Debolezze dei Pokémon e punti di forza

Ultimo aggiornamento: 28.11.20

2

 

I simpatici mostriciattoli si distinguono per una serie di parametri e caratteristiche che li rendono forti o deboli, perciò scopriamo insieme quali.

 

In Italia i Pokémon (abbreviazione di Pocket Monsters) sono diventati famosi grazie al cartone animato che vedeva protagonisti Ash, Pikachu e i suoi amici alle prese con le varie competizioni, nelle quali spesso erano costretti ad affrontare il diabolico Team Rocket. Dalla serie animata è poi scoppiata la mania per questi mostriciattoli, già celebri da diversi anni in Giappone. In realtà i Pokémon sono nati come un videogioco per il Gameboy, la console portatile targata Nintendo. 

L’idea fu quella di creare un gioco dove fosse possibile collezionare esseri fantastici dall’aspetto amichevole, con in mente i bambini e i ragazzi come target principale. In Giappone il collezionismo è sempre stato un hobby molto popolare, per questo alla pubblicazione dei primi titoli della serie, intitolati in occidente Pokémon versione Rossa e Blu, successo fu praticamente immediato. 

I titoli della serie sono stati prodotti per tutte le console portatili Nintendo e su home console di ultima generazione, approdando anche su Switch con Pokémon Spada e Scudo. I Pocket Monsters si sono espansi anche nel moderno universo dei social e dei giochi su mobile, grazie all’app Pokémon Go che permette di catturare i mostri sparsi nella propria città grazie a un particolare sistema di realtà aumentata mista a navigazione GPS. La mania per i Pokémon sembra non finire mai, segno che l’amore per la serie è ancora vivo nel cuore degli appassionati. 

 

Il gioco di ruolo giapponese

Ma di che tipo di gioco si tratta esattamente? Fondamentalmente i giochi principali della serie Pokémon dal 1998 a oggi rientrano nella categoria JRPG, ovvero Japanese Role Playing Game. I giochi di ruolo di stampo nipponico si distinguono da quelli occidentali per determinati fattori base, come la storia lineare e i personaggi preimpostati. Allo stesso modo, risultano più semplici per via delle meccaniche semplificate, ma presentano comunque un buon livello di sfida. 

Nei giochi della serie Pokémon si prenderà il controllo di un personaggio umano, con il quale dovremo collezionare quanti più mostri possibile per poi utilizzarli nei combattimenti. All’inizio se ne avrà solo uno, per poi arricchire la propria collezione, per un totale di più di 100 mostri da scambiare con altri giocatori. 

I combattimenti sono gestiti a turni e si avranno diverse opzioni presentate in un comodo menu, contornate da un’interfaccia grafica che mostra lo svolgimento della lotta tra i due Pokémon coinvolti. Per avere la meglio è necessario conoscere le debolezze dei Pokémon, perché ogni tipologia subisce più danni da determinati elementi o tipi di attacco. La frase ‘è superefficace!’ diventata famosa proprio grazie a questi videogame, rappresenta un attacco particolarmente riuscito, ad esempio quello di un Pokémon elettro contro un Pokémon acqua. 

Sono regole molto comuni anche negli altri JRPG come la serie di Final Fantasy, ma in questo caso diventano ancora più dettagliate in quanto ci sono tantissimi tipi diversi di Pokémon. La lunga serie di titoli dedicati ai nostri simpatici mostri e la loro continua evoluzione ha portato alla creazione della tabella dei tipi di Pokémon che ogni provetto giocatore deve conoscere. 

 

Tipi di efficacia

Nonostante all’inizio possa sembrare un po’ complessa, in realtà la tabella si rivela abbastanza semplice da leggere, nonché molto intuitiva. Su questa troveremo tutte le tipologie di Pokémon e i vari livelli di efficacia che gli attacchi possono avere sull’una o sull’altra. Il simbolo verde nella tabella indica la mossa ‘Superefficace’, quindi farà molti danni al povero avversario che la subisce. 

Il segno rosso invece indica una mossa non efficace che arrecherà il minimo danno, in quanto il Pokémon sarà resistente a quell’elemento o tipologia. Il segno nero rappresenta la totale inefficacia della mossa e l’immunità a quell’attacco. 

Ad esempio, i Pokémon Folletto realizzeranno attacchi superefficaci contro i Pokémon Lotta, ma faranno pochi danni a quelli di Terra. I Pokémon Spettro invece non arrecheranno nessun danno ai mostri “normali” e viceversa. Conoscendo questa tabella sarà possibile fare il massimo danno e difendersi contro gli attacchi più devastanti degli altri. Come potete immaginare una mossa dell’elemento Fuoco farà più danni se utilizzata da un Pokémon di fuoco come Charmander. Questa tecnica è conosciuta come Bonus Attacco Stesso Tipo (STAB). La tabella debolezze Pokémon è uno strumento molto utile sia per i principianti sia per i gamer avanzati che ogni tanto vogliono fare una ripassata dei vari punti di forza dei personaggi in loro possesso. 

Le varianti

I giochi (controllare qui la lista delle migliori offerte) giapponesi non sono mai stati ‘scontati’, specialmente quelli di ruolo più tecnici come la serie Pokémon. Per questo la tabella non è assoluta, ci possono infatti essere tante varianti alle quali stare attenti. Ogni mostriciattolo dispone di mosse speciali difensive che possono utilizzare per proteggersi o per aumentare resistente, così come di attacchi particolari in grado di indebolire quelle degli avversari. Bisogna anche tenere conto delle varie ‘evoluzioni’ dei Pokémon che crescendo di livello diventano sempre più forti. 

Grazie ad abilità come Levitazione, alcuni Pokémon possono difendersi dalle mosse di terra, sollevandosi dal suolo ed evitare così le scosse di terremoto o gli altri attacchi di questo elemento. Allo stesso modo troviamo mosse speciali per proteggersi dagli altri elementi, come Antifuoco o Grassospesso. A tutto questo si aggiungono particolari strumenti che possono ‘negare’ queste abilità speciali, cosa che rende il gioco ancora più interessante. 

Le battaglie più avanzate nei giochi Pokémon costringono il giocatore a ricorrere a tantissime strategie e conoscere bene il potenziale della sua collezione di mostriciattoli, in modo da avere la meglio. Chiaramente come tutti i giochi, parte del successo si basa sull’esperienza e sul sapere quando e come utilizzare una determinata abilità.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments