La guida strategica e i trucchi di Assassin’s Creed Origins

Ultimo aggiornamento: 06.08.21

 

Il capitolo che ha segnato la svolta per la fortunata serie di Ubisoft. Vediamo quali sono i consigli e le strategie per approcciarsi ad Assassin’s Creed Origins

 

La serie di Assassin’s Creed ha saputo innovare il mondo del gaming, portando il movimento libero negli action in terza persona e un’ottima combinazione tra stealth e azione. Uno dei vantaggi principali dei vari capitoli di Assassin’s Creed è la loro accessibilità: si tratta infatti di giochi non troppo difficili, ideali per un gaming rilassato. Una delle caratteristiche più apprezzate della serie però è la storia. L’eterna lotta tra templari e assassini con viaggi nel tempo virtuali attraverso le ambientazioni più disparate, sono stati il vero motivo del successo della serie.

A un certo punto però, il gameplay ha cominciato a risentire degli anni e a non reggere il confronto con altri action, nella fattispecie quelli della casa nipponica From Software e del gioco di ruolo The Witcher 3 che dalla sua uscita ha dettato legge su come costruire un gioco open world. Per questo Ubisoft ha deciso di cambiare rotta, ispirandosi proprio alla concorrenza. Assassin’s Creed: Origins assume quindi i connotati di un action RPG, dove i combattimenti e l’esplorazione di una grossa mappa di gioco sono le caratteristiche principali. Le dinamiche stealth vengono leggermente messe in ombra, in favore però di scontri più corposi con nemici di diversi livelli e anche qualche boss fight ispirata. 

In Assassin’s Creed Origins vestiremo i panni di Bayek, una sorta di ‘sceriffo’ dell’Egitto Tolemaico, dovrete farvi strada attraverso le varie città del Nilo per cercare gli assassini di vostro figlio e ottenere finalmente la vendetta. Allo stesso tempo, la storia porterà Bayek alla scoperta di un misterioso Culto. La storia risulta sempre molto avvincente, specialmente nelle fasi più avanzate del titolo. Sia le quest principali sia quelle secondarie sono piacevoli da affrontare, grazie al carisma del protagonista e a una buona scrittura dei dialoghi. 

Trattandosi di un gioco leggermente più complesso rispetto ai suoi predecessori, vediamo quali sono i consigli più utili per sopravvivere nel pericoloso Egitto di Ubisoft, in modo da poter ottenere con più facilità tutti i trofei di Assassin’s Creed Origins e gli achievement. Se giocate Assassin’s Creed su PS4 vi basterà un comodo divano o una poltrona, ma per il PC  potrebbe farvi comodo una buona scrivania da gaming dove sistemare le vostre periferiche di gioco. Senza indugiare oltre, ecco la nostra guida di Assassin’s Creed Origins

Combattimenti

A differenza di tutti gli Assassin’s Creed usciti prima di Origins, il sistema di combattimento non sarà più incentrato sulla semplice pressione di tasti e sulle direzioni. In questo capitolo e in quelli successivi come Odyssey e Valhalla, troveremo un combat system molto simile a quello della serie souls, dove schivata e contrattacco saranno la vostra arma principale. 

Pur non arrivando alla difficoltà dei titoli From Software, i combattimenti di Assassins Creed Origins presentano comunque un buon grado di sfida. Avrete a disposizione un colpo veloce e uno potente che potrete combinare, oltre ad una serie di devastanti tecniche segrete da sbloccare livellando il personaggio. Il nostro consiglio è quello di schivare e poi eseguire delle combo, provando a mettere a segno almeno un colpo potente, in modo da poter avere la meglio anche con i nemici più robusti. Il contrattacco è un ottimo sistema per infliggere danni elevati, ma dovrete avere un buon tempismo. 

Ricordate inoltre di provare le diverse armi a disposizione, in quanto ognuna di loro avrà dei vantaggi e degli svantaggi. Le mazze a due mani ad esempio saranno devastanti ma molto lente, al contrario dei pugnali che si rivelano più adatti se amate il gameplay veloce e le strategie di toccata e fuga. 

Livello del personaggio

Pur non presentando un sistema di scelta multipla nelle quest e dinamiche choice-consequence, Assassin’s Creed Origins è a tutti gli effetti un action RPG. Per poter sconfiggere i nemici più pericolosi e sbloccare armi sempre più potenti dovrete completare le quest secondarie e combattere il più possibile. Ad ogni livello otterrete un punto abilità da investire nello skill tree di Bayek e sbloccare così nuove mosse speciali o abilità passive particolari. Il grado delle armi è molto importante, tenete conto che quelle con sfondo viola o dorato saranno le più potenti.  

 

Esplorazione

Oltre a poter vedere dei luoghi di interesse riprodotti con grande perizia come le piramidi e la città di Alessandria, l’esplorazione del gioco vi consente di raccogliere diversi oggetti come i papiri di Assassin’s Creed Origins e materiali. I materiali, ottenibili attaccando le postazioni dei nemici e cacciando animali, vi consentiranno di aumentare il livello dell’armatura di Bayek, così come della lama nascosta. La lama nascosta è una risorsa molto importante, ma dovrete renderla sempre più potente in modo da poter uccidere silenziosamente i capi degli accampamenti, i generali e anche i temibili mercenari che l’Impero Tolemaico vi scaglierà contro. 

Usate quanto più possibile il vostro fido Senu, per poter vedere il mondo dall’alto e contrassegnare luoghi d’interesse, nemici e forzieri da aprire. La mappa di Assassin’s Creed Origin è davvero vasta, quindi se volete completare il gioco al 100% dovrete mettere in conto un buon numero di ore. Il divertimento è comunque assicurato, grazie a una buona varietà di ambientazioni e nemici di livello sempre crescente. 

Per una maggiore sfida potete alzare il livello di difficoltà, cosa che però vi consigliamo di fare solo una volta aver portato Bayek almeno al livello 15. Per scoprire di più sulla storia inoltre, vi consigliamo di cercare i cerchi di pietre di Assassin’s Creed Origins

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI