I 10 giochi per PC più famosi degli ultimi venti anni

Ultimo aggiornamento: 28.09.20

3

 

Venti anni nel mondo dell’industria videoludica possono sembrare come un’era geologica. Attraversiamo questo lungo periodo scegliendo dieci titoli che hanno segnato un’epoca e influenzato quelle a venire.

 

Diablo 2

Blizzard Entertainment con il secondo capitolo della saga di Diablo, impose un modo e una filosofia tutta nuova di vivere e giocare certi titoli fantasy. Una trama avvincente, che segue le orme di un eroe caduto sotto i colpi di un potere più grande di lui; da qui si muove il giocatore che dovrà vestire i panni di cinque personaggi, ognuno dotato di peculiari abilità e caratteristiche. Uscito nel giugno del 2000, Diablo 2 non fu solo un successo mondiale a livello commerciale, ma vide Blizzard diventare un vero punto di riferimento per tutti i giochi di questo genere. Ottimo il livello di sfida, con le tre modalità Normale, Incubo e Inferno capaci di mettere a dura prova anche gli avventurieri più esperti. In più, la modalità online con cui sfidare il gioco in cooperativa con un amico, ampliò ancora di più la rigiocabilità del titolo. Un piccolo grande must che non può mancare nella ludoteca degli anni duemila.

 

Half Life 2

Sei anni dopo gli eventi catastrofici di Black Mesa, lo scienziato Gordon Freeman si trova nuovamente ad affrontare in prima persona le conseguenze di un’invasione aliena. Grafica migiliorata e un motore di gioco che per l’epoca gestiva la fisica degli oggetti in maniera superba. Questi alcuni dei punti di forza di questa nuova incarnazione firmata Valve Software. Un viaggio dentro una dittatura dispotica e distopica armati di poche risorse iniziali e di una delle armi entrate di diritto nella memoria di molti giocatori dell’epoca: la mitica Gravity Gun. Un viaggio che, a distanza di tempo, crediamo valga ancora la pena vivere in prima persona.

The Elder Scrolls IV: Oblivion

Quarto capitolo delle fortunatissima serie The Elder Scrolls, Oblivion segnò, insieme a World Of Warcraft, il 2006 di tanti giocatori e appassionati di fantasy. La libertà di poter scegliere tra numerose classi e la vastità e l’ampiezza di gioco, lanciarono il titolo Bethesda nell’Olimpo degli action RPG.  La scelta della razza e della classe, così come le conseguenze di determinate azioni nel gioco, scrivono letteralmente una nuova storia e provocano cambiamenti e reazioni nel mondo circostante. Un quarto capitolo amato poi da un pubblico trasversale, inclusi poi i giocatori Xbox 360 che ebbero al tempo l’opportunità di sperimentare un gioco così vasto anche su console.

 

Left 4 Dead

Il 2008 è stato un anno decisamente interessante per il mondo dei videogiochi. Riteniamo però che l’arrivo di Left 4 Dead abbia segnato un punto fondamentale per quel che riguarda l’esperienza di gioco in multiplayer. Per molti è stato il miglior gioco per PC del tempo e non facciamo fatica a crederlo. Nei panni di quattro sopravvissuti, diversi giocatori potevano unirsi in una lotto disperata per la sopravvivenza, in una sfida al cardiopalma in cui oltre alle orde di pericolosi infetti, bisognava poi gestire e abbattere pericolosi boss di fine livello. Il livello di coinvolgimento e il divertimento toccarono picchi inarrivabili, grazie a una formula in fin dei conti tanto semplice quanto ludicamente efficace e mai eccessivamente punitiva. Siamo certi che anche oggi un gruppo di quattro amici si divertirebbe un mondo a resistere alle orde messe in campo da Valve.

 

Starcraft 2: Wings of Liberty

Il mondo degli strategici in tempo reale aveva già subito uno scossone con il primo capitolo della serie. La consacrazione arriverà però con questo secondo e fondamentale seguito. Grande atmosfera, bilanciamento perfetto delle risorse e delle situazioni di gioco. Questo e molto, molto altro è racchiuso in Starcraft 2, in una fusione di generi in cui la qualità della scrittura segue di pari passo un gameplay frenetico e profondo.

 

Dishonored

Lode al game design. Dishonored è stato uno dei titoli che nel 2012 ha saputo catturare i diversi giocatori con una storia accattivante, donando loro una libertà d’azione e d’approccio a ogni singola missione quasi da capogiro. Nei panni del reietto Corvo Attano, il giocatore dovrà muoversi tra intrighi di corte e oscure macchinazioni, mentre il mondo intorno è stretto nella morsa della peste. Atmosfere incredibili per un gioco capace di stupire ancora oggi, a metà 2020. 

 

Divinity: Original Sin

Lo Studio belga Larian ha segnato il 2014 con un titolo che ha scosso le fondamenta dei classici giochi di ruolo, rispettando e innovando il cuore stesso di questo genere.

Divinity: Original Sin ha saputo calare i giocatori all’interno di un mondo complesso e stratificato, dove la storia e i dialoghi la fanno da padrone, esaltando la componente ruolistica e con strategici scontri in cui l’ambiente di gioco può diventare un fedele aiuto per il giocatore o un temibile alleato dei vostri avversari.

 

Overwatch

Non tutti avrebbero scommesso sull’entrata di Blizzard nel mondo degli shooter competitivi on line. Overwatch dimostra amabilmente il contrario. Personaggi azzeccatissimi e una curva di apprendimento capace di coinvolgere anche i giocatori meno smaliziati e più ortodossi. Un gioco insomma che rende onore e merito alla parola giocabilità, offrendo ore e ore di spassosissimi scontri all’ultimo colpo, con una grafica e un level design delle mappe da far invidia ai mostri sacri del genere.

 

Red Dead Redemption 2

Figlio della grande Rockstar Games, questo titolo entra di diritto nella nostra classifica grazie alla magnificenza grafica che i pc attuali sono capaci di restituire. Un omaggio all’epopea western in cui il personaggio di Arthur Morgan ci accompagna lungo paesaggi desolati e scorribande all’ultimo sangue. Pura epica videoludica da mozzare il fiato per la regia e le immagini che ci si parano innanzi. Un must da non perdere per chi ama il medium videoludico, senza se e senza ma.

Control

Poteri nascosti e sfide mentali. L’esperienza proposta da Control prende la forma di uno sparatutto in terza persona anomalo, ma dalla grande personalità. Il level design e l’esplorazione degli ambienti sono qualcosa di unico e di affascinante, catturando il giocatore in una spirale ludica che vede il giocatore sempre al centro di questo universo in continua evoluzione, dove la conoscenza e lo studio di certi poteri sono fondamentali per sciogliere una fitta trama di misteri, premiando sempre il giocatore curioso e la voglia di esplorazione.

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments