giochi più frenetici, principalmente nelle scene più scure.

Acquista su Amazon.it (€475)

 

 

 

Monitor da gaming PS4

 

4. BenQ ZOWIE RL2455S Monitor a 24 Pollici per eSport

 

Il BenQ ZOWIE RL2455S è la prima scelta dei giocatori professionisti di eSports che soprattutto utilizzano una PS4. Per garantire un ritardo di input più basso e la velocità di risposta più rapida di soli 1 ms (GtG), è dotato di un pannello TN che garantisce le migliori prestazioni nei videogiochi dove serve tanta velocità d’azione. 

Tuttavia, tale velocità ha un costo per quanto riguarda gli angoli di visione ristretti (160°/170°) e qualità dell’immagine inferiore ai pannelli IPS e VA. Ma, ovviamente, per un giocatore veramente hardcore, le prestazioni vengono prima della qualità dell’immagine. Per compensare la mancanza di contrasto e qualità del colore, BenQ RL2455S offre le funzionalità Black eQualizer e Color Vibrance che consentono di modificare la curvatura della gamma e la saturazione del colore. 

Altre caratteristiche di gioco includono pre-impostazioni per titoli FPS, RTS e generi Racing appositamente ottimizzate per titoli popolari tra cui Fortnite, Call Of Duty, Mortal Kombat, Rocket League e via dicendo.

 

Pro

Veloce: Questo monitor è Impressionante per quanto riguarda il ritardo di input e la velocità del tempo di risposta, grazie al pannello TN.

Impostazioni: Per qualsiasi gioco si utilizzi è proposta una pre-configurazione con tutte le modalità ottimali per godere al meglio del gameplay.

Antiriflesso: Lo schermo è dotato di un rivestimento antiriflesso per non avere alcune distrazione durante le fasi più concitate del gioco.

 

Contro

No FreeSync: Non è prevista la compatibilità con la tecnologia AMD, né tantomeno con la G-Sync di Nvidia.

Acquista su Amazon.it (€178.52)

 

 

 

Monitor per gaming Asus

 

5. Asus VG278QR 27” FHD (1920 x 1080) Esports Gaming Monitor

 

Chi si sta chiedendo quale monitor da gaming dispone di tante funzioni utili per i giochi a un prezzo accessibile, la risposta può essere il modello Asus VG278QR. È un monitor da gioco con risoluzione a 1080p, 144 Hz 1ms Inoltre offre retroilluminazione stroboscopica e supporta AMD FreeSync ed è compatibile anche con G-Sync di Nvidia. Spicca per un design completamente ergonomico e funzionalità di gioco aggiuntive. 

Il monitor ASUS VG278Q, infatti, offre le funzionalità GamePlus (mirini personalizzati, timer e un contatore FPS) e GameVisual (preimpostazioni di immagini pre-calibrate per FPS, RTS / RPG, Racing e MOBA). 

Il prodotto ha un supporto completamente ergonomico con regolazione in altezza fino a 130 mm, rotazione di +/- 90°, perno di +/- 90°, inclinazione di -5° fino a 33° e compatibilità con supporto VESA 100 x 100 mm.  Le opzioni di connettività includono DisplayPort 1.2, HDMI 1.4, Dual-Link DVI-D, un jack per cuffie e due altoparlanti integrati da 2 W.

 

Pro

FreeSync e G-SYNC: Questo monitor, tra i più venduti online, offre sia la compatibilità con la tecnologia di AMD sia con G-Sync di Nvidia.

Per tutti i giochi: Con una serie di impostazioni già disponibili si può scegliere il titolo e giocare con le migliori funzioni attive senza dover accedere al menu OSD.

Regolabile: Il monitor consente di impostare diverse opzioni a livello di ergonomia che pochi altri modelli possono offrire.

 

Contro

Qualità dell’immagine: Essendo dotato di un pannello TN la qualità generale delle immagini non è al pari dei monitor con pannelli IPS o VA.

Acquista su Amazon.it (€294.99)

 

 

 

Monitor da gaming Benq

 

6. BenQ GL2780 Monitor da Gioco LED da 27 Pollici, FHD 1080p

 

Il BenQ GL2780 è un monitor insolito in quanto non sacrifica molto per raggiungere un prezzo relativamente basso. La maggior parte dei monitor venduti a questo prezzo tendono ad avere schermi da 24 pollici o più piccoli, ma questo è un enorme 27 pollici, che ti dà un sacco di spazio per giocare. 

L’unico problema è che il monitor da gaming BenQ non utilizza un pannello IPS, bensì la tecnologia TN. Ciò significa che ad angoli di visualizzazione estremi la qualità dell’immagine diminuisce drasticamente. Ma se ci si siede di fronte, tuttavia, è uno dei migliori monitor TN economici disponibili sul mercato. 

Per essere un monitor economico il BenQ GL2780 è insolitamente ben equipaggiato a livello di ingressi video, ovvero si può contare su una porta HDMI/DisplayPort, una DVI-D e una VGA (D-SUB). Tra le altre caratteristiche che offre c’è anche la compatibilità a 75 Hz per un gameplay fluido con frame rate più alti di 60 fps e una modalità di riduzione della luce blu.

 

Pro

Costruzione robusta: Piedistallo e chassis di questo monitor, anche se in plastica, sono stabili e progettati per durare nel tempo.

Connessioni: Difficilmente si trova una così vasta dotazione di ingressi video in un monitor da gaming in questa fascia di prezzo.

Tempo di risposta: I giocatori apprezzeranno il tempo di risposta pari a un solo millisecondo (GtG) come nelle corde dei pannelli TN.

 

Contro

Angoli di visione: Se i pannelli TN sono molto veloci per quanto riguarda il refresh rate, pagano il fatto di offrire angoli di visione molto bassi.

Acquista su Amazon.it (€183.67)

 

 

 

Monitor da gaming AOC

 

7. AOC G2590VXQ Monitor da Gaming 24.5″ 

 

L’AOC G2590VXQ è un display da 24,5″ che vanta tutto ciò che si potrebbe desiderare da un monitor da gioco, come un tempo di risposta di 1 ms e una frequenza di aggiornamento di 75 Hz, ma la tecnologia TN purtroppo non regala la stessa qualità dei colori offerta dai più recenti pannelli IPS. Il prodotto ha cornici sottilissime sui tre lati e una striscia rossa in basso che funge da quarta cornice. 

Lo schermo è incredibilmente sottile e, grazie a un piccolo supporto a forma di disco, occupa pochissimo spazio sulla scrivania. Sul retro sono presenti due porte HDMI e una DisplayPort. Tutti i cavi collegati al monitor possono passare attraverso il foro sul retro del supporto per tenerli in ordine. C’è anche una VGA, una USB 3.0 e un jack da 3,5 mm per l’audio. 

Ci sono modalità preimpostate per sparatutto in prima persona, corse e persino giochi di strategia. È offerta anche la tecnologia FreeSync, che migliora la reattività per coloro che hanno GPU AMD supportate. Per sapere dove comprare questo monitor basta cliccare i link sotto i pro e contro di questa recensione,

 

Pro

Prezzo: Questo modello da 24 pollici offre in pratica tutto ciò che cerca un gamer a un costo molto interessante.

Modalità di gioco: Ogni titolo può contare su impostazioni predefinite dalla casa per consentire al giocatore di divertirsi senza dover smanettare nel menu del monitor.

FreeSync: Come ogni display da gioco che si rispetti, anche questo modello AOC è compatibile con la tecnologia di AMD.

 

Contro

Poco ergonomico: Una volta montato il display sul supporto questo rimarrà in tale posizione per sempre non essendo possibile alzarlo o ruotarlo in alcun modo.

Acquista su Amazon.it (€169)

 

 

 

Monitor da gaming MSI

 

8. MSI Optix Mpg341Cqrv Monitor Gaming 34″ Curvo

 

Optix MPG341CQR di MSI basato su un pannello VA è un monitor da gioco da 34 pollici da 144 Hz con una risoluzione nativa di 3.440 per 1.440 pixel. Lo chassis è rivestito lungo la parte posteriore e laterale con una grande varietà di porte, tra cui un DisplayPort 1.4b e due ingressi HDMI 2.0, una USB Type-C (che può fungere da alternativa DisplayPort con ingresso video), tre USB 3.1 Gen 2 Type-A (downstream), una USB 3.1 Gen 2 Type-B (upstream) e uno stack audio completo di porte jack line-in, line-out e combo. 

Questo è un mix salutare di porte, che offre ai giocatori la possibilità di collegare una cuffia USB molto più vicino allo schermo anziché far passare due cavi fino al retro di un desktop. Il monitor ha un indice di curvatura 1800R. Questo grado di curvatura è piuttosto standard per monitor ultrawide da 34 pollici come questo e offre un’esperienza immersiva ai giocatori.

 

Pro

Striscia RGB: Nella parte inferiore del monitor spicca una striscia RGB che cambia colore in base a quello che si vuole definire, come ad esempio il numero di proiettili nel caricatore della propria arma.

Design accattivante: Con una serie di cornici molto sottili e un supporto ben congeniato, il monitor piace anche dal punto di vista estetico.

Colori vivaci: Una delle caratteristiche migliori dei pannelli VA è la resa colori e questo monitor ne può vantare di brillanti e fedeli alla realtà.

 

Contro

Webcam: Integrata nella cornice c’è anche una webcam ma può essere utilizzata solo per il riconoscimento facciale e non per videochat o altro.

Acquista su Amazon.it (€799)

 

 

 

Guida per comprare un buon monitor da gaming

 

Come scegliere un buon monitor da gaming può essere un’operazione non semplice per molti utenti in quanto vi sono molte opzioni e specifiche da prendere in considerazione. Per utilizzare appieno gli ultimi videogiochi, non solo si ha bisogno di un PC da gioco con una potente scheda grafica e CPU, ma si ha anche bisogno di un monitor di gioco adeguato. In questa guida, spiegheremo a fondo tutto ciò che si deve sapere sui migliori monitor da gioco del 2021 e cosa cercare per ottenere il modello giusto per le proprie esigenze e possibilità di spesa.

Dimensioni e risoluzione dello schermo

Quando si tratta di scegliere le dimensioni per un monitor da gaming, quelle maggiori non sono sempre sono sinonimo di qualità: bisogna infatti anche tenere conto della densità dei pixel. Questa viene determinata in base al numero di pixel per pollice rispetto alla risoluzione e alle dimensioni dello schermo. Se un monitor ha una densità di pixel troppo bassa, la qualità dell’immagine sarà “pixelata”, il che significa che lo spazio dello schermo sarà limitato e si noteranno la mancanza di dettagli nelle immagini.

Nel caso in cui sia troppo alto, ci sarà un sacco di spazio sullo schermo e tanti dettagli ma si dovrà ridimensionare l’immagine in modo che il testo piccolo sia abbastanza grande da poterlo leggere.

Anche se questo non è un problema in quanto si può scegliere se sacrificare lo spazio dello schermo per dettagli più grandi e più nitidi o meno, alcune applicazioni tra cui i videogiochi hanno un ridimensionamento scarso o, in alcuni casi, nessuna capacità. Ciò significa che in alcuni giochi, che non supportano il ridimensionamento, alcuni elementi di gioco come l’HUD saranno troppo piccoli. Fortunatamente, la maggior parte dei nuovi giochi supporta questa operazione.

 

Frequenza di aggiornamento

Le diverse frequenze di aggiornamento influenzano la fluidità dei movimenti. Maggiore è la frequenza, più fluido è il gameplay, a condizione che gli FPS (frame per secondo) possano tenere il passo con essa. Quindi, non solo un display con frequenza di aggiornamento più elevata offre un gameplay più reattivo e divertente, ma anche un piccolo vantaggio rispetto ad altri giocatori quando si gioca a titoli frenetici. La differenza tra 240 Hz e 144 Hz non è così evidente come tra 60 Hz e 120 Hz. Quindi, un giocatore competitivo deve preferire un monitor da gioco a 144Hz o 240Hz.

Alcuni monitor da gaming tra i più venduti online hanno una frequenza di aggiornamento di 75 Hz che offre un piccolo ma visibile aumento della fluidità dei movimenti rispetto a un più economico display a 60 Hz. Ci sono anche monitor da gioco ultrawide da 100/120Hz che combinano un’alta frequenza di aggiornamento con risoluzioni ultra-ampie per un gameplay sia coinvolgente sia reattivo.

UltraWide vs Widescreen

I monitor Ultrawide hanno un rapporto di formato di 21: 9 rispetto al formato widescreen che è di 16: 9. In pratica si ottiene il 33% in più di spazio orizzontale per un’esperienza di gioco più coinvolgente. In alcuni giochi, avere un campo visivo più ampio può anche essere vantaggioso in quanto si possono individuare più velocemente i nemici che arrivano dagli angoli. 

Tuttavia, alcuni giochi competitivi limitano le proporzioni a 16:9 proprio per questo motivo. Nei giochi che non supportano le proporzioni 21:9, si dovrà scegliere tra avere bordi neri ai lati dell’immagine o questa allungata. La maggior parte dei titoli più recenti supporta risoluzioni ultrawide.

 

 

 

Domande frequenti

 

Quali tipi di pannello ci sono?

Esistono tre principali tecnologie dei pannelli relative ai monitor: TN, VA e IPS, che presentano tutti vantaggi e svantaggi. Ci sono anche modelli OLED, ma attualmente ne sono disponibili solo alcuni e sono principalmente destinati all’uso professionale e non hanno di certo prezzi bassi.

TN (Twisted Nematic)

Nel complesso, i monitor TN hanno la peggiore riproduzione dei colori e gli angoli di visualizzazione, il che significa che i colori sono in qualche modo sbiaditi rispetto ai pannelli IPS e VA e che l’immagine cambia in contrasto, colore e luminosità quando viene vista ad angoli obliqui. 

Tuttavia, i pannelli TN hanno anche la velocità di risposta più rapida di solo 1 millisecondo (GtG – Grey to Grey), il che significa che i pixel impiegano solo circa 1 ms per passare da una tonalità di grigio a un’altra. Ciò rimuove efficacemente i problemi derivati dal trailing e il motion blur degli oggetti in rapido movimento, motivo per cui i giocatori professionisti di solito optano per questa tecnologia a pannelli.

VA (Vertical Alignment)

I pannelli VA vantano il miglior rapporto di contrasto che consente loro di produrre neri profondi per dettagli più vividi nelle ombre dell’immagine e una relazione complessivamente migliore tra i colori più scuri e quelli più luminosi. Purtroppo, hanno le peggiori prestazioni nei tempi di risposta. Anche a frequenze di aggiornamento più elevate, i pannelli VA hanno un evidente effetto ghosting che peggiora quando nelle immagini sono coinvolti principalmente pixel scuri. 

Per la maggior parte dei giocatori, la quantità di ghosting è tollerabile quando in cambio si ottengono neri così profondi. I giocatori più esigenti che principalmente giocano con titoli ad alta velocità come gli FPS, dovrebbero evitare i pannelli VA. A differenza dei pannelli TN, i monitor VA hanno ampi angoli di visione di 178°, anche se sono previsti piccoli cambiamenti di contrasto se si guarda lo schermo troppo lontano dai lati, dal basso o dall’alto.

IPS (In-Plane Switching)

Infine, ci sono pannelli IPS che hanno i colori più precisi e coerenti sebbene non abbiano un contrasto elevato quanto i pannelli VA. I monitor di questo tipo hanno anche i migliori angoli di visualizzazione, mentre le prestazioni dei tempi di risposta sono molto migliori di quelle dei pannelli VA e alcuni pannelli IPS più recenti sono veloci quanto i TN. Quindi, si potrà contare su colori vibranti e nessun effetto ghosting marcato nei giochi frenetici. 

Il problema principale che gli utenti riscontrano con la tecnologia IPS è il cosiddetto IPS glow (tradotto in “bagliore IPS”), ovvero un normale inconveniente di questa tecnologia; fondamentalmente, quando la luce in eccesso passa attraverso il pannello, c’è un apparente bagliore attorno agli angoli dello schermo. Questo diventa fastidioso solo se si sta guardando un’immagine scura in una stanza buia, ma anche in questo caso, ci sono modi per gestire questo inconveniente.

 

Cosa significa monitor da gaming?

Si tratta di un monitor espressamente pensato per soddisfare le esigenze degli appassionati di videogame, dunque in grado di restituire non solo un’immagine molto nitida e colori realistici ma anche assicurare un aggiornamento delle frequenze tale da garantire un’esperienza di gioco totalmente soddisfacente e senza ritardi. 

 

 

 

Come utilizzare un monitor da gaming 

 

Il confronto tra FreeSync vs G-Sync

Sicuramente avrete notato che alcuni monitor di gioco sono dotati della tecnologia AMD FreeSync o nvidia G-Sync. Entrambe le tecnologie offrono una frequenza di aggiornamento variabile che consente al monitor di modificare la frequenza di aggiornamento in modo dinamico, eliminando quindi gli artefatti visivi come la lacerazione dello schermo e gli scatti, senza influire sul ritardo di input come accade con la tecnologia VSync.

Per abilitare questa funzione, è necessaria una GPU compatibile con FreeSync per i monitor che riportano la dicitura o una scheda grafica Nvidia compatibile G-Sync per gli apparecchi dotati di questa tecnologia. Alcuni modelli FreeSync, tuttavia, sono compatibili anche con G-Sync e funzionano con schede Nvidia compatibili (serie GTX 10, serie 16, serie RTX 20 o più recenti). 

La differenza tra le due tecnologie è che i monitor G-Sync hanno un modulo integrato che garantisce un ampio intervallo di frequenza di aggiornamento dinamico, overdrive variabile e ritardo di input minimo, ma tutto questo aumenta anche significativamente il costo.

FreeSync, d’altra parte, non aumenta il prezzo del monitor poiché si basa su uno standard esente da royalty. Inoltre, può funzionare sia su connessioni video HDMI sia su DisplayPort a seconda del monitor mentre G-Sync funziona solo su DisplayPort. Il vantaggio principale di G-Sync è la gamma dinamica più ampia. Ad esempio, tutti i prodotti compatibili hanno una frequenza di aggiornamento variabile da 30 Hz fino alla massima del display, ad esempio, 144 Hz. 

La maggior parte dei monitor FreeSync a 144 Hz avrebbe, in questo caso, una gamma dinamica di 40-144 Hz o 48-144Hz sebbene ci siano eccezioni in cui si ottiene una gamma altrettanto ampia come nei display G-Sync. È anche possibile regolare manualmente la gamma di FreeSync usando l’utility CRU (Custom Resolution Utility). 

Infine, se il limite massimo di un monitor della gamma FreeSync è almeno due volte il minimo (ad esempio 50Hz-100Hz o più ampio – 49Hz-100Hz, ecc.) questo supporta automaticamente la tecnologia AMD LFC (Low Framerate Compensation). Questa entra in funzione quando gli FPS scendono al di sotto del limite inferiore dell’intervallo dinamico. La frequenza di aggiornamento del display raddoppia o triplica i frame rate della GPU al fine di mantenere prestazioni fluide.

 

HDR (High Dynamic Range)

Alcuni monitor da gioco supportano anche la tecnologia HDR (High Dynamic Range) che offre maggiore luminosità, contrasto e gamma di colori per contenuti compatibili. Tuttavia, al momento non ci sono molti giochi per PC che supportano l’HDR e ce ne sono diversi “livelli”. Ad esempio, per godere davvero dell’HDR, un display dovrebbe essere in grado di avere almeno una luminosità di picco di 1.000 nit, un rapporto di contrasto minimo di 20.000: 1, il 90% della gamma di colori DCI-P3 e una risoluzione UHD 4K. 

Per ottenere una luminosità e un contrasto così elevati, sarà necessaria una costosa implementazione di attenuazione locale full-array disponibile in alcuni monitor di gioco di fascia alta. Esistono modelli meno costosi che dispongono anche del supporto HDR, ma possono solo offrire uno sguardo a ciò che l’HDR può veramente fare. Il più delle volte, questi prodotti avranno la certificazione DispalyHDR di VESA che chiarisce le capacità del display. 

Nel complesso, si dovrebbero valutare modelli con almeno la certificazione DisplayHDR 600 se si desidera un notevole miglioramento rispetto alla qualità dell’immagine standard. I monitor di gioco che supportano sia FreeSync/G-Sync e HDR possono anche avere le certificazioni AMS FreeSync Premium Pro o G-Sync Ultimate di Nvidia che garantiscono che sia VRR sia HDR funzionino in combinazione senza problemi.

Usare la Tv come monitor da gaming

Quanto abbiamo scritto finora ci fa capire come, per gli appassionati di videogame, sia decisamente consigliato puntare su un monitor dedicato, piuttosto che optare per soluzioni “di ripiego” come quello di collegare il PC al televisore di casa, sebbene l’operazione sia possibile, sfruttando di regola le porte HDMI e relativo cavo.

 

 

 

Categories
Giochi

Gli 8 migliori giochi per PS3 del 2021

 

Giochi per PS3 – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni

 

Nel fitto panorama di titoli disponibili per la console Sony della passata generazione, abbiamo selezionato alcuni titoli che rientrano tra i nostri consigli d’acquisto. Fifa 18 Legacy Edition mantiene tutti gli elementi che hanno reso grande nel tempo questa serie calcistica, con in più tutte le rose e le maglie aggiornate alla stagione attualmente in corso. Cars 3 In gara per la Vittoria è un titolo pensato per una giovane utenza, capace di intrattenere a lungo con tutta una serie di tracciati e due pregevoli modalità di gioco che alzano la posta in gioco e il livello di giocabilità sulle 21 piste a disposizione, con il prezzo più economico attualmente disponibile.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori giochi per PS3 – Classifica 2021

 

 

Giochi per PS3 del 2018

 

1. Electronic Arts Fifa 18 Legacy Edition

 

L’edizione 2018 di Fifa presenta varie migliorie rispetto al passato. Oltre alla diverse modalità Stagione, ritroviamo anche l’opzione di gioco Ultimate Team che ci lancia nella creazione di una squadra con tutto il calciomercato a contorno. 

I fan dell’ultima ora hanno poi anche l’opzione de Il Viaggio, una modalità di gioco in cui il giocatori impersonano il giovane Alex Hunter e la sua sfida per raggiungere a diventare un professionista. Ampio spazio alla personalizzazione del giocatore, con in più tutta una serie di vicende e una regia generale accattivante e appassionante.

Possibilità di sfidare un amico in una partita in locale o in modalità online, con tutte le più importanti competizioni disponibili tra cui scegliere. Grazie poi alla tecnologia Real Player le animazioni e i movimenti dei giocatori e dei portieri sul terreno di gioco si mantengono fluidi e credibili e permettono una serie di azioni molto vicine alla realtà e più imprevedibili.

 

Pro

Giocabilità: I diversi campionati disponibili, così come la modalità Carriera e quella Il Viaggio assicurano una grande diversità di approccio al titolo, con ore e ore per sfidare il computer oppure altri giocatori on line.

Modalità online: La ricerca di match con cui sfidare utenti sparsi nel mondo, funziona in maniera rapida e senza lunghi tempi di attesa.

Realismo: Sfruttando un sistema di gestione del movimento con tecnologia Real Player, si ottengono azioni di gioco più fluide e una libertà di manovra impeccabile.

 

Contro

Difficoltà: Alcune squadre toccano un livello di sfida spesso molto alto, risultando veramente ostiche da battere anche per i giocatori più esperti. 

Acquista su Amazon.it (€22.42)

 

 

 

Giochi PS3 per bambini

 

2. Warner Bros Cars 3 In Gara per la Vittoria

 

Se avete in casa dei bambini e vi state chiedendo quale gioco per PS3 comprare, il titolo Warner Bros è una tra le soluzioni più divertenti attualmente sul mercato. Insieme a Saetta McQueen e tutti gli altri simpatici mezzi del cartoon Disney Pixar, il giocatore può divertirsi a raggiungere per primo il traguardo lungo ben 21 diversi tracciati.

Interessante il sistema di guida, con l’analogico sinistro a controllare il mezzo e l’analogico destro dedicato all’esecuzione di spettacolari mosse, salti e acrobazie con cui caricare una barra del Turbo e lanciarsi come un razzo verso il traguardo. Oltre alla modalità “Corsa” sono inserite altre opzioni di gioco, pensate per movimentare ancora un poco di più il livello di sfida. 

Si va da “Sfida Automobilistica” con l’inserimento di diversi power up e gadget sparsi lungo il tracciato, per poi passare a “Eliminazione”, in cui il giocatore deve fronteggiare ondate di macchine impazzite riuscendo a eliminarne il maggior gruppo possibile. “Show acrobazie” stimola i giocatori a realizzare trick spettacolari, con “Sfida contro il tempo” che invece punta a registrare il miglior tempo nel chiudere una pista fino alla bandiera a scacchi.

 

Pro

Impostazioni: Cars 3 nasce con il preciso scopo di far divertire il più possibile i giovani giocatori. Ci riesce con un buon numero di piste e dei controlli immediati e intuitivi.

Grafica: La realizzazione delle macchine rispecchia il design e il look della controparte a cartoni animati, con tutti i beniamini del film d’animazione disponibili o sbloccabili dopo alcune gare.

Modalità di gioco: Tanti hanno gradito le diverse opzioni che mescolano le carte in tavola, con nuove sfide a tempo, o prove di abilità e manovre spettacolari da eseguire in volo.

 

Contro

Utenza finale: Data la semplicità dei controlli e il livello di sfida, il titolo sembra essere destinato a un pubblico molto giovane, limitando così il bacino di utenza finale.

Acquista su Amazon.it (€39.99)

 

 

 

Giochi di avventura per PS3

 

3. Sony The Last of Us

 

Naughty Dog è la software house responsabile di un grande classico come Uncharted, in cui avventura e viaggi nel mondo costituiscono il centro e il cuore del gioco. Con The Last of Us si alza ancora di più l’asticella, proponendo un mondo in rovina e la speranza di farcela di due tra i tanti sopravvissuti. 

La natura da survival game si evince lungo tutto i diversi capitoli di gioco, che scandiscono un anno di viaggio del contrabbandiere Joel, personaggio disilluso che si è adattato ai tempi apocalittici del gioco e la giovane Ellie, un adolescente che osserva con uno sguardo curioso i resti di questo mondo. 

Su questa impalcatura narrativa, lo Studio ha creato un titolo avvincente e con momenti al cardiopalma. Ricerca e gestione delle risorse sono infatti il nucleo centrale del gioco, con poche e improvvisate armi con cui farsi strada tra gli infetti e gli umani senza scrupoli che popolano ogni ambientazione.

 

Pro

Atmosfera: Il mondo dopo il collasso virologico è creato in maniera spettacolare, con ambientazioni abbandonate e un senso di chiusura e disastro che immerge al massimo il giocatore.

Grafica: La qualità delle animazioni, raggiunge il suo apice in una regia che segue le vicende dei due sopravvissuti, donando al tutto un pathos e una partecipazione emotiva impressionante.

Controlli: Il sistema di gestione delle risorse, così come le ricerche e la prudenza con cui affrontare ogni situazione, vengono assecondati in modo perfetto dai comandi di gioco, fluidi e precisi.

 

Contro

Ellie: Il ruolo secondario assegnato alla giovane Ellie, pesa un poco sulla varietà e il realismo di gioco, con il giocatore che non può sfruttare questo personaggio come vorrebbe.

Acquista su Amazon.it (€32)

 

 

 

GIochi per PS3 Move

 

4. Sony Sports Champions

 

Con la serie Sports Champions Sony cerca di attirare e incuriosire tutti quanti quei giocatori che hanno acquistato un PS3 Move. La periferica di gioco è infatti fondamentale per sfruttare al meglio le sei discipline lanciate in questo episodio. In comparazione con altri titoli sportivi, emerge fin dai primi minuti di gioco la buona precisione dei comandi e la lettura di questi effettuata dal Move. Prima di iniziare una nuova disciplina infatti, il software invita il giocatore a una calibrazione del supporto, così da ottenere movenze e risultati divertenti e funzionali al match.

Tra i sei sport disponibili, il tennistavolo vince a mani basse, con tutta una serie di colpi e movenze tali da rendere ogni partita diversa e giocata sul filo dell’ultimo punteggio.

I tre livelli di difficoltà, Bronzo, Argento e Oro segnano i diversi step che si devono affrontare, con un impegno via via sempre più intenso e riflessi rapidi. Molto interessante anche il Disc Golf, una variante di gioco in cui si deve mandare in buca un frisbee. 

Nel tiro con l’arco si possono sfruttare anche due Move per incoccare la freccia da un lato e puntare con l’arco bersagli fissi e mobili. Le bocce e la pallavolo donano ulteriore varietà alle sfide e alla disposizione in casa dei giocatori, con l’ultima modalità di gioco, Gladiator Duel che vede il giocatore impegnato in sfide con spada e scudo con l’obiettivo di non perdere l’equilibrio.

 

Pro

Movimenti: Il PS3 Move riesce a tracciare in modo preciso le movenze del giocatore, con una precisione e uno stile che rendono ogni partita divertente ed emozionante.

Varietà: Le sei discipline di gioco variano al meglio l’esperienza, con il Move che segue in modo corretto e preciso ogni movenza e colpo.

Impostazioni: Il sistema di calibrazione continua a regolare per ogni sport il giusto settaggio, così da dare al giocatore la migliore impostazione per godere appieno del titolo.

 

Contro

Equilibrio: Non tutti gli sport presenti funzionano in modo ottimale, con il gioco delle bocce e quello della pallavolo poco ottimizzati e non troppo accattivanti nelle dinamiche.

Acquista su Amazon.it (€17.9)

 

 

 

Giochi per PS3 Grand Theft Auto 

 

5. Rockstar Games Grand Theft Auto V

 

Pronti per esplorare quello che la città di Los Santos ha da offrire? Tra i titoli più venduti on line, il colosso prodotto da Rockstar Games ci lascia vestire i panni criminali di ben tre diversi personaggi, con diverse abilità e tutta una serie di linee narrative interessanti e spassose. Grand Theft Auto V permette al giocatore di seguire la trama principale, dedicandosi nel frattempo anche ad altri passatempi e missioni secondarie. 

La libertà della guida e dell’esplorazione dell’immensa mappa di gioco, donano al tutto un impianto quasi cinematografico, con paesaggi che si possono attraversare in auto, moto, aereo, elicottero e perfino con un bel carro armato sottratto a una base militare. Migliaia di dialoghi, con situazioni in cui humor e certa violenza tracciano il filo rosso di una storia di amicizie e tradimenti. 

Si va da Michael, rapinatore di lunga data con una vita rispettabile e una famiglia disastrata, per poi passare al giovane Franklin, cresciuto tra le gang e la vita di strada. Ultimo personaggio del terzetto è Trevor, un criminale in odor di follia che saprà spingere il gioco verso situazioni al limite della sopportazione.

 

Pro

Ambientazione: La città di Los Santos, riprende per certi versi il corrispettivo reale di Los Angeles, con le case di personaggi facoltosi sulle colline e tutta un’umanità varia che cerca di sbarcare il lunario.

Trama: La storia scritta da Rockstar Games è ricca di spunti e colpi di scena, con il giocatore chiamato di volta in volta a impersonare uno dei tre protagonisti, con un impianto da grand crime movie interattivo.

Giocabilità: La lista delle attività che si possono svolgere passa dal rinnovamento del look del personaggio, all’uso del taxi per portare in giro sconosciuti, fino allo scontro con simpatici alieni invasori. Il limite è solo la curiosità del giocatore.

 

Contro

Situazioni: In alcuni momenti di gioco, il titolo presenta alcune situazioni che possono urtare la sensibilità dei più impressionabili, senza la possibilità di poter saltare certe scene.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Giochi d’azione per PS3 

 

6. Naughty Dog Uncharted 3

 

Il terzo capitolo delle avventure di Nathan Drake lancia il giocatore sulla scia di un’avventura che si dipana lungo 21 capitoli, con una storia che ci vede questa volta alle prese con la città perduta e maledetta di Ubar. La regia scelta dal team Naughty Dog segue in modo magistrale le peripezie del giocatore, con un sistema di controllo semplice e intuitivo e una serie di quadri in cui l’azione e le sparatorie si alternano con enigmi e puzzle da risolvere per proseguire.

A stupire è il campionario di ambienti e location, dal desertico Yemen alle architetture del Nord Europa, da  piccole stradine ad aerei in fiamme.  Oltre al mistero, un temibile avversario cercherà di volta in volta di mettere i bastoni tra le ruote al nostro Nathan.

Ritmo, gestione della telecamera che punta alla spettacolarizzazione dell’esperienza e un mix di action. Questi i tre ingredienti rendono il titolo di Naughty Dog un punto di riferimento per i giochi d’azione in terza persona. Ancora oggi Uncharted 3 è uno dei migliori giochi per PS3 del 2021, disponibile poi anche a prezzi bassi per chi ama approfittare di certe offerte.

 

Pro

Ambienti: Nei 21 stage che vi separano dal finale del gioco, il titolo propone deserti, navi alla deriva, aerei in fiamme e fitte boscaglie, così da incantare e divertire al meglio il giocatore.

Giocabilità: Con questo capitolo Naughty Doc ha trovato la perfetta chiusura del cerchio, con azione, sparatorie ed enigmi ambientali perfettamente bilanciati.

Sfida: I diversi livelli di difficoltà lanciano un bel guanto al giocatore, equilibrando al meglio a seconda dell’esperienza, ogni azione in game.

 

Contro

Intelligenza artificiale: Gli avversari che Nathan andrà a incontrare sul suo cammino, non brillano troppo per manovre complicate e soluzioni capaci di mettere con le spalle al muro il giocatore.

Acquista su Amazon.it (€39.99)

 

 

 

Giochi sparatutto per PS3

 

7. Activision Call of Duty Ghosts

 

I pareri dei giocatori sono concordi nel riconoscere alla serie Call of Duty una verve e un taglio cinematografico avvincente, con una campagna in single player in cui lo scontro tra forze rivali non lasciava mai da parte il gran divertimento.

In questo sparatutto poi i momenti interessanti arrivano dalla componente multigiocatore. Una volta entrati on line si possono sbloccare diverse opzioni di gioco, come la modalità Search and Rescue o quella Blitz, con furiosi e rapidi ingaggi con gli avversari sparsi nel mondo. Presenti anche i classici deathmatch a squadre, con un buona varietà di mappe tra cui impostare lo scontro.

Le 14 mappe disponibili alternano ampi spazi aperti con tutta una serie di cunicoli e stretti passaggi, così da imporre uno stile e una pianificazione di volta in volta differente nella gestione di tutte le aree di gioco.

 

Pro

Multiplayer: La dimensione online segna in questo capitolo il cuore pulsante di un titolo che esprime al meglio tutto il suo potenziale in furiose sfide con altri utenti.

Modalità di gioco: Oltre ai classici deathmatch sono stati inseriti anche la modalità Squad ed Extinction, in cui insieme ad altri tre compagni dovrete difendere dagli alieni una struttura.

Difficoltà: Il livello di sfida proposto da questo Call of Duty aiuta a gestire e a mantenere il ritmo senza picchi impossibili da superare, con una buona scalabilità delle situazioni di gioco.

 

Contro

Single player: La campagna in singolo qui proposta non ha grande verve, finendo per annoiare il giocatore, con una durata che non supera le cinque ore.

Acquista su Amazon.it (€12.99)

 

 

 

Giochi racing per PS3

 

8. Sony Gran Turismo 6

 

Amanti delle quattro ruote sportive, è arrivato il momento di scaldare i motori. Il sesto capitolo di Gran Turismo cala subito sul tavolo un numero spropositato di mezzi a disposizione. Si raggiunge la ragguardevole cifra di 1.200 macchine, tutte nell’edizione Premium per quel che riguarda la carrozzeria esterna. Il che significa grande realismo e rispetto per gli appassionati delle auto da corsa, con tutti i più grandi marchi presenti.

Numerose anche le modalità di gioco, con Arcade, Carriera e Online con cui sfidarsi in singole gare in solitaria o su schermo condiviso se vi fermate alla prima voce del menu. 

Nella modalità Carriera si assiste poi al progressivo avvicinamento alle zone alte della Coppa Debuttante, per poi andare via via a sbloccare ulteriori competizioni, skin, e contanti con cui poter acquistare nuovi mezzi. 

Un sistema di assegnazione del punteggio rappresentato con alcune stelle aiuta a tentare lo sblocco della patente di guida per nuove autovetture. Rivista anche in parte la fisica e la risposta del mezzo su strada, con sospensioni, pneumatici, freni e marce che seguono e danno a ogni gara di questo strepitoso racing game un sapore particolare.

 

Pro

Contenuti: La serie di Gran Turismo ha sempre offerto ai suoi fan una moltitudine di contenuti difficile da eguagliare. Discorso simile anche con il sesto episodio, con ben 1.200 veicoli disponibili.

Giocabilità: La riuscita nella modalità Carriera non tocca picchi di difficoltà estrema, motivo per cui il divertimento e il senso di progressione sono assicurati.

Personalizzazione: Una volta sbloccati mezzi e parti della carrozzeria, l’utente è in grado di sbizzarrirsi come meglio crede, disegnando praticamente da zero il mezzo su cui correre.

 

Contro

Controlli: Anche se il pad offre una buona risposta in termini di guida, per “sentire” al meglio la macchina bisogna avere un volante e un set di guida dedicato, venduto a parte.

Acquista su Amazon.it (€54.9)

 

 

 

Guida per comprare un buon gioco per PS3

 

La console di casa Sony della passata generazione conserva ancora una ludoteca di prestigio che sarebbe folle lasciarsi sfuggire. In queste righe vi consigliamo come scegliere un buon gioco per PS3, tenendo presente che negli ultimi tempi di grandi novità non ne sono uscite, dunque è facile che i titoli siano stati lanciati tra il 2017 e il 2019, anche se non ne manca qualcuno un po’ più “vecchiotto”. 

A ognuno il suo gioco

Il videogiocatore è un utente estremamente sensibile e dai gusti particolari. Esistono appassionati che amano trascorrere ore davanti uno strategico e altri che vogliono l’azione, costi quel che costi. Per fortuna ad oggi il panorama videoludico si è così ampliato al punto da riuscire a soddisfare bisogni e desideri anche molto diversi tra loro. 

Il catalogo della PS3 ne è ulteriore riprova, con titoli prodotti e supportati dalla stessa casa giapponese e definiti per le risorse coinvolte e lo sforzo produttivo, tripla A. Di solito sono giochi su cui si punta molto, realizzati con una grafica che non passa inosservata e che garantiscono un’esperienza di gioco avvincente e appassionata. 

Il primo passo è capire quale potrebbe essere il nuovo titolo capace di farci passare diverse ore di svago, selezionando anche il genere con cura e confrontando i pareri degli utenti che lo hanno acquistato in precedenza.

 

Offerte e sconti

Il fatto che ormai la PS3 è una console di qualche anno fa, permette di poter risparmiare molto sull’acquisto di titoli che un tempo venivano venduti a prezzo pieno, portandosi così a casa giochi alla metà del costo originale. 

Saper aspettare e avere pazienza ripaga dunque l’attesa. In più si può scorrere l’intero catalogo senza dover attendere l’arrivo del nuovo titolo, beneficiando in tal modo di una linea temporale ampia e varia. Non sussiste così il problema di dove acquistare i titoli, con la versione fisica disponibile nei negozi specializzati, oppure quella digitale sempre presente negli store on line.

Periferiche di gioco

Se in casa siete più giocatori, l’acquisto di un secondo controller potrebbe fare decisamente comodo. Si possono così sfruttare i due pad per partite in locale in coppia, oppure sfide due contro due, insieme a giocatori collegati in rete. Volanti e pedaliere sono poi il connubio ideale per chi ama i titoli di guida, mentre il PS3 Move cerca di portare con buoni risultati interattività e movimento con una periferica ideale per giochi sportivi come il tennis, il tiro con l’arco e alcuni sparatutto in prima persona. 

Il secondo pad costituisce la dotazione minima con cui poter ampliare il discorso del gioco e approfittare di una dimensione a due, divertente e ad alto tasso di coinvolgimento.

 

 

 

Domande frequenti

 

Dove scaricare i giochi per PS3?

Playstation Network è lo spazio virtuale e lo store on line attraverso cui l’utente può scaricare e acquistare titoli in formato digitale. Per avere l’accesso bisogna disporre di una connessione internet. Una volta entrati nella pagina dello store digitale si può scegliere il gioco e scaricarlo sulla memoria interna della console. La grandezza dell’hard disk interno varia da modello a modello, con in più anche la possibilità di salvare i dati legati ai salvataggi grazie anche a un hard disk esterno di backup.

 

Come scaricare giochi completi gratis per PS3?

Con la sottoscrizione dell’abbonamento annuale Playstation Plus l’utente ottiene il beneficio di scaricare ogni mese due titoli gratuiti rilasciati dalla casa giapponese.

 

Come avviare i backup dei giochi PS3 tramite multiman?

Il software homebrew multiman consente di intervenire sulla console in modo pesante. Si tratta in sostanza di modificare la console, motivo per cui andrà a decadere la garanzia e si potrebbe incorrere in problemi durante il gioco on line. La modifica della console è considerata a tutti gli effetti un’operazione vicina alla pirateria. Per chi desidera effettuare un backup dei dati salvati è bene ricercare una guida dedicata online, consapevoli però delle modifiche da apportare alle impostazioni di fabbrica della console. 

 

Come attivare il Safe Mode sulla PS3?

Nel caso in cui si sperimentano problemi di accensione della console è possibile attivare questa modalità diagnostica sulla vostra PS3. Una volta spenta la PS3 è necessario premere e mantenere premuto il pulsante. A questo punto si dovrebbe udire un primo segnale acustico che indica il processo di accensione della console. 

Trascorsi altri cinque secondi la console dovrebbe andare in video reset. Passati altri cinque secondi sempre tenendo premuto il pulsante la console si dovrebbe spegnere. A questo punto bisogna ripetere l’operazione fino al secondo suono che indica il video reset. Ora si può rilasciare il tasto di accensione e attendere che la console passi al Safe Mode.

 

Posso vedere Netflix sulla mia PS3?

Sì, la piattaforma di streaming è compatibile con la console Sony. È sufficiente scaricare l’app e accedere con i dati registrati dall’utente per Netflix così da visualizzare il catalogo video passando dalla console.

 

 

 

Come utilizzare al meglio i giochi per PS3

 

La grande quantità di titoli disponibili può spesso creare confusione in chi non ha ancora le idee ben chiare riguardo. Nelle righe che seguono vi segnaliamo alcuni punti per godere al meglio dei titoli che più vi ispirano.

Considerate lo spazio in casa

Sembra scontato, ma per chi non è preso dal demone del collezionismo, la scelta di puntare su titoli in digitale risolve diversi problemi legati allo spazio dei titoli in formato fisico. Per questo la PS3 permette di gestire e procedere all’acquisto dei giochi sullo store Sony, dove si possono sfruttare anche sconti e offerte last minute. 

Chi ama invece avere una bella collezione di titoli da tenere in mostra su uno scaffale può tranquillamente puntare sui supporti fisici, così da avere non solo la scatola ma anche il manuale di gioco. 

 

Sfruttate la modalità on line

Molti titoli presentano una campagna in single player divertente e dall’ottima giocabilità, mentre altri esprimono il loro vero potenziale una volta collegati alla rete. Il multiplayer riesce ad ampliare l’esperienza di gioco di alcuni giochi, con un senso di sfida e la collaborazione tra i diversi giocatori che crescono partita dopo partita. 

Tenete presente che on line è piuttosto facile trovare veri “campioni” e che, soprattutto all’inizio, la frustrazione per risultati non proprio esaltanti potrebbe fare capolino. Cercate di non scoraggiarvi e vedrete che con la pratica i risultati arriveranno! 

 

Prendetevi una pausa

Il gioco cattura e rapisce, creando a volte una bolla temporale per cui due ore passano in un batter d’occhio. Per la vostra salute e il rispetto dei vostri occhi, vi suggeriamo di interrompere una volta trascorsa un’ora di gioco. La passione e il divertimento non devono mai diventare l’unico passatempo e forma di intrattenimento, specie per più di un’ora di seguito. 

Per questo è bene approcciarsi in modo responsabile e attento ai nuovi giochi, puntando all’equilibrio tra svago e fissazione. Se proprio non ce la fate a staccarvi dal pad, ricordatevi almeno di fare qualche pausa, alzandovi dal divano e spostando lo sguardo per qualche minuto lontano dallo schermo.

Cambiate genere

Molto spesso gli appassionati e i gamer incalliti tendono a fissarsi su un titolo e una volta conclusa questa esperienza cercano in altri titoli la stessa atmosfera. Il consiglio che vogliamo darvi è quello di approfittare da una parte della ricchezza e varietà del catalogo Sony, così da scoprire piccole gemme nascoste non solo tra i grandi nomi, ma andando a scovare anche produzioni minori che investono in maniera particolare sulla creatività e idee innovative, piuttosto che solo a livello di impatto grafico.

 

 

Categories
Giochi

Gli 8 migliori giochi per Wii U del 2021

 

Giochi per Wii U – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni

 

La console Nintendo della scorsa generazione ha nel suo catalogo diverse offerte e consigli d’acquisto che è bene non lasciarsi sfuggire. Tra i titoli di punta, Nintendo The Legend of Zelda: Breath of the Wild conquista con la grandezza del mondo di gioco e l’atmosfera di un’avventura indimenticabile per giocatori di tutte le età. Nintendo Super Mario Galaxy 2 ci trascina invece in un nuovo universo in compagnia del simpatico idraulico, in un tripudio di livelli divertentissimi e con una grande certezza sul fronte del divertimento. Se siete ancora indecisi su quale gioco per WiiU comprare, una volta letta la nostra guida siamo certi che avrete meno dubbi e molte più certezze sul titolo che fa al caso vostro.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori giochi per Wii U – Classifica 2021

 

 

Giochi per Wii U

 

1. Nintendo The Legend of Zelda: Breath of the Wild

 

Il titolo con cui si è conclusa la stagione della console Nintendo Wii U rappresenta la summa di un’avventura in un mondo sterminato. Il regno di Hyrule può infatti essere esplorato in lungo e in largo, a piedi o in sella a un fidato destriero. La grafica in cell shading fa sembrare tutto molto simile a un cartone animato, con animazioni fluide e un alternarsi credibile tra il giorno e la notte. 

In più anche le condizioni climatiche incidono in maniera essenziale sullo svolgimento e la trama di gioco, con alcune regioni caratterizzate da un caldo desertico, e picchi innevati da affrontare con il giusto equipaggiamento. 

La belle zza di Breath of the Wild sta tutta qui: in una libertà impensabile fino a qualche tempo fa affidata al giocatore. Ogni scontro, ogni nuova conquista si possono affrontare in modi diversi, così da donare a ogni partita il sapore della novità. Il titolo poi funziona molto bene anche in modalità portatile, con il controller del Wii U che restituisce colori e fluidità anche su piccolo schermo.

 

Pro

Ambientazione: Se amate la varietà, allora il titolo Nintendo fa al caso vostro. Castelli immensi, paludi misteriose e tutta una serie di dungeon e puzzle da risolvere vi aspettano una volta messo piede in questa avventura.

Controlli: Grazie alla famosa tavoletta Sheikah, potete esaminare oggetti, sfruttare poteri nascosti per sollevare oggetti o creare dal nulla piattaforme di ghiaccio e bombe con cui far esplodere pareti e avversari.

Longevità: Prima di portare a termine tutta l’avventura, le sfide e la ricerca dei sacrari nascosti sparsi per Hyrule, ci vorranno più di cinquanta ore di gioco.

 

Contro

Enigmi: Alcune sfide e certi dungeon principali richiedono un lavoro d’ingegno che non tutti potrebbero gradire allo stesso modo.

Acquista su Amazon.it (€79.14)

 

 

 

Giochi per Wii U Super Mario

 

2. Nintendo Super Mario Galaxy 2

 

Un nuovo viaggio nelle mille galassie in cerca del malvagio Bowser e dell’amata principessa Peach. Il titolo, originariamente nato per la console Wii può essere utilizzato anche sul Wii U, facendo affidamento sempre sui controlli via Nunchuk che hanno reso unico lo stile di gioco del Wii. 

Interessante poi il fatto che il titolo è uno dei più economici presenti nella vasta ludoteca di casa Nintendo, ma garantisce ore e ore di svago in compagnia di Super Mario. Diversi i poteri da sfruttare, con  cui affrontare ognuna delle tante galassie che popolano questo colorato universo. 

La giocabilità e le soluzioni di game design creano grande varietà stage dopo stage, costringendo il giocatore a sfruttare le diverse abilità del personaggio, come i doppi salti per raggiungere una piattaforma sopraelevata, per poi trasformarsi in trivella e passare dall’altra parte del mondo. Arrivati a un certo quadro poi è possibile anche impersonare i panni del simpatico Luigi o correre in groppa al fidato dinosauro Yoshi.

 

Pro

Giocabilità: Se puntate al divertimento, allora è giunto il momento di lanciarvi in questa avventura stellare. Tanti quadri differenti metteranno alla prova la vostra abilità e i vostri riflessi.

Stile: La palette grafica scelta si caratterizza per colori intensi e un accompagnamento musicale con una serie di temi orecchiabili già dal primo minuto.

Sfida: Sia i giocatori più esperti sia quanti vogliono un titolo piacevole da giocare nel tempo libero, troveranno pane per i loro denti, con mondi e soluzioni di gioco sempre innovative e sorprendenti.

 

Contro

Controlli: Non sempre il Nunchuk risponde in maniera precisa durante alcuni salti, con una certa frustrazione da parte del giocatore.

Acquista su Amazon.it (€69.9)

 

 

 

Giochi racing per Wii U

 

3. Nintendo Mario Kart 8 – Special Limited Edition

 

Se vi state chiedendo quale gioco per Wii U comprare nella categoria dei racing game, il nome a cui guardare è Mario Kart. Arrivato all’ottavo episodio sulla console Nintendo, il titolo ha dalla sua un gran numero di piste da affrontare, con percorsi extra e tre campionati per i piloti alle prime armi e guidatori più esperti. 

Tra i racing per Wii U più venduti in questa categoria, il titolo Nintendo ha una curva d’apprendimento perfetta per chi si avvicina alla prima volta a questo tipo di giochi. La varietà dei mezzi a disposizione poi spazia non solo ai classici kart, ma anche a quad più corposi o alle moto, rapide ma difficili da maneggiare nei primi tempi.

Se poi siete alla ricerca del vostro personaggio preferito, il roster dei partecipanti raggiunge il ragguardevole numero di trenta personaggi con cui gestire e puntare al primo posto in ogni campionato. Per chi vuole poi mischiare un poco le carte in tavola, troviamo una divertente modalità sfida, con cui gareggiare con i tempi migliori sia online sia offline e un comparto online che allunga all’infinito la durata di ore passate davanti questo titolo.

 

Pro

Circuiti: Le piste e i vari campionati offrono sfide su tracciati lineari e con stage che cambiano giro dopo giro, modificando così l’approccio del giocatore a ogni gara.

Comandi: Il turbo e la derapata, così come il settaggio a inizio gara del kart, influiscono in modo netto sull’approccio al percorso, con la qualità della guida messa ai primi posti.

Piloti: il numero di personaggi tra cui scegliere raggiunge tranquillamente la trentina, con tutta una serie di mezzi che modificano in modo sostanziale il tipo di gara.

 

Contro

Modalità online: Non sempre si riesce a entrare in una partita in multiplayer online, con tempi di attesa a volte troppo lunghi.

Acquista su Amazon.it (€129.9)

 

 

 

Giochi picchiaduro Nintendo Wii U

 

4. Nintendo Super Smash Bros

 

Super Smash Bros ha visto diverse versioni passare da una all’altra console Nintendo. L’arrivo del picchiaduro per Wii U sancisce il capitolo definitivo su questa piattaforma da gioco. Il gran numero di personaggi a disposizione e la profondità del sistema di combattimento, che si affida sempre sull’uso e la pressione di tre tasti si mantengono tutti inalterati. 

Per alternare al meglio scontri, sono state inserite sfide ed eventi, momenti i cui i giocatori si trovano a sfidare personaggi enormi della loro storia videoludica in quadri ricchi di elementi mobili e piattaforme semoventi. Tra uno scontro e l’altro si può decidere un percorso, così da creare piste e un tracciato diverso di volta in volta che dona varietà a tutto il gioco.

Non mancano anche gli scontri finali, con un boss a occupare quasi metà dello schermo e il giocatore costretto a sfruttare ogni elemento del quadro per avere la meglio. In modalità multigiocatore questo gioco è capace di tirare fuori il meglio di sé, con fino a otto giocatori che si possono sfidare nello stesso stage.

 

Pro

Giocabilità: Il ritmo di gioco e la semplicità dei controlli aiutano sia il novizio, sia il giocatore esperto a trovare la dimensione di gioco e lo stile di combattimento che più gli si confà.

Grafica: Colori accesi e una fluidità di gioco che si mantiene tale anche nel momento in cui si sfidano diversi giocatori e lo stage è ricco di personaggi in movimento.

Modalità di gioco: La modalità Storia, le sfide e gli eventi donano al titolo tutta una serie di varianti così da non annoiare ma anzi stimolare al meglio la voglia del giocatore di andare avanti.

 

Contro

Controlli: Padroneggiare il sistema di controllo nasconde una profondità che ha bisogno di diverse ore di gioco per svelare la sua ricchezza, un aspetto che non tutti potrebbero gradire, in cerca di una maggiore immediatezza.

Acquista su Amazon.it (€69.99)

 

 

 

Giochi Platform per Wii U

 

5. Ubisoft  Rayman Legends

 

Chi cerca qualcosa di nuovo rispetto all’esperienza di gioco offerta da un Super Mario, sarà felice di sbizzarrirsi nei diversi stage di Rayman Legends. Stage coloratissimi e una serie quasi infinita di contenuti aggiuntivi, questa la formula proposta da Ubisoft funziona alla grande, con un folto cast di personaggi sbloccabili grazie alla performance di gioco e al numero di Lum o Teens che si possono raccogliere durante la partita.

La varietà di ogni stage e la ricchezza di soluzioni ludiche frizzanti e innovative dona a questo platform per Wii U una ritmo e una piacevolezza nella progressione che segna il grande successo e la bellezza di tutta l’esperienza. Stage musicali, situazioni da platform classico o sessioni in cui bisogna risolvere puzzle. Questi sono alcuni degli ingredienti scelti da Ubisoft per farcire il titolo così da non annoiare neppure un minuto il giocatore.

Graficamente ultra colorato e con una serie di scontri con boss finali davvero enormi, Rayman Legends propone una sfida multilivello da affrontare come si desidera, con in più un gran livello di rigiocabilità così da sbloccare tutti i segreti in serbo per voi.

 

Pro

Varietà: Difficile incontrare uno stage simile al precedente. La diversificazione e il ritmo incalzante sono due punti di forza del gioco Ubisoft.

Qualità: La ricchezza delle immagini e la fluidità dei quadri, non perdono colpi da uno stage all’altro, segno della cura e della passione infusa in un gioco simile.

Giocabilità: Il gran numero di extra e segreti nascosti in ogni quadro, restituisce profondità a un gioco che mette davvero molta carne al fuoco, con punte di divertimento inaspettate.

 

Contro

Difficoltà: Alcuni stage soffrono di un picco di sfida che può spaventare quanti non sono disposti a mettere a dura prova riflessi e coordinazione.

Acquista su Amazon.it (€17.26)

 

 

 

Giochi per Wii U Just Dance

 

6. Ubisoft Just Dance 2019

 

La nuova proposta Ubisoft ci riporta sulle piste di ballo casalinghe, grazie a una versione 2019 del franchise che conserva quanto di buono presente nelle edizioni precedenti snellendo dove possibile il menù di gioco. Sempre presente anche la modalità Just Dance Kids, pensata per provetti ballerini che vogliono mettersi alla prova anche se in tenera età. 

Molto interessante anche il World Dance Floor, per sfide online in tempo reale con altri giocatori e la gestione dei brani musicali che si possono raccogliere in pratiche playlist.

La gestione dei movimenti e il tracciamento delle movenze seguono per filo e per segno i gesti del giocatore, con in più una discografia che si appoggia su 40 grandi successi dell’anno e un catalogo ampliabile grazie alla sottoscrizione Just Dance Unlimited. Per chi ama divertirsi in simpatiche e ritmatissime coreografie, è presente una modalità fino a quattro giocatori.

 

Pro

Divertimento: Ancora oggi la filosofia alla base di Just Dance riesce a catturare in modo essenziale la bellezza e lo spirito della danza, unendo così davanti lo schermo generazioni di giocatori.

Interfaccia: Il sistema di gioco e le varie modalità sono presentate in modo divertente e intuitivo, così che il giocatore possa lanciarsi immediatamente in pista.

Giocabilità: I sensori del Wii U e il sistema di controllo dei movimenti sono precisi e affidabili, contribuendo così al divertimento complessivo.

 

Contro

Abbonamento: Una volta concluso il mese gratuito, per approfittare del catalogo musicale Ubisoft Unlimited è necessario sottoscrivere un abbonamento a pagamento.

Acquista su Amazon.it (€119.99)

 

 

 

Giochi Lego per Wii U

 

7. Warner Bros Lego Marvel Superheroes

 

Tra i prodotti venduti on line, la proposta di un titolo che richiama l’universo Marvel sotto forma di mattoncini di Lego ha il merito di unire in un solo prodotto entrambi gli appassionati. In questo caso poi la trama e il cast pescano a piene mani dalla storia fumettistica, con un gruppo di malvagi guidati dal Dottor Destino, alla ricerca dei pezzi sparsi nella galassia della tavola di Silver Surfer. 

Al giocatore spetta così il compito di formare un team di recupero con tutti i grandi appartenenti ai Vendicatori. Abbiamo Vedova Nera e Occhio Di Falco, così come il re del Tuono Thor e il mitico e ultra corazzato Iron Man. 

Molto ben realizzate le movenze e tutte le ambientazioni di gioco. Si passa dalla città di New York, esplorabile liberamente dopo aver completato una serie di missioni e di sfide.

Anche gli utenti Wii U hanno così a disposizione un cast doppiato con cura e che cita di continuo pellicole e situazioni tipiche degli eroi Marvel tanto amati al cinema.

 

Pro

Ambientazione: La scelta di più stage, a partire dalla città di New York, passando poi per la mitica Asgard e altri universi, dona all’avventura un bel senso di varietà.

Giocabilità: Libertà di movimento una volta sbloccate diverse location della Grande Mela, con in più un team di personaggi vario e divertente. Questi gli ingredienti di un’esperienza di gioco spensierata e avvincente.

Resa finale: TT Games ha fatto tesoro dell’esperienza maturata nei titoli passati, così da creare un mondo che omaggia Marvel, costruito letteralmente mattoncino su mattoncino Lego.

 

Contro

Fluidità: Nei momenti di gioco più concitati emerge una certa difficoltà a gestire tutti gli elementi presenti su schermo, con l’azione che tende a rallentare vistosamente.

Acquista su Amazon.it (€34.99)  

 

 

 

Giochi sportivi per Wii U

 

8. Nintendo Wii Sports Club

 

Una raccolta di giochi sportivi che richiama il grande titolo che negli anni passati lanciò la console Wii verso un successo planetario senza precedenti. Anche in questa versione per Wii U si punta a quei cinque sport che hanno divertito e che aiutano a trascorrere senza pensieri qualche ora in famiglia o insieme agli amici. 

Si va dalla boxe, per poi passare al golf, al tennis, ai campi di baseball e infine al bowling.

Un’aggiunta interessante arriva dalla modalità on line. Si possono creare infatti dei club regionali, così da poter sfidare diversi utenti appartenenti alla medesima area geografica, oppure provare ad allargare il bacino ai paesi vicini. 

Ognuno dei cinque sport prevede alcune sfide utili a familiarizzare con i controlli. Per il tennis troviamo “Anelli monelli”, in cui il giocatore è chiamato a far passare la pallina all’interno di alcuni cerchi, mentre nel bowling troviamo quella chiamata “Lancio con Slancio”. L’obiettivo comune è prendere quanto prima la mano con le varie mosse e dare il via al divertimento, un’attività sportiva dopo l’altra.

 

Pro

Varietà: La presenza di cinque diversi sport consente di cambiare spesso attività, così da mettere alla prova le diverse abilità e allargare ad altri campi la sfida.

Impostazioni: Alcune delle sfide presenti all’interno di ogni sport sono pensate per familiarizzare con i controlli di gioco, così da interiorizzarli in modo naturale.

Giocabilità: I livelli di difficoltà, rappresentati dalle diverse stelle, aiutano ad alzare progressivamente l’impegno e la sfida richiesta per portare a casa il risultato.

 

Contro

Precisione: Non sempre il sensore riesce a leggere in modo corretto l’input inviato dal giocatore, con una direzione e una risposta errata.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare un buon gioco per Wii U

 

Dai pareri raccolti tra chi ha provato questa console dal vivo, emerge chiaramente l’intenzione di Nintendo di offrire un prodotto ibrido, una via di mezzo in cui il controller funziona anche da schermo portatile a corto raggio con cui poter proseguire l’avventura una volta spenta la tv. Ideale predecessore del Nintendo Switch, il Wii U ha saputo creare una base di fan affezionati grazie anche ad alcuni titoli pregevoli.

Una console e un sistema di controllo differente

Pur con i suoi piccoli difetti, il Nintendo Wii U ha saputo capitalizzare l’esperienza di gioco offerta dalla console fissa e dal controller, così da offrire ai giocatori spesso uno schermo in più con cui poter portarsi a letto o in una stanza attigua della casa il proprio passatempo digitale preferito. 

Chi sceglie dunque un gioco per Wii U già dovrebbe essere consapevole di questo aspetto importante. Non solo dunque una volta accesa la console è possibile godere di una risoluzione dei giochi in HD ma si riesce a sfruttare il controller come hub di gioco ulteriore, mappa aggiuntiva su cui visualizzare altri dettagli, oppure schermo touch con cui sfruttare le varie opzioni del titolo a cui si sta giocando. 

Questa duplice natura, da un lato amplia il raggio d’azione del giocatore, dall’altro però deve fare i conti con la batteria e un’autonomia a cui prestare per forza attenzione. La console invia chiari segnali quando il livello ha raggiunto un limite di sicurezza oltre cui è bene passare al collegamento, ma per non rischiare meglio farsi trovare con una presa e il cavo a portata di mano.

 

Il catalogo Nintendo

Chi sceglie una console Nintendo sa che potrà fare affidamento su un’esperienza di gioco a più livelli, in cui la componente del divertimento e del condividere esperienze di gioco include spesso altri giocatori e diverse fasce d’età. Per questo indirizzarsi su un titolo della grande N significa affidarsi a un marchio in cui la difficoltà di gioco è scalabile senza problemi, con una filosofia di game design che pensa a tutti i giocatori. 

Un titolo come Super Mario o anche l’ultimo Zelda Breath of the Wild riescono a dare filo da torcere a un giocatore con una certa esperienza alle spalle, appagando il suo senso di meraviglia, così come accompagnano un giovane player di otto anni con un level design e un sistema di gioco mai punitivo e per certi versi quasi istruttivo nelle tante possibilità proposte.

Per queste ragioni se volete prendere un buon gioco per Nintendo Wii U esiste veramente l’imbarazzo della scelta tra titolo targati Nintendo e giochi sviluppati da altri. Il catalogo poi è anche accessibile on line attraverso il Nintendo eshop. Non mancano gli sconti stagionali, così da potersi accaparrare un titolo a prezzi bassi, spendendo meno per portarsi a casa uno dei migliori giochi per Wii U del 2021.

Tipologia di gioco

Avere una console nata da una lunga esperienza in campo videoludico ha di positivo la possibilità di poter accedere anche a un catalogo di titoli appartenente all’edizione precedente. Sempre attraverso lo store online, ovvero l’eshop Nintendo si possono scaricare titoli del Game Boy, del Nes e del Super Nes, così da provare vecchie glorie del passato o trovare offerte su titoli recenti e scontati.

La ludoteca del Wii U offre un gran numero di generi, dallo sportivo ai platform (genere in cui Nintendo eccelle), passando per i puzzle game o i titoli musicali. Il limite è rappresentato solo dalla curiosità del giocatore e dalla sua voglia di provare qualcosa di nuovo e fuori dagli schemi. Siamo certi che su questo fronte, la console saprà regalare grandi momenti da soli o in compagnia di un gruppetto di amici o di parenti.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come scaricare giochi per Wii U?

La console dispone di una memoria interna su cui è possibile scaricare aggiornamenti dei titoli presenti sullo store digitale Nintendo eshop. È questo il portale attraverso cui passare per poter scaricare titoli in formato digitale. Dal menù di gioco è sufficiente selezionare l’icona di colore arancione che rappresenta una valigia con manico. La console deve essere collegata precedentemente alla rete così da avere accesso a tutte le funzionalità legate all’online. 

Tenete presente che attualmente Nintendo ha spostato la propria attenzione sulla sua console più recente (la Switch) dunque lo store non propone grandi novità per la Wii U. Spulciando un po’ nel catalogo, comunque, è possibile trovare ancora qualcosa di carino. 

 

Dove scaricare i giochi per Wii U?

I giochi digitali vengono scaricati direttamente nella memoria interna della console. La versione Basic dispone di 8 Giga di memoria interna mentre quella Premium arriva a 32 Giga. 

 

Come aggiornare la console?

Di solito la console è impostata su aggiornamenti automatici, così che nel momento stesso in cui è disponibile una nuova versione, viene visualizzato un messaggio come promemoria.

In alternativa è possibile anche passare dalle pagine delle opzioni attraverso la voce “impostazioni” rappresentata visivamente da una chiave inglese.

 

Come sincronizzare i controller su Wii U?

Nel momento in cui è visualizzato il menu Wii U, bisogna premere il pulsante SYNC sulla console. A questo punto compariranno delle istruzioni su schermo e bisognerà premere il tasto SYNC sul controller così da effettuare la sincronizzazione.

 

Dove si trova il Nintendo Network ID?

Nel menù principale della console, bisogna evidenziare l’icona relativa all’utente (posta in alto a sinistra dello schermo). Qui, sotto l’icona del personaggio Mii scelto e al nome, compare il Nintendo Network ID, in arancione. Qualora lo sfondo del vostro alter ego digitale sia grigio, significa che l’account non è stato associato ad alcun ID. 

Il Network ID eventualmente creato per la console Nintendo 3DS può essere utilizzato anche con il Wii U (e viceversa).   

 

 

 

Come sfruttare al meglio un gioco per Wii U

 

La console Wii U ha dalla sue alcune caratteristiche che la rendono interessante sotto diversi aspetti. Vediamo insieme come sfruttarle in modo appropriato.

Utilizzo del Wii U GamePad

È possibile in alcuni titoli, sfruttare lo schermo presente sul controller per trasportare l’esperienza di gioco dalla tv su un dispositivo portatile. In questa maniera si va a liberare la zona di gioco senza dover interrompere la partita, così da consentire anche ad altri l’uso del televisore. La modalità portatile a volte beneficia delle dimensioni ridotte dello schermo con una migliore definizione, occhio solo a controllare il livello di batteria.

 

Usate giochi per Wii su Wii U

Grazie a un sistema che si affida sulla retrocompatibilità, è possibile sfruttare la console anche con i supporti fisici della console precedente, ovvero il Wii. Basta solo inserirli all’interno del supporto per la lettura del disco e selezionare dal menu l’icona con su scritto Wii. 

 

Giocate responsabilmente

Il divertimento si sa a volte può prendere il sopravvento sul giocatore, incollandolo letteralmente allo schermo per un numero spropositato di ore. Vi consigliamo di procedere dunque a una pausa ogni 45 minuti, evitando lunghe sedute davanti lo schermo specie in orari notturni. Ne potrebbe risentire la qualità del sonno a lungo andare.

Provate i grandi classici Nintendo su Eshop

Il catalogo digitale della grande N contiene al suo interno diversi gioielli del passato che hanno formato generazioni di videogiocatori. Approfittare dunque di questi titoli disponibili sull’Eshop Nintendo può rivelarsi l’occasione perfetta così da provare con mano la giocabilità e le proposte che hanno reso nel tempo grande la casa di Kyoto.

Il catalogo è davvero ricco (anche se gli aggiornamenti avvengono ormai con una frequenza ridotta) ed è possibile trovare titoli davvero di ogni tipo e fascia di prezzo, visto che ce ne sono a partire da 0,99 euro. 

 

 

Categories
Giochi

Gli 8 migliori giochi per Xbox One del 2021

 

Giochi per Xbox One – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni

 

Potenza di calcolo e una doppia versione per chi cerca una risoluzione nativa 4K nei giochi e una grafica ed effetti ancora più sbalorditivi. Questa in sostanza la linea di Microsoft per la proposta Xbox One. Tra i nostri consigli d’acquisto non può mancare Electronic Arts Fifa 20. Ultimo e più recente capitolo a sfondo calcistico, porta novità interessanti come la modalità Volta e un palmares di stelle del calcio di primo ordine da mettere in campo. Microsoft Gears of War 5 ci riporta invece in un mondo disastrato dalla lotta tra umani e Locuste, con Kait, la protagonista femminile pronta e svelare nuovi misteri legati all’invasione. Il tutto con un supporto grafico suggestivo e divertenti modalità online. Un titolo che ancora oggi resta un portabandiera per questa console e tra i giochi più venduti e amati dai fan della serie.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Gli 8 migliori giochi per Xbox One – Classifica 2021

 

 

Giochi per xbox one 2019

 

1. Electronic Arts Fifa 20

 

Il capitolo più recente del gioco Electronic Arts, lanciato nel 2019, punta più che a stupire il giocatore a conservare quanto di buono era già presente nell’edizione dello scorso anno.

Un discorso a parte merita la nuova modalità Volta, in cui si andranno a vestire i panni di un giocatore emergente in una squadra di calcio di strada capitanata dal vero Jayzinho. 

In questo modo sarà possibile confrontarsi e personalizzare al meglio ogni tratto del proprio alter ego digitale, in sfide tre contro tre, che hanno raccolto pareri positivi da diverse parti.

Nella modalità Tour si possono possono sfidare diversi campioni del calcio di strada, oppure sfruttare l’online per mettersi alla prova con altri giocatori in carne e ossa.

Presente la classica modalità Carriera e la Ultimate Team, con tutta una serie di obiettivi e sfide grazie a cui tenere alto il livello di competizione. Molto interessanti le diverse scelte registiche, con le curve e i giocatori  che supportano e danno un tocco di realismo al titolo che non guasta mai.

 

Pro

Modalità di gioco: Con l’aggiunta dell’opzione Volta, si passa dagli enormi spazi di un campo a undici, per strutture più raccolte e con l’obiettivo di diventare il miglior giocatore di street soccer.

Giocabilità: La scelta di dare un ritmo leggermente più tranquillo ai match, permette di gestire al meglio le diverse azioni e strategie. Un punto a favore per quel che riguarda il divertimento complessivo.

Squadre: L’aggiunta di patch e contenuti aggiuntivi consente di avere i giocatori e le rose aggiornate all’ultima campagna acquisti, così da muovere in campo il corrispettivo digitale della vostra squadra del cuore.

 

Contro

Resa grafica: Pur avendo apportato delle modifiche ai giocatori e al volto degli stessi, rimangono ancora delle perplessità per quel che riguarda certe movenze di gioco.

Acquista su Amazon.it (€13.27)

 

 

 

Giochi per Xbox One S

 

2. Microsoft Gears of War 5

 

Il titolo Microsoft si dimostra uno dei giochi per Xbox One S più divertenti da giocare, sia in singolo sia in modalità on line. Protagonista di questo capitolo è il personaggio femminile di Kait, che insieme a un gruppo di soldati cercherà di risolvere il mistero legato alle terribili Locuste, creature selvagge che hanno invaso la Terra.

Una interessante novità offerta da questo quinto episodio è legata all’uso del drone Jack. 

Non solo sarà possibile fargli raccogliere armi sparse per la mappa, ma si potranno anche creare trappole e un supporto reale e incisivo per tutta la squadra. Grandi ambienti da esplorare, con in più diverse armi con cui ampliare l’arsenale e la potenza di fuoco. Si va dal coltello per poi passare ad altri arnesi con cui nascondere la nostra presenza al nemico.

Molto ben strutturata anche la modalità online, con un multi cooperativo grazie a cui poter affrontare tutta la campagna principale, con la modalità Orda sempre presente a cui si è aggiunta anche la sessione Fuga, in cui bisogna lottare contro il tempo e portare a casa sana e salva la pelle.

 

Pro

Atmosfera: In questo quinto capitolo la protagonista femminile e il suo team di supporto affrontano una sfida varia e divertente, che sa regalare momenti di svago a tutti gli utenti.

Modalità: Oltre alla campagna single player si può affrontare la modalità Storia insieme a un amico, sia in locale sia collegati on line.

Varietà: Situazioni e momenti di gioco cambiano costantemente, così da modificare spesso l’approccio del giocatore a ogni singola partita.

 

Contro

Durata campagna principale: Si lamenta una certa brevità della trama e dello svolgimento complessivo del gioco, aspetti che hanno lasciato l’amaro in bocca ai giocatori più esigenti.

Acquista su Amazon.it (€17.22)

 

 

 

Giochi per Xbox One X

 

3. Electronic Arts Star Wars Jedi: Fallen Order

 

Un nuovo Jedi con cui mettersi alla prova, brandendo la spada laser e sfruttando al meglio i poteri a disposizione. Il punto di partenza è questo, con lo Studio Respawn che ha preso in mano le redini del franchise e ha confezionato un’esperienza di gioco visivamente appagante e molto suggestiva.

Cal Kestis sarà il nostro avatar durante diverse ore di gioco, con la spada laser con cui mettere a tacere le armate dell’Impero, supportato anche dal piccolo droide BD-1.

In comparazione con gli altri giochi per Xbox One X, il motore di gioco e la direzione regalano scorci e paesaggi suggestivi, con in più tutta una serie di situazioni in cui la Forza entrerà in gioco per gestire le orde di avversari che si opporranno al vostro cammino verso la conclusione finale.

Molto divertenti da usare, i poteri donano un appeal particolare a ogni combattimento, con le spade laser da utilizzare in modalità di attacco e di difesa, parando i raggi laser e rispedendoli al mittente.

 

Pro

Star Wars: L’universo di Guerre Stellari, con le sue dinamiche e il suo cast particolare, rivive al meglio in questo recente capitolo. Sul piatto troviamo tanta azione e poteri da padroneggiare.

Realizzazione: Paesaggi fantastici e pianeti da esplorare in lungo e in largo. Tutto con una scelta registica e dei modelli suggestivi e di sicuro effetto.

Durata: I diversi livelli di difficoltà presentano un bel momento di sfida per il giocatore, con una durata complessiva di quindici ore di gioco.

 

Contro

Inizio: Le prime ore di gioco non offrono grande appeal e situazioni entusiasmanti, così che l’utente fatica un poco a prendere il ritmo.

Acquista su Amazon.it (€29.99)

 

 

 

Giochi per Xbox One 2018

 

4. Rockstar Games Red Dead Redemption 2

 

Un viaggio nel selvaggio West di fine 800. I panni che sarete chiamati a indossare sono quelli del fuorilegge Arthur Morgan, in un’avventura dai ritmi compassati e che segna un punto fondamentale per i giochi per Xbox One del 2018, e non solo. La storia è per certi versi un prequel del primo Red Dead Redemption, e conserva migliorando di molto tutti quegli aspetti che hanno reso grande Rockstar Games. Immensi spazi, paesaggi evocativi e un viaggio in sella al vostro cavallo difficile da dimenticare. 

La bellezza dei dialoghi e la necessità di confrontarsi con ambienti spesso ostili, porta il giocatore a una gestione non solo delle scorte e del suo compagno di viaggio, ma anche di tutto l’armamentario e i supporti che si possono rivelare utili nel corso dell’avventura.

Lo stesso sistema di dialogo e di interazione con gli altri personaggi nel gioco è diventato più fluido e aperto, con una libertà di gestione che lascia senza parole. Da più parti considerato un must, Red Dead Redemption 2 rientra a pieno titolo tra i nostri consigli d’acquisto, per uno stile e una direzione tecnica insuperabili.

 

Pro

Estensione: La grandezza delle location e la varietà degli ambienti ne hanno per tutti i gusti, con deserti sconfinati e catene montuose che si stagliano all’orizzonte. Per non parlare delle cittadine e dei fumosi e chiassosi saloon.

Giocabilità: Le varie missioni principali e quelle secondarie, con gli incontri con sconosciuti, lasciano spazio ad avventure casuali e a sfide all’ultimo colpo, con un menù sempre molto vario.

Realizzazione grafica: Effetti ambientali, regia cinematografica e un plot da giocare e vivere in prima persona. Questi gli ingredienti del piccolo grande gioco targato Rockstar.

 

Contro

Controlli: La grandezza e varietà di situazioni di gioco, comporta una conoscenza approfondita dei comandi, talmente ampia che può confondere durante le prime sessioni.

Acquista su Amazon.it (€29.07)

 

 

 

Giochi Xbox One per bambini

 

5. Warner Bros Lego Jurassic World

 

Il mondo Lego e il franchise legato all’universo di Jurassic Park si fondono e danno vita a un titolo simpatico e divertente, ideale risposta a quanti vogliono capire quale gioco Xbox One acquistare per bambini. Il titolo permette di affrontare ognuno dei quattro capitoli che formano la quadrilogia filmica, con laboratori, folli corse inseguiti da un enorme T-Rex e scontri a suon di mattoncini.

Sta qui gran parte del fascino del titolo, con momenti in cui è l’ironia a farla da padrone, con situazioni spassose che strappano un sorriso ai giocatori di tutte le età. A far da contorno a questa avventura della durata di dieci ore abbiamo un audio ambientale suggestivo, con i vari quadri che si possono affrontare una seconda volta anche con altri personaggi del cast.

Insomma, Lego Jurassic World è un viaggio interattivo dentro le diverse pellicole che hanno reso un piccolo classico la serie. In più, con lo stile e la qualità dei mattoncini, si riesce a creare un mix che funziona tra azione, ironia e divertimento in famiglia.

 

Pro

Realizzazione: Rivivere le avventure sull’isola di Nublar, con un team di personaggi in formato Lego, non solo è visivamente appagante ma è anche stramaledettamente divertente.

Livello di sfida: Pensato per un pubblico giovane, Lego Jurassic World riesce a divertire senza mai raggiungere però un livello di frustrazione e difficoltà insormontabile.

Regia: Le differenti location sono rese in modo molto fedele, con situazioni che richiamano i corrispondenti film in modo preciso e con il giocatore come assoluto protagonista.

 

Contro

Bug: Dai pareri dei giocatori emergono alcune imperfezioni e piccoli bug interni che possono creare qualche fastidio o intoppo nel corso della partita.

Acquista su Amazon.it (€21.32)

 

 

 

Giochi Racing per Xbox One

 

6. Microsoft Forza Horizon 4

 

Se siete alla ricerca del miglior gioco racing per Xbox One, Il quarto capitolo di Forza Horizon ha dalla sua una componente arcade perfetta per chi non è un maniaco del realismo e delle sfide all’ultima curva, senza però rinunciare a un comparto grafico e a una risposta del mezzo sempre sul pezzo.

Lo sfondo su cui impostare le gare è l’Inghilterra, con un’ambientazione che richiama certi paesaggi reali e diverse modalità con cui poter affrontare tracciati e percorsi. Il parco macchine è decisamente ricco, con ben 460 mezzi tra sbloccabili e auto leggendarie da ottenere portando a termine determinate missioni. Fisica migliorata delle ruote, con in più una cambio delle stagioni che porta il giocatore a sperimentare terreni fangosi, strade dissestate e tracciati poco battuti. 

Per garantire varietà al tutto si passa a gare clandestine, sfide muso a muso su sterrati con la modalità “missioni storia” in cui il giocatore può vestire i panni di uno stuntman. Diverte anche la modalità on line, con l’aggiunta di una sfida a squadre e delle leghe con cui gareggiare e puntare a sbloccare nuove macchine e features.

 

Pro

Fisica: Motore del gioco rivisto e potenziato, con una risposta del mezzo su strada che non toglie nulla al mood energico e potente di gioco, con corse a tutta velocità.

Varietà: Con diverse missioni secondarie, campionati e corse clandestine, l’offerta di Forza Horizon 4 punta dritta verso il divertimento e il pedale spinto al massimo.

Multiplayer: Diverse le sfide sbloccabili e il sistema di gestione delle gare, con la fluidità che si mantiene tale durante tutta la sessione di gioco.

 

Contro

Frame rate: Sulla versione base di Xbox one il titolo scende a volte a compromessi con a gestione di tutti gli elementi, evidenziando alcuni cali di fluidità.

Acquista su Amazon.it (€69.99)

 

 

 

Giochi sparatutto per Xbox One

 

7. Activision Blizzard Call of Duty: Modern Warfare

 

Azione, scontri a fuoco in scenari mozzafiato e una modalità multiplayer in cui la personalizzazione di ogni arma incide sui risultati sul campo di battaglia. L’ultimo capitolo di questo storico sparatutto è un’odissea di proiettili e un tour spericolato negli scenari immaginati per un nuovo conflitto armato.

Nella modalità Storia il giocatore vestirà i panni di un militare che deve scongiurare nuovi pericoli e interessi intorno lo stato dell’Urzikstan, con una serie di location e mission che uniscono da un lato la spettacolarità dei film d’azione e la durezza di un war movie.

Una campagna in single player intensa che trascina e immerge il giocatore per sei ore di gioco, per poi passare alle sfide del multiplayer che hanno reso grande questo titolo.

Con l’opzione Gunsmith l’utente è chiamato a procedere a un bilanciamento degli armamenti, con una scelta che non è solamente estetica ma che funziona e incide sul tipo di colpi esploso, la potenza e la rapidità della risposta offensiva. Con la modalità Gunfight sì è puntato a gestire degli scontri a fuoco due contro due, in mini aree di gioco, mentre passando a Warground si allargano a dismisura i confini di gioco, con l’inserimento di mezzi terrestri e un supporto aereo letale. Numero di giocatori massimo? Ben sessantaquattro.

 

Pro

Single Player: Rispetto ai capitoli precedenti questo Modern Warfare riporta in auge la bellezza e la profondità di una campagna in singolo breve ma intensa, con una trama che cattura e strega il giocatore missione dopo missione.

Multiplayer: Se volete divertirvi contro amici online o altri avversari sparsi per il globo, Modern Warfare offre un perfetto campo di battaglia. Si va dalle mini arene della modalità Gunfight a scontri in ambientazioni molto estese, perfette per impostare una strategia adeguata di gioco.

Grafica: Su Xbox one il gioco scorre che è una bellezza, con tutta una serie di effetti e un sonoro delle armi realistico e accattivante.

 

Contro

Durata: Quanti non amano molto la modalità multiplayer si trovano con una campagna single player che non supera le sei ore prima dei titoli di coda.

Acquista su Amazon.it (€56.99)

 

 

 

Giochi Action per Xbox One

 

8. Capcom Devil May Cry 5

 

Il ritorno di Dante e dei suoi compagni d’avventura raggiunge un nuovo standard per quel che riguarda i titoli di combattimento. Tra i giochi action per Xbox one ha il merito di conservare una formula di gioco in cui mosse e colpi da eseguire non annoiano gli amanti della varietà, con in più un cast di personaggi allargato e divertente da utilizzare.

È qui che entrano in gioco Nero e V. Il primo dotato di alcune protesi meccaniche sul braccio sostituisce in modo egregio i colpi con le spade demoniache di Dante, mentre il secondo, V, si caratterizza per abilità di evocatore, con creature chiamate in aiuto del giocatore e dei comprimari.

Varietà nell’azione di gioco, con in più un ritmo e delle situazioni in cui humor nero e sfacciataggine condiscono l’avanzare del giocatore.

Devil May Cry 5 è azione frenetica, riflessi e fendenti letali lanciati contro orde di mostri. Le venti missioni a disposizione poi pompano al meglio la giocabilità, con location segrete e missioni extra da sbloccare. 

 

Pro

Azione: La grande quantità di sfide e mostri da affrontare risulta il perfetto elemento con cui poter divertirsi in duelli spettacolari.

Cast: Oltre al classico Dante, è possibile scegliere e vivere le missioni anche con Il cibernetico Nero o l’evocatore V, variando così lo stile di combattimento.

Giocabilità: I segreti sparsi lungo ogni capitolo e le aree da affrontare, permettono di tornare ad esplorare questi luoghi anche dopo  aver concluso ogni missione.

 

Contro

Contenuti extra: L’assenza di contenuti che esulano dalla campagna singola ha fatto storcere il naso a quanti vogliono prolungare l’esperienza di gioco.

Acquista su Amazon.it (€29.97)

 

 

 

Guida per comprare un buon gioco per Xbox One

 

La console Microsoft ha dalla sua una potenza di calcolo e una scalabilità delle due versioni presenti sul mercato, ideale per tutti i tipi di giocatori. Il modello One S ha un costo inferiore e offre prestazioni di tutto rispetto, mentre con il modello superiore, ovvero la One X si hanno giochi con una definizione nativa in 4K, più una potenza di calcolo che si traduce in maggior fluidità, un livello più alto di dettaglio ed effetti dedicati. Ma come scegliere un buon gioco per questa console? 

Lo scopriamo nelle righe qui sotto.

Districarsi tra i generi

Per prima cosa è bene capire a quale tipo di gioco puntare. Gli anni ci hanno insegnato che oltre i grandi titoli e gli investimenti tripla A, esiste tutto un universo di giochi indipendenti che hanno saputo conquistare il cuore di milioni di giocatori. 

Di solito dunque i titoli prodotti da Microsoft hanno dietro un investimento in termini di risorse e di studio che si riflette su un comparto grafico molto curato e che, nel bene o nel male, è destinato a stupire.

Son questi i giochi su cui il produttore punta molto durante l’anno, realizzando magari un sequel di un franchise come Gears of War o Halo, due dei giochi che identificano per certi versi la Xbox One. La particolarità di questa console è quella poi di condividere molte proposte con il mondo dei PC, ingrandendo ancora di più la ludoteca disponibile.

 

Formato fisico o digitale

Anche in questo caso, è una questione di gusti e di capienza dell’hard disk interno della console. Da un lato troviamo infatti i collezionisti duri e puri che amano vedere crescere il numero di titoli presenti sullo scaffale, tutti ben in linea dentro la propria confezione.

A ciò si aggiunge anche la presenza di edizioni limitate e le famose collectors edition. In questo caso oltre al gioco sono di solito inclusi artwork e gadgets, con degli extra che si possono sfruttare anche in game. In alternativa, chi vuole fare economia di spazio e puntare a offerte e prezzi bassi c’è l’edizione digitale. 

Lo store Microsoft in tal senso è molto ben realizzato, si evita il rischio di non trovare il titolo una volta arrivati nel negozio e si scarica direttamente sulla console il gioco desiderato.

Qui la velocità della connessione è la vera protagonista, con titoli come Red Dead Redemption 2 che raggiungono anche 100 Giga di grandezza. Una connessione non troppo performante potrebbe mettere a rischio la pazienza di chi è ansioso di giocare subito al titolo del momento.

L’acquisto di un secondo controller

Ad eccezione di alcuni bundle, la console arriva sempre con un solo controller di gioco. Per sfruttare al meglio tutte le opzioni e le opportunità offerte dal gioco in cooperativa o per una sfida on line, il nostro consiglio è di prendere in considerazione l’acquisto di un secondo controller. In questo modo si allarga il divertimento anche a un secondo giocatore, con un sistema di gioco che sfrutta il collegamento wifi per liberare l’utente dalla scomodità dei fili e dei cavi intorno il televisore.

 

 

 

Domande frequenti

 

Come usare giochi Xbox 360 su Xbox One?

Dal catalogo on line è possibile scaricare diversi titoli per Xbox 360 sulla console Xbox One. Nel caso in cui sono presenti nel catalogo è sufficiente selezionarli per poi procedere all’installazione sull’hard disc interno della console. In caso si disponga anche dei titoli in formato fisico, si può inserire il DVD nel vano della console e passare sempre dalla verifica nel catalogo. A quel punto il gioco verrà installato.

 

Dove posso comprare giochi Xbox One a basso prezzo?

Sullo store digitale Microsoft sono spesso disponibili sconti e offerte temporanee. Si può così approfittare per selezionare proposte e titoli che spesso passano in secondo piano, oppure accedere a contenuti aggiuntivi di un gioco con un buono sconto. Anche tenere monitorati gli store online è una buona idea, visto che non mancano giornate dedicate agli sconti.

Un’ultima opzione è rappresentata dal mercato dell’usato, piuttosto florido quando si parla di videogame. Se non avete fretta di mettere le mani sul titolo appena uscito e avete la pazienza di attendere qualche mese, potreste trovarlo usato, magari a metà prezzo. 

 

Come posso condividere i giochi su Xbox One?

Per prima cosa bisogna avere i dati di accesso della console del vostro amico, quindi nome utente e password. Una volta ottenute queste informazioni basta aprire il pannello di controllo della console, selezionare la voce Sistema, poi passare alla voce Impostazione, poi scegliere Personalizzazione e infine spuntare l’opzione La mia Xbox Home.

La stessa procedura deve essere poi eseguita dal vostro amico, con l’accesso sulla sua console con i vostri dati di gioco. Non resta a questo punto che effettuare di nuovo l’accesso con i propri dati e andare così a condividere il catalogo digitale dell’una e dell’altra console.

 

 

 

Come sfruttare al meglio i giochi per Xbox One

 

Grande potenza di calcolo e una serie di elementi come il Game pass hanno portato nel tempo molti utenti a preferire la console Microsoft tra quelle di ultima generazione. Per questo è bene capire come poter sfruttare al massimo le potenzialità della One.

Abbonamento digitale

Con questa soluzione non è più un problema capire come e dove acquistare un gioco per Xbox One, visto che il Game Pass si configura come investimento perfetto per chi non segue per forza l’ultimo titolo del momento e punta al prezzo più economico.

Si può scegliere una sottoscrizione annuale, oppure provare quella trimestrale o semestrale.

C’è da dire che il parco titoli è veramente molto ampio, con uscite anche molto recenti disponibili e pronte per essere giocate a tempo di download.

 

Salvataggio in locale e su Cloud

I dati delle partite e la progressione sono due degli elementi base che costituiscono un archivio e uno storico di tutta l’esperienza di gioco. Impostate dunque il salvataggio dei dati anche sul Cloud, controllando anche quale delle due è quella più aggiornata, prima di riprendere la partita nel punto in cui vi siete interrotti. 

 

Sfruttate le cuffie

Nella parte inferiore di ognuno dei controller Xbox One è presenta una presa circolare da 3,5 mm, ovvero una porta a cui collegare un jack audio standard che rispetta le stesse caratteristiche. 

In questo modo è possibile sfruttare un headset così da non disturbare le altre persone nella stanza, o utilizzare l’apposito microfono incluso nelle cuffie da gaming per conversare con altri giocatori online o con i propri compagni di squadra.

Acquisto di un secondo controller

Ad eccezione di rari e saltuari bundle, la console arriva agli utenti munita di un solo controller. Se però in famiglia siete più di un appassionato di videogiochi o prevedete di invitare un vostro amico o amica a provare l’ultimo titolo per Xbox One allora è bene prendere in considerazione l’acquisto di una seconda periferica. In questo modo il divertimento  raddoppia sensibilmente, aprendo anche a diverse sfide e partite in coop.

Tra l’altro sul mercato online è tutto un fiorire di controller compatibili, dunque non dovrete necessariamente puntare su quello originale (che è più costoso). In questo modo l’esborso sarà contenuto e potrete divertirvi in compagnia di vostro fratello o di un amico.