La Sony PS5 è retrocompatibile con i giochi PS4 e PS3?

Ultimo aggiornamento: 06.08.21

 

Sulla retrocompatibilità della Playstation 5, Sony ha fatto dichiarazioni contrastanti. Con la console finalmente arrivata sul mercato è stato possibile verificare questa funzione.

 

Quando si parla di videogiochi, la parola retrocompatibilità fa gioire gli appassionati, ma manda completamente nel pallone le case produttrici di console, specialmente Sony. Playstation 2 e Playstation 3 supportavano questa funzione, ma con l’arrivo della PS4 la ditta giapponese decise di fare un passo indietro, ricevendo non poche critiche negative. 

Il motivo stava nella struttura hardware completamente diversa della PS4 che a quanto pare risultava difficile da adattare per la retrocompatibilità con i giochi delle console precedenti. Questo ha dato comunque modo a Sony di creare dei remaster dei titoli di successo per PS3 e venderli come se fossero nuovi. Il mercato dei ‘remaster’ ha comunque funzionato, in quanto gli appassionati hanno comunque gradito le versioni con grafica migliorata e 60 fps di The Last of Us, God Of War 3 e della serie di Uncharted. Sui remaster in seguito ha investito molto anche Nintendo con la sua Switch: la metà delle esclusive per questa nuova console sono praticamente dei remaster di giochi usciti per Wii e WiiU. Anche il Nintendo Switch, come la PS4, non è retrocompatibile.

Cosa è successo invece con la Playstation 5? Diciamo che il marketing di questa console è stato abbastanza funambolico e in qualche modo ha rispecchiato le correnti del gaming moderno, dove si tende a promettere per poi tirarsi indietro all’ultimo secondo. E così, la retrocompatibilità di PS5 è stata prima confermata, poi smentita e poi di nuovo confermata. Cosa si è scoperto ora che la console è sul mercato? 

Retrocompatibilità e upgrade

La PS5 è retrocompatibile a tutti gli effetti, ma solo con i titoli della Playstation 4. La nuova console Sony supporta la risoluzione in 4K, quindi tutti i titoli funzionanti anche su PS4 Pro sono perfettamente utilizzabili. Si contano almeno 600 titoli PS4 (mentre i giochi PS5 al momento sono pochissimi) che girano molto bene sul nuovo sistema Sony, fornendo le stesse prestazioni della PS4 Pro e in alcuni casi anche superiori.

Probabilmente vi starete chiedendo se la PS5 è in grado di fornire prestazioni superiori con la lunga lista giochi della PS4. Sì, ma solo tramite un particolare upgrade che gli sviluppatori possono rilasciare tramite delle patch apposite. Ad esempio Naughty Dog ha recentemente aggiornato The Last of Us: Parte 2 per sbloccare i 60 fps su PS5, ma comunque sembra che stia preparando una versione del gioco esclusiva per la PS5. E per quanto riguarda i giochi PSX, PS2 e PS3? Sembra che ci sia un brevetto depositato da Sony, ma ancora non si sa nulla in merito. Per gli accessori invece è stata confermata la compatibilità, specialmente per alcune periferiche come le cuffie per PS4 che potranno funzionare anche sulla nuova console. 

 

Remaster: ci risiamo?

A tal proposito è opportuno parlare dei remaster. Molti utenti infatti si sono trovati un po’ confusi dalla presenza di Spider-Man: Miles Morales su Playstation 5, quando anche la versione PS4 è compatibile con la nuova console. Ecco, anche qui Sony e Insomniac hanno fatto un po’ di confusione, dichiarando all’inizio che per PS5 sarebbe uscita solo l’espansione del titolo (che vede come protagonista il giovane Miles Morales), per poi cambiare rotta e confermare l’uscita del remaster di Spider-Man per PS5. 

E dunque, anche con la retrocompatibilità ci possiamo aspettare dei remaster dei titoli migliori per PS4, specialmente gli ultimi usciti. I più richiesti, oltre al suddetto The Last of Us: Parte 2, i fan vorrebbero vedere l’amatissimo Bloodborne di From Software su PS5 con i 60 fps che tanto meriterebbe. Allo stesso modo, ci si aspetta una versione PS5 del capolavoro God Of War e dell’ottimo Ghost of Tsushima. 

Uno dei più attesi resta Cyberpunk 2077 per PS5, un vero e proprio esempio di come non fare marketing e che sta costando (o è già costato) a CD Projekt RED il rispetto degli appassionati tanto faticosamente guadagnato. La versione PS4 del titolo è così ingiocabile a causa dei bug che Sony ha deciso di ritirarla dallo store e dal mercato per evitare di dover rimborsare le miriadi di giocatori infuriati dal rilascio alquanto deludente dell’attesissimo titolo. 

Ma perché comprare uno dei giochi Play 5, se già lo si ha nella propria collezione di giochi della Playstation 4? A quanto pare la politica di Sony sarà quella di far pagare una cifra minore per il remaster ai possessori della copia digitale o fisica del gioco originale per Playstation 4. I futuri remaster inoltre potranno portare delle notevoli migliorie grafiche, tra queste si vocifera l’applicazione del sistema di illuminazione dinamica Ray Tracing che dovrebbe portare la grafica i giochi al livello successivo. 

Playstation 5: l’introvabile

Al momento, in pochi sono riusciti a verificare l’effettiva retrocompatibilità di Playstation 5, perché la console è davvero difficile da trovare sul mercato, se non addirittura impossibile. Nonostante la pandemia e la difficoltà nel trovare i componenti per la produzione in massa della nuova console, Sony ha comunque deciso di metterla sul mercato con copie limitate. 

La possibilità di acquistare la console solo tramite i negozi online delle maggiori catene di distribuzione ha mandato in tilt le vendite: da una parte è stato un successo, dall’altra moltissimi utenti sono rimasti a bocca asciutta. Questo anche a causa dei cosiddetti ‘scalper’, dei ‘cyber bagarini’ che tramite l’uso di bot online riescono ad accaparrarsi intere scorte di Playstation 5, per poi rivenderle a prezzi esorbitanti.  E sebbene questa pratica possa risultare frustrante per chi vuole semplicemente acquistare una nuova console, viene comunque considerata legale in quanto gli scalper effettivamente comprano la Playstation 5 e quindi sono poi autorizzati a rivenderla. 

Al momento Sony ha dichiarato di avere difficoltà nel reperire dei semiconduttori indispensabili per la produzione in massa di Playstation 5, annunciando che molto probabilmente nel 2022 produrrà nuove console usando altri componenti più facili da trovare. Ci sarà quindi ancora da attendere prima di poter trovare gli scaffali dei negozi pieni di nuove console PS5. 

 

 

 

Vuoi saperne di più? Scrivici!

0 COMMENTI