Grim Fandango: soluzione completa

Ultimo aggiornamento: 18.04.21

 

Uno dei capolavori LucasArts finalmente disponibile anche su nuove piattaforme. La nostra soluzione completa vi aiuterà a superare alcuni punti più difficili del gioco, dove potreste esservi bloccati.

 

Quando LucasArts, software house fondata da George Lucas (proprio il creatore della serie Guerre Stellari, o come va di moda oggi, Star Wars) produceva giochi di qualità per computer, le avventure grafiche o punta e clicca erano all’apice del successo e dopo capolavori come Day of the Tentacle e Full Throttle, fu la volta di Grim Fandango, uscito nel 1998. 

Il recupero dei vecchi classici è oggi all’ordine del giorno e dunque Grim Fandango Remastered è divenuto realtà grazie a Double Fine Productions, che nel 2015 ha reso disponibile questa versione per dispositivi mobile, PC e console Playstation e che potete oggi giocare sul vostro nuovo monitor da gaming in alta definizione. Se l’avete acquistato e volete qualche dritta, potete trovare la nostra guida in basso.

 

Grim Fandango soluzione

Per chi fosse alla ricerca di una Grim Fandango walkthrough, poiché bloccato in un punto preciso del gioco, troverà nel nostro articolo le risposte che cerca. L’arco narrativo del titolo è diviso in quattro anni e il giocatore controllerà l’agente di viaggi del Dipartimento della Morte Manny Calavera.

Anno uno

All’inizio del gioco, prima di lasciare il suo ufficio, dovrete raccogliere il mazzo di carte che trovate nel suo ufficio. Dopo una chiacchierata con il meccanico Glottis avrete bisogno di farvi firmare un ordine di lavoro dal vostro capo, per raggiungere il suo ufficio però dovrete utilizzare una corda che dall’esterno del palazzo arriva fin nella stanza. Utilizzando il computer ordinate alla segretaria Eva di firmare il documento, ora vi basterà tornare da lei per proseguire.

Terminato l’intermezzo, Manny dovrà ora cercarsi un nuovo cliente, pertanto uscite dalla stanza in cui vi trovate e uscite dal palazzo per dirigervi verso il festivale in strada. Dialogando con il clown lì presente dovrete farvi dare due palloncini, che utilizzerete poi nel dipartimento per rompere la macchina dei messaggi. Dialogate con il demone che si trova nel palazzo fino a quando questo non andrà in autocombustione, salvatelo spegnendo l’incendio con l’estintore e questi vi darà una preziosa informazione.

A questo punto avrete bisogno del mazzo di carte raccolto all’inizio del gioco, dovrete sfruttare un macchinario per bucare le carte e inserirle poi nel tubo dei messaggi di colore rosso. Inizierà così un ulteriore intermezzo dove Manny verrà reclutato nell’organizzazione ribelle di Salvador Limones, per ripulire la corruzione nel Dipartimento della Morte.

 

Anno due

Manny si è stabilito a Rubacava dove ha aperto il Café Calavera, tuttavia una serie di eventi lo porteranno a lasciare il luogo per recarsi a Puerto Zapato a bordo della nave Limbo. Prima di potersi imbarcare però deve ottenere la carta dell’Unione Marittima, recatevi dunque al Blue Casket e parlate con Charlie, l’individuo con il vestito verde che vi darà la carta per l’High Rollers Lounge. Consegnatela a Glottis, l’ex-meccanico che ora fa il pianista e recatevi nella Lounge con lui. Qui Manny affronterà Charlie, il quale però alla fine gli darà la tanto agognata carta dell’Unione Marittima.

Resta solo Naranja di cui occuparsi prima di lasciare Rubacava, inizierete questa sezione recandovi ancora al Blue Casket dove dovrete parlare con Lola. Andate quindi in cucina e con il pennello raccogliete il liquido nel lavandino, dovrete utilizzare questo oggetto nel luogo in cui si trova Naranja, impegnato nel farsi fare un tatuaggio. 

Passando il pennello sulla bottiglia del personaggio lo farete ubriacare del tutto e quando sarà svenuto nel suo letto potrete sottrargli la targhetta. Per convincere Velasco, il capo della Limbo che Naranja è morto dovrete lanciare la targhetta su un cadavere quando il coroner Membrillo è distratto. Ora non resterà che far chiudere il vostro casinò per poter lasciare Rubacava con Glottis.

 

Anno tre

Dopo un intermezzo vi ritroverete bloccati con Glottis sulla nave, per fuggire premete il pulsante che trovate a destra nella stanza, poi le leve e infine premete il pulsante a destra altre due volte. Questo farà affondare la nave e sprofonderete con essa, per uscire dalla spinosa situazione dovrete parlare all’uomo con la lanterna quando sarà nelle vostre vicinanze.

Lo scopo del terzo anno è salvare Meche, tuttavia è importante creare anche una via di fuga, dovrete quindi manovrare le gru che si trovano sulla spiaggia, utilizzando le catene e il nastro trasportatore in modo che queste si avvolgano attorno alla barca sprofondata. Questa procedura farà sì che l’imbarcazione torni a galla e potrete ora salvare Meche, sul più bello arriverà Domino ma vi basterà colpire la piovra nell’occhio per terminare la sezione.

Anno quattro

Manny tornerà a Rubacava e dovrete recarvi al Blue Casket per parlare con Olivia, successivamente avrete bisogno di riempire l’oggetto nave in bottiglia con la gelatina presente nel barile in cucina. Ora recatevi dal tatuatore Toto, prendendo il suo nitrogeno liquido, con gli oggetti recatevi al Vagone Osso per dare a Glottis il tutto, potrete così usare il nitrogeno sulla trappola di Domino per disattivare la bomba.

La parte finale del gioco si svolgerà alla Greenhouse dove dovrete affrontare Hector, sempre con il nitrogeno liquido seguite dunque le istruzioni di Salvador. Al termine riuscirete a ritrovare il corpo di Sal e ottenendo la pistola chimica dal bagagliaio dove questi si trova potrete dirigervi alla Greenhouse per completare il titolo.

 

Grim Fandango download

Il gioco può essere scaricato in versione digitale su PS4 e PC. La nostra soluzione di Grim Fandango Remastered vi aiuterà a superare i punti più ostici o meno intuitivi del gioco, mentre una vera e propria guida trofei non è del tutto necessaria poiché molti sono legati al progredire della storia. Quelli che possono essere più facilmente mancati sono “Spaventare i vivi è tecnicamente irregolare, ma lo facciamo tutti”, per cui vi basterà parlare più volte con le persone nella Terra dei Vivi, e “Fuggite, piccioni! È Sigmund Freud”, da prendere nel primo anno: con il palloncino del clown dovrete spaventare i piccioni sul tetto.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments