Finalmente Dying Light 2 ha una data di uscita. Scopriamo di più sul gioco

Ultimo aggiornamento: 05.12.21

 

Techland ha annunciato la data di uscita di Dying Light 2, seguito dell’acclamato gioco d’azione che unisce survival horror e parkour in prima persona. 

 

Il primo Dying Light uscito nel 2015 fu un vero e proprio successo, portando la software house polacca Techland nell’Olimpo del gaming. Il gioco conquistò critica e pubblico grazie ad una combinazione perfettamente riuscita tra azione parkour, survival horror in prima persona e un sistema di armi e progressione preso dagli ARPG. Proprio questo incredibile successo ha convinto Techland a produrre un seguito, avviando uno sviluppo decisamente travagliato durato anni, tra rinvii e problemi vari legati alla produzione. 

Dying Light 2 ha una data di uscita: il gioco arriverà il 4 febbraio 2022, con un ulteriore rinvio rispetto alla data d’uscita comunicata qualche mese fa da Techland che avrebbe voluto il gioco sugli scaffali il 7 dicembre 2021. Dying Light 2: Stay Human sarà un titolo decisamente ambizioso, per questo gli sviluppatori si sono presi un paio di mesi in più per rifinire bug e migliorare l’esperienza. I vari appassionati di videogiochi, decisamente preoccupati dalla ‘salute’ del progetto, sono stati rincuorati da un corposo gameplay trailer che mostrava combattimenti e parkour. 

 

Una gestazione problematica

La preoccupazione dei giocatori però era del tutto lecita, visto anche il mezzo disastro di Cyberpunk 2077 di CD Projekt Red, uscito con una quantità di bug impressionante su console, oltre a non riuscire a mantenere le aspettative promesse. Il lungo silenzio di Techland dopo il primo trailer ha fatto quasi pensare che il progetto non sarebbe mai stato portato a termine, diventando un vaporware, destino che spesso tocca a diversi giochi presentati alle varie convention come l’E3.



Dying Light 2: Stay Human ha avuto uno sviluppo decisamente travagliato che probabilmente ha visto diversi cambi di direzione. Techland ha voluto inserire una meccanica tipica di alcuni giochi di ruolo, dove le scelte del giocatore influiranno non solo sui personaggi non giocanti e sulla storia, ma anche sull’intera città dove è ambientato il titolo.

Una scelta questa che sicuramente renderà il gioco più avvincente, ma che solitamente si rivela sempre una sfida per gli sviluppatori, specialmente in un titolo con un comparto tecnico così elevato. Nel trailer del gameplay si è visto un Dying Light 2 decisamente più a fuoco, con un gameplay rifinito rispetto al primo sia per quanto riguarda il parkour, sia nei combattimenti incentrati sugli scontri corpo a corpo contro umani, zombie e altri orrori che si aggirano per la città. 

Direttamente dal primo titolo arriva la possibilità di esplorare la città anche di notte per trovare armi ed equipaggiamento più potente, correndo però il rischio di incontrare creature letali da tenere a bada con i raggi ultravioletti, fuggendo usando tutte le scorciatoie possibili e le abilità di parkour del protagonista. Durante la notte sarà possibile esplorare i nidi degli infetti lasciati vuoti, avventurandosi nelle profonde oscurità della città. 

 

Novità negli scontri

Per quanto riguarda i combattimenti, Techland ha perfezionato il sistema di scontri corpo a corpo con armi di Dying Light, rendendolo ancora più soddisfacente e aggiungendo un pizzico di tattica in più. Sarà possibile scegliere se affrontare gli scontri in modo diretto, brandendo una gigantesca arma a due mani, oppure usare oggetti come molotov, pugnali da lancio e tanto altro. Come nel primo titolo sarà limitata la presenza delle armi da fuoco, in quanto Dying Light 2: Stay Human è ambientato in un futuro dove le munizioni sono scarse. 

La possibilità di scegliere con quali personaggi allearsi cambierà il mondo di gioco e il destino del protagonista. Se però sul lato del gameplay Dying Light 2 sembra già una sicurezza, sul punto della storia e della possibilità di scelta ci sono ancora dei dubbi. Da verificare infatti se ci saranno quest diramate, se le nostre azioni durante il gioco influenzeranno il mondo o se avremo la possibilità di scegliere solo in alcune occasioni semplicemente scegliendo una linea di dialogo. 

 

La trama

A proposito della storia, diciamo che questa non era proprio il punto di forza di Dying Light, ma pur con tutti i clichè del genere horror funzionava alla grande. In Dying Light 2: Stay Human il protagonista, Aiden, sarà infetto dal virus e dovrà trovare un modo per curarsi e ‘restare umano’. Si sa ancora poco sui personaggi e sugli effettivi antagonisti, ma in un gioco del genere possiamo dire che la storia è abbastanza marginale, anche perché le varie apocalissi zombie sono state viste in qualsiasi salsa sia nei film sia nei videogiochi. 

Non ha sicuramente giovato il fatto che l’autore Chris Avellone (famoso per aver scritto trame per alcuni dei migliori CRPG sul mercato) sia stato allontanato da Techland dopo le accuse di molestie sessuali. Chiaramente, se Techland riuscirà unire una storia ben scritta, un gameplay esplosivo ed un mondo di gioco che varia in base alle scelte del protagonista, allora si potrà probabilmente parlare del primo capolavoro del 2022. 

Dying Light 2 uscirà su PC, PS4, PS5, Xbox One ed Xbox Series X\S, promettendo una grafica davvero mozzafiato grazie al Ray Tracing. Per abilitare questa funzione nel seguito di Dying Light su PC (sul quale sarà possibile giocare come sempre anche con un controller per Xbox One) sarà necessaria una scheda video di ultima generazione prodotta da Nvidia. 

Bisogna comunque tenere conto che trattandosi di un titolo ‘cross gen’, Dying Light 2 non sfrutterà al massimo il potenziale delle nuove schede grafiche e soprattutto delle console di gioco PS5 e Xbox Series X\S. Si spera però che le prestazioni di Dying Light 2 su PS4 e Xbox One siano di buon livello e che Techland abbia lavorato sull’ottimizzazione del suo titolo. Possiamo comunque ben sperare, visti gli ottimi risultati a livello di performance del primo titolo della serie.

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI