Le 8 Migliori Console del 2020

Ultimo aggiornamento: 04.06.20

2

 

Console – Guida agli acquisti, Opinioni e Comparazioni

 

Il 2020 si configura come un anno importante per quanti vogliono recuperare alcune delle console della ultima generazione o puntare anche a vecchie glorie del passato diventate ormai dei classici del mondo videoludico. Nintendo 3DS conserva ancora dopo cinque anni tutto il fascino e il potenziale di un’ottima console portatile. Una via differente con cui divertirsi e visitare i mondi creati ad hoc da Nintendo e tutte le altre software house. A occupare il secondo posto di questa ideale classifica delle migliori console del 2020 abbiamo Sony PS4 Pro G Chassis, che occupa la vetta delle più vendute durante questa generazione, si presenta qui nella sua versione più potente, con una ricarica da 20 euro per il Playstation store e un comparto grafico da urlo.

 

 

Tabella comparativa

 

Pregio
Difetto
Conclusione
Offerte

 

 

Le 8 Migliori Console – Classifica 2020

 

Console Nintendo

 

1. Nintendo 3DS Console Portatile

 

Se  vi state chiedendo come scegliere una buona console, il marchio della casa giapponese è uno dei punti fermi in quanto a qualità costruttiva e robustezza dei suoi prodotti. La console Nintendo 3DS è lì a confermarlo. La durata della batteria consente di gestire al meglio le partite, sia in casa sia in mobilità, con un parco titoli veramente enorme che mette d’accordo grandi e piccoli giocatori.

In più abbiamo anche una robustezza della realizzazione che si vede dal sistema di chiusura a conchiglia, capace di proteggere lo schermo e i comandi. In comparazione con altre console, poi la spesa richiesta per portarsi a casa una console portatile di questo tipo è relativamente inferiore al costo medio delle altre, con una varietà dei titoli e una praticità dei controlli capace di equilibrare al meglio l’investimento. 

Un costo che non sembra esagerato non solo quando si parla di console ma anche per quel che riguarda i giochi da acquistare.

 

Pro

Compattezza: Se cercate un buon supporto con un’eccellente portabilità, il piccolo Nintendo 3DS è la soluzione ideale con cui divertirsi senza spendere troppo, forti di una delle console più vendute on line.

Resistenza: La forma e il sistema di apertura e chiusura funzionano al meglio, così da proteggere le due parti. In alternativa, con dei proteggi schermo economici si alza ancora di più il livello di robustezza del tutto.

Parco titoli: Gran parte dei giochi usciti su 3DS coprono senza problemi la maggior parte dei generi così che ogni utente può trovare la sua dimensione videoludica preferita.

 

Contro

3D: In tanti lo considerano un’opzione non così fondamentale per la riuscita della console, andando a disattivarla dopo qualche ora di gioco.

Acquista su Amazon.it (€139)

 

 

 

Console PS4

 

2. Sony PS4 Pro G Chassis

 

La console PS4 di Sony si presenta qui nella configurazione Pro, pensata e progettata per tutti quegli utenti che desiderano e auspicano una maggiore potenza di calcolo. Con la velocità del processore portata a 2.1 GHz e una risoluzione su schermo che raggiunge i 2160p ovvero adatta agli schermi 4K e la compatibilità con la tecnologia HDR. Anche per chi possiede uno schermo Full HD non mancano benefici durante la visione, con un supersampling che ci regala un’immagine più nitida.

Piccole modifiche sono state poi apportate anche dal punto di vista dei controlli, con il nuovo dual shock che presenta una zona colorata che dall’alto scorre verso il basso così da facilitare l’individuazione e la localizzazione del controller. 

Maggiore potenza di calcolo significa anche dettagli e impostazioni più efficienti, con un insieme di effetti che si possono attivare e che migliorano la resa nella versione Pro.

In questa edizione è presente anche una PS Live card da 20 euro, con cui si possono acquistare dei titoli in formato digitale nello store dedicato.

 

Pro

Tecnologia 4K: La versione Pro permette di sfruttare al meglio la qualità dell’ultra definizione su schermo, con una compatibilità anche con la versione HDR presente in alcuni televisori.

Ingombro: Le modifiche apportate a livello hardware non hanno inciso in maniera esagerata sulle dimensioni e il disegno generale della console, pratica da posizionare accanto alla Tv.

Potenza: Con effetti dedicati e una maggiore capacità di calcolo, diversi titoli passati e nuove proposte arrivano nella migliore versione possibile, pronti per essere giocati e goduti al massimo dettaglio.

 

Contro

Spesa: Il modello Pro non è il più economico se si ha in mente di spendere poco, così che molti hanno preferito optare per la versione base della console Sony.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Console Wii

 

3. Nintendo Console Wii Sport Bianca

 

La console Nintendo Wii ha venduto nel mondo milioni di esemplari. Il motivo di questo successo è determinato dal tipo di esperienza di gioco fornita. Grazie infatti a una barra per la lettura dei movimenti, l’utente può gestire e giocare in modo divertente, sfruttando le periferiche di gioco che trasportano sullo schermo tutti i suoi movimenti. 

Precisione, semplicità e una serie di titoli accattivanti uniscono la famiglia e un gruppo di amici davanti lo schermo. Con il Joystick e il Nunchuk si muove il proprio avatar digitale, nelle diverse discipline sportive in cui è possibile cimentarsi. 

Quanti amano i prezzi bassi e una console non proprio di ultima generazione ma con un parco titoli ampio e molto differenziato. Avere poi già nella confezione il titolo Wii Sport vi consente di iniziare già da subito a mettere alla prova riflessi e abilità, con sport come il bowling, la boxe e il tennis.

 

Pro

Controlli: La scelta di un sistema di gestione del movimento e di una lettura delle azioni dell’utente, rappresenta il vero punto di forza della console Nintendo, progettata per trascorrere momenti spensierati in casa.

Impostazioni: Una volta montato, il Wii presenta un’interfaccia di gioco semplice e intuitiva, gestibile attraverso il Joystick e il Nunchuck inclusi nella confezione.

Wii Sport: Nella scatola è presente anche il gioco Wii Sport, un assaggio perfetto con cui familiarizzare con i comandi di gioco e le dinamiche tipiche di questa console.

 

Contro

Spazio: Non tutti dispongono di spazio sufficiente in casa per poter sfruttare insieme a un amico o un familiare tutte le dinamiche e i movimenti pensati per il Wii.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Console portatile

 

4. Etpark Console di Gioco Portatile

 

Tra i consigli d’acquisto non poteva mancare anche questa piccola console portatile, progettata sulla scia delle più blasonate. Con uno schermo LCD da 2,8 pollici e un catalogo che comprende più di 400 giochi tipici degli anni ‘80 e ‘90, si potrà dunque fare un tuffo nel passato, così da far provare anche ai più giovani il piacere di mettersi alla prova con questi supporti. 

La batteria al litio ricaricabile da 800 mAh assicura una copertura di oltre 5 ore, con in più un controller aggiuntivo che si collega alla piccola console per una partita in doppio. Le misure della console poi consentono di gestire al meglio il trasporto, senza problemi per chi desidera mettere in tasca o dentro uno zainetto il tutto.

L’uscita Tv permette poi di collegare la console a uno secondo schermo, così da giocare su una superficie più ampia e godere della natura ibrida dell’oggetto.

 

Pro

Economica: Dai pareri raccolti emerge la convenienza di una console, piccola nelle dimensioni ma grande in quanto a praticità d’uso. Disporre poi di un catalogo con più di 400 titoli si conferma un’opzione conveniente per tutti.

Pratica: Con uno schermo LCD da 2,8 pollici e dimensioni contenute, la console Etpark entra comodamente in tasca o dentro uno zaino per offrire il massimo in quanto a portabilità.

Intuitiva: Una volta accesa, la schermata con i menù e l’elenco dei titoli consente uno sguardo rapido su tutto il catalogo, così da entrare subito in partita.

 

Contro

Catalogo: Emerge una certa ripetizione di titoli tra quelli presenti sulla console, con alcuni giochi che non partono e che costringono il giocatore a passare ad altro.

Acquista su Amazon.it (€20,99)

 

 

 

Console Nintendo Switch

 

5. Nintendo Switch blu/rosso neon

 

Con l’arrivo di questa console ibrida, la casa nipponica ha saputo rivoluzionare il mercato del divertimento portatile e casalingo. Tra le console più vendute di questa generazione, Nintendo Switch ha dalla sua una formula e un catalogo di titoli per tutti i gusti.

Questa nuova versione poi ha al suo interno una batteria migliorata, con tempi di gioco in versione portatile che arrivano anche a cinque ore complessive. 

In più, una volta riposizionato il tutto in versione dock, si può godere del titolo con una definizione che arriva a 1080p per poi scalare a 720p nella modalità portatile. La bellezza di questo oggetto sta da un lato nella sua anima portatile e dall’altro dalla versione casalinga, con cui godere al massimo dei dettagli e della migliore fluidità.

I Joy-Cons nel primo caso possono essere rimossi dai lati dello schermo portatile, così da diventare due min pad indipendenti con cui poter giocare in coppia e sfidarsi. In più nella parte posteriore è presente una levetta con cui appoggiare la console su una superficie piana così da giocare in modalità “tabletop”.

Un gran catalogo, ricco di titoli prodotti da Nintendo e da proposte di terze parti, perfette per trascorrere qualche tempo in una realtà alternativa, magari durante un viaggio o comodamente seduti sul divano di casa.

 

Pro

Versatilità: La doppia natura della console soddisfa da una parte l’utente che si sposta e ama la giocata in mobilità, così come quanti vogliono sedersi comodamente sul divano e sfruttare a schermo pieno ogni titolo.

Schermo: Il display presente nella versione portatile assicura una resa nitida e colori luminosi, così da non affaticare gli occhi ed essere la soluzione perfetta per chi ama giocare in modalità portatile.

Autonomia: La recente versione della console copre fino a un massimo di 5 ore in mobilità, un tempo ideale per chi ama portarsi fuori casa la console.

 

Contro

Joy-Cons: La tenuta e il posizionamento dei Joy-Cons, una volta collocati ai lati dello schermo, non sempre risultano comodi dopo un lungo periodo di tempo.

Acquista su Amazon.it (€323,39)

 

 

 

Mini console

 

6. Sony Playstation Classic Console + 2 Controller

 

Se siete amanti del passato videoludico e volete provare qualche titolo targato Sony che vi siete persi nel tempo, l’occasione arriva direttamente da Sony che con la sua versione Classic propone sul mercato una riedizione della storica Playstation. Il formato è veramente da mini console, così da trovare spazio nelle vicinanze del televisore. Nella parte posteriore sono poi collocati l’ingresso per l’Hdmi e una presa mini USB con cui erogare corrente al tutto.

Nella confezione sono inclusi due controller, così da poter sfidare amici e parenti in furiose sessioni di gioco a due. All’interno della console sono preinstallati 20 giochi, con alcuni grandi classici come Final Fantasy VII, Metal Gear Solid e Resident Evil.

Spostandosi tra i menù è possibile anche selezionare degli slot di salvataggio o mettere in stand by una partita per poi riprendere da dove si era interrotto. Esteticamente la console richiama in tutto e per tutto la sua controparte originale, anche con il suono tipico una volta accesa la console.

 

Pro

Aspetto: Molto bene il lavoro svolto dal punto di vista estetico, con i pulsanti, i loghi e il disegno originale della prima Playstation.

Catalogo: Con venti titoli, che spaziano da classici imperdibili fino a proposte differenti pensate per coprire i diversi generi, Sony Playstation Classic ha molto da dire in quanto a resa e intrattenimento.

Controller: I due pad richiamano al meglio le sensazioni di gioco provate un tempo, con colorazioni e dimensioni rispettose della versione originale.

 

Contro

Impostazioni: Il menù con cui poter selezionare titoli non consente particolari modifiche e soluzioni diverse in quanto a frame rate e tipologia di schermo.

Acquista su Amazon.it (€133,5)

 

 

 

Console per Arcade

 

7. SNK Playmore Neo Geo Mini

 

La console SNK torna a celebrare i vecchi cabinati e una console tra le più costose del tempo. Lo fa riducendo letteralmente tutto nei minimi termini, con un piccolo display LCD da 3,5 pollici capace di regalare anche con dimensioni contenute partite interessanti e sfide con i numerosi titoli presenti su catalogo. 

Sì, perché si parla di ben 40 giochi inclusi che, in comparazione con le altre, è a tutti gli effetti un mini cabinato da collegare e con cui divertirsi. Una console per arcade con una buona levetta analogica e quattro pulsanti così da emulare la versione presente nelle sale giochi.

Il menù con cui selezionare i titoli è intuitivo e molto chiaro, anche se alcuni utenti avrebbero gradito maggiori personalizzazioni sul fronte dei settaggi, specie per la risoluzione video.

Insomma, se siete tra quei giocatori che bramavano un tempo per avere a casa una console Neo Geo, potrebbe essere il momento di tornare a premere quei pulsanti, su una versione mini ma sempre fedele all’originale.

 

Pro

Emulazione: La capacità di rendere e trasportare su un piccolo schermo la stragrande maggioranza dei titoli SNK, sbalordisce per la cura e la resa finale.

Catalogo: Con un parco titoli che raggiunge 40 giochi tra cui poter scegliere, i giocatori possono provare diverse perle dell’epoca anche oggi.

Giocabilità: La scelta di fornire uno schermo a questa console e dei comandi precisi e realizzati per durare nel tempo, si ripercuote anche sul divertimento finale e il piacere del giocatore.

 

Contro

Regolazioni: Oltre al tipo di formato video tra cui scegliere non vengono lasciate molte altre opzioni sulla personalizzazione dell’esperienza di gioco.

Acquista su Amazon.it (€163,99)

 

 

 

Console Atari

 

8. Atari Flashback 7 Console Retrò

 

Atari ritorna con la settima edizione di una delle sue mitiche console degli anni ‘70, in un formato pensato per i giocatori di oggi. Con 100 titoli della console del tempo caricati direttamente nel supporto e un sistema che si appoggia a due controller a infrarossi, il livello di sfida e di soddisfazione è garantito, così da poter gestire e divertirsi con una console dal gusto retrò realizzata con cura e attenzione. 

Con il cavo HDMI si collega senza difficoltà così da trasmettere su schermo le immagini in 4:3 con un bordo che rappresenta la cornice classica del tempo. Esteticamente l’oggetto richiama la forma dell’Atari, con un sistema in cui al nero della plastica scura si alterna il colore marrone a richiamare il legno dell’originale.

I controlli wireless offrono una buona libertà di movimento, anche se se bisogna aver cura di posizionarsi davanti la console così che gli infrarossi possano trasmettere al meglio i comandi. Tra le offerte legate al retrogaming e presenti sul mercato, si vede dunque la convenienza di un oggetto prodotto dalla stessa Atari in omaggio a una vecchia gloria del passato.

 

Pro

Design: Atari presenta una console per certi versi molto simile al mitico Atari 2600, con in più una serie di varianti rappresentate dai controlli senza fili e da un parco titoli che sfiora quota 100.

Spesa: Pensato per chi ama e ha amato la vecchia console del tempo, la proposta Atari Flashback 7 si configura come la soluzione a basso costo ideale per chi vuole riprovare il piacere di giocare a quei titoli.

Catalogo: Da Frogger, per poi passare ad Asteroids, Centipede e il divertente Frogger, non manca praticamente nulla al variopinto mondo dei giochi Atari, così da trascorrere diverse ore in compagnia con un balzo indietro nel tempo.

 

Contro

Joystick: La tecnologia a infrarossi non sempre si rivela l’ideale per una corretta trasmissione dei comandi durante la partita.

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Guida per comprare una buona console

 

Al momento di scegliere una console, diversi sono gli interrogativi che possono presentarsi all’utente. Importante infatti non è solo capire dove acquistare ma anche come orientarsi in modo consapevole e adatto alle proprie necessità.

Portatile o fissa

Il mercato di anno in anno cerca di proporre console capaci di soddisfare la voglia di giocare e le esigenze dei giocatori. Per questo marchi come Sony e Microsoft si vanno a giocare la partita a suon di esclusive e titoli giocabili solo sulla propria console. Un motivo questo che va a orientare molte volte l’utente, desideroso di provare il nuovo capitolo di una serie videoludica a cui tiene particolarmente. In entrambi i casi parliamo di console fisse, ovvero che si affiancano a un monitor o a un televisore e lì restano, con il giocatore comodamente sul divano a godersi il titolo del momento.

Altri produttori, vedi Nintendo, hanno cercato una via alternativa, con la creazione di una console ibrida come Switch, affiancata poi da qualche tempo dalla versione Lite.

Nel primo caso abbiamo a che fare con un prodotto che si collega direttamente alla Tv, permettendo poi di sfruttare lo schermo portatile e i Joy-Cons in mobilità, facendo attenzione all’autonomia restante ma godendo appieno dei titoli fuori dalla quattro pareti di casa.

La versione dello Switch chiamata Lite, invece rinuncia alla dock station casalinga per una nuova incarnazione solamente portatile, a un costo decisamente inferiore.

 

Potenza e praticità

Chi cerca a tutti i costi il massimo della performance, volendo spendere anche qualcosa in più, può puntare alle versioni Pro della console di casa Sony o al modello X se si parla di Xbox One. Nel tempo infatti le case produttrici hanno diversificato il settore, con modelli più o meno potenti che però consentono in entrambi i casi di giocare a tutti i titoli del catalogo.

Il discorso della praticità e semplicità d’uso mette le console quasi sullo stesso piano. Si tratta infatti di strumenti in cui per iniziare a giocare e a divertirsi non occorrono installazioni complicate o settaggi e impostazioni minime come per i computer fissi.

L’indubbio vantaggio sta proprio in questo: collegare la console al televisore di casa, inserire il titolo a cui si vuol giocare o scaricarlo da uno store digitale, impugnare il pad e il gioco è fatto.

 

Formato fisico o acquisto digitale

La stragrande maggioranza delle console più vendute sul mercato, segue un doppio binario dal punto di vista dei titoli proposti. L’utente infatti può scegliere la via dell’acquisto fisico del gioco, con la sua bella confezione che entra a far parte della ludoteca del giocatore. In alternativa si può acquistare lo stesso gioco, ma in formato digitale. 

In alcuni casi si beneficia di un prezzo leggermente più basso rispetto alla versione su disco e non si occupa spazio in casa con una libreria di titoli che aumenta con il passare del tempo. Qui si tocca un tasto un po’ delicato, che sfiora ogni giocatore in modo differente e che segue il gusto più che la convenienza. 

Non mancano le offerte e anche il mercato dell’usato permette per chi sa attendere diversi sconti una volta trascorso del tempo dall’uscita del gioco.

Periferiche di gioco

Oltre al classico pad da qualche anno sono arrivati dispositivi che puntano ad arricchire e ampliare la dimensione ludica, con un grado di coinvolgimento sempre più alto. C’è chi offre la possibilità di portarsi ovunque il gioco a cui sta dedicando tempo e ore, con una console portatile performante e con i controlli che possono includere anche altri giocatori, si veda Nintendo. 

Altri produttori come Sony hanno rischiato poi creando visori per la Realtà Virtuale, con titoli molto coinvolgenti e con una periferica di gioco dal costo contenuto e funzionale a calarvi letteralmente al centro dell’azione. In altri casi come il PS Move si punta a fornire degli strumenti di gioco in cui lettura dei movimenti e giocabilità vanno a braccetto come al tempo della mitica Wii Nintendo.

 

 

 

Domande frequenti

 

Dove posizionare una console?

L’ideale sarebbe nelle vicinanze del televisore, così da giocare in modo adeguato con i cavi e non avere problemi nel caso di pad con filo. Fatta eccezione per Nintendo Switch che diventa anche portatile all’occorrenza. La tendenza è quella di trovare posto alla console nel mobile del TV oppure di fianco allo schermo. 

Certo si tratta di un apparecchio in più, che magari si va ad affiancare al decoder e al lettore Blu-ray, con conseguenze nefaste per l’aggrovigliamento dei cavi dietro al mobile o al televisore. Il nostro consiglio, dunque, è quello di prendersi qualche minuto di tempo per cercare di sistemare al meglio i fili, così che poi sia più semplice sia individuarli, sia passare l’aspirapolvere

 

In che formato comprare i giochi per console?

Esistono due modalità d’acquisto. La prima permette di comprare il titolo in formato fisico, dunque con scatola contenente il disco e il libretto d’istruzioni. Tipicamente si tratta della scelta preferita dai collezionisti, che amano avere una zona dedicata alla loro passione, che non è solo quella di giocare ma anche di possedere le confezioni, meglio se edizioni speciali o particolari. 

L’altra modalità invece si appoggia allo store digitale, con tutta una serie di prodotti anche scontati che si possono scaricare direttamente sulla console. L’inconveniente di questa opzione è che obbliga a possedere una connessione Internet piuttosto veloce (visto che spesso i giochi “pesano” parecchi MB) e anche un certo spazio sull’hard disk della console. I modelli con disco da 500 MB, per dire, rischiano di riempirsi con un paio di giochi… 

 

Dove salvare i progressi di gioco su console?

Ogni titolo ha la sua specifica modalità, con l’hard disk interno della console che funziona da sistema in cui poter collocare i salvataggi. In alcuni casi è possibile anche memorizzare gli avanzamenti su cloud o su una memoria esterna.

 

Quanto costa una console?

Dipende molto dal modello e dalla marca. Le versioni più potenti delle console Sony e Microsoft arrivano a 350 euro, una cifra simile anche per la Nintendo Switch. Ci sono però anche altre proposte capaci di soddisfare tutte le tasche, in particolare chi desidera trovare un prodotto adatto ai più giovani o per rivivere le emozioni del passato grazie al retrogaming.

 

 

 

Come utilizzare al meglio una console

 

Sfruttare in modo responsabile e attento la propria console di gioco non sempre risulta così scontato. Nelle righe qui di seguito alcuni spunti e suggerimenti che crediamo possano far comodo.

Uso responsabile

Una volta accesa una console si sa quando si comincia ma non quando si finisce. Per queste ragioni il nostro consiglio è di impostare dove possibile un reminder sul tempo di gioco trascorso, si riesce così ad avere uno sguardo chiaro sulle tempistiche così da non esagerare troppo e mantenere entro una soglia accettabile il tempo speso giocando.

 

Occhio alla carica

Molti dei pad per console offrono anche una modalità wireless pensata per chi desidera la massima libertà di movimento. Verificate prima di iniziare la partita che il pad sia ben carico, in alternativa prevedete la possibilità di collegarlo alla console in modo veloce, in questo modo avrete sempre una soluzione con cui evitare di restare bloccati nel bel mezzo di uno scontro.

 

Sfruttate il multiplayer

Se volete provare la bellezza di una sfida con amici o con altri sconosciuti sparsi nel pianeta, allora è il momento di dare il via a una partita in multiplayer. Alcuni giochi consentono di provare anche in locale una sfida a due ma per sfidare altri giocatori quello di cui avete bisogno è una connessione internet e un piano di abbonamento se si parla di console Sony o di una Xbox One.

Scelta dei titoli

La bellezza delle console di oggi sta nell’ampiezza della proposta videoludica. Si va dai titoli sportivi, passando per i giochi d’azione e di combattimento, fino ad arrivare ai simulatori di guida di un trattore. Insomma ce n’è per tutti i gusti. Cercate, informatevi on line e provate il titolo che pensate possa fare al caso vostro, la migliore console è quella capace di regalarvi momenti di svago e, perché no, di emozionarvi in modo tutto particolare.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments