Pro e contro delle varie console di gioco

Ultimo aggiornamento: 01.11.20

5

 

L’attuale generazione di console sta volgendo ormai al termine. Rivediamo insieme i punti di forza e le ombre che accompagnano i tre maggiori contendenti sul mercato.

 

La “console war” è un tema su cui si potrebbe dibattere a lungo, tanto da capire se vale veramente la pena parlare di scontro e sfida tra filosofie spesso molto distanti tra loro. In questa breve disamina cerchiamo di fare il punto alla luce del tempo trascorso rispetto al lancio e ai cambiamenti che hanno subito prodotti del genere nel corso del tempo.

 

Nintendo Switch

Rispetto agli altri due contendenti in campo, la casa do Kyoto ha seguito un suo percorso, puntando su una console che ha visto la luce ben quattro anni dopo PS4 e Xbox One. 

Una potenza di calcolo che non si avvicina ai due contendenti ma che risponde a una filosofia quasi antitetica. Nintendo Switch è infatti una console ibrida, dove con questo aggettivo si intende una doppia modalità con cui l’utente può sperimentare e provare i diversi titoli a marchio Nintendo o di terze parti. 

Ed è proprio qui che a nostro modo di vedere risiede il suo più grande punto di forza. Nulla al momento offre infatti la piacevolezza della portabilità come la console Nintendo. In un attimo si attiva la modalità handheld, con tutta una serie di comandi semplici da utilizzare e uno schermo ampio e luminoso che restituisce con un buon livello di dettaglio le meraviglie progettate dai diversi studi di programmazione. 

Nintendo è questo: una via differente e a suo modo unica, che coinvolge non solo la tipologia e l’atmosfera di certi titoli, ma anche  la maniera in cui possono venir consumati e giocati. Un gioco come Zelda: Breath of the Wild non è solamente uno dei migliori giochi per Nintendo Switch, quanto piuttosto una delle produzioni più interessanti di questa generazione. 

Nel 2019 alla console classica si va poi ad affiancare la versione chiamata Nintendo Switch Lite. Si tratta dell’edizione portatile, priva del dock station fissa con cui poter giocare su grande schermo al catalogo dei giochi. 

Il lato negativo? Forse un’autonomia della batteria che agli inizi andava migliorata e su cui Nintendo negli ultimi anni è finalmente intervenuta re e una certa perplessità per quel che riguarda la resa e tenuta dei joy-con.

 

Playstation 4

Con la sua quarta incarnazione, la console Sony ha segnato un picco di vendite che ha toccato quota cento milioni di unità vendute nel globo, con la console ibrida Nintendo a tallonare con sessanta milioni di esemplari e Microsoft con i suoi quaranta milioni di copie a chiudere l’elenco fatto di numeri. 

Già al momento della sua uscita, in quel lontano 2013, PS4 ha confermato l’importanza delle esclusive, con un parco titoli che comprendeva delle gemme oscure come Bloodborne, oppure titoli dedicati ai supereroi come Spider-man o il secondo capitolo della serie The Last of Us. Nel tempo poi, alla versione base si è aggiunta anche la PS4 Pro, dotata di un design più accattivante e di una maggiore potenza di calcolo. In questo modo si è andata differenziando l’utenza, garantendo prestazioni dignitose anche su modello base, pena un certo sforzo della ventola di raffreddamento. 

Si tratta di una politica che sembra aver aperto il campo a ciò che si vedrà anche in futuro, con versioni base e altre tipologie potenziate così da sfruttare appieno effetti e scalabilità degli attuali televisori in circolazione. Oltre a un parco titoli diversificato e vincente dal punto di vista delle esclusive, la console Sony ha fatto tesoro degli studi, capaci di spremere anche negli ultimi mesi, la console e la resa visiva di certi titoli dritta verso quella che sarà la prossima generazione.

Sony ha il gran merito di aver lanciato poi anche la periferica VR, a un costo concorrenziale rispetto ai competitor su PC e con risultati positivi dal punto di vista dell’avvicinamento a questa tecnologia. Il lato negativo di questa console? Forse non aver puntato e scommesso di più sul servizio online, che è diventato il vero predominio e il punto di forza maggiore della prossima console che andremo a trattare tra qualche riga. 

Xbox One

Uscita nello stesso anno della console Sony, la proposta Xbox One ha faticato nei primi tempi a raccogliere utenti e a convincere gli appassionati della validità dell’offerta. Come configurazione hardware il modello base ha giocato le stesse carte della rivale Sony, per poi andare a diversificare nel corso degli anni l’offerta. 

Il primo passo è stato quello legato al lancio della versione S, dal design più compatto e meglio ottimizzata dal punto di vista hardware. Questa console ha visto anche una sua versione chiamata All Digital, ovvero priva del lettore blu-ray presente in tutti gli altri modelli. L’utente che volesse giocare e visionare contenuti multimediali, deve passare per le versioni digitali di entrambi gli elementi. 

Nel 2017 c’è stato poi il lancio del modello più potente, quella Xbox One X che al momento rappresenta la versione migliore in quanto a requisiti delle console di questa generazione che sta volgendo al termine.

Sul fronte delle esclusive, oltre al franchise di Halo e Gears of Wars, capaci di trascinare e spingere la fan base all’acquisto, la console Microsoft ha saputo puntare molto sugli abbonamenti e la retrocompatibilità. Il servizio attuale, chiamato Game Pass consente di giocare a un gran numero di giochi tripla A semplicemente pagando una sottoscrizione di circa dieci euro al mese. 

Una volta sottoscritto l’abbonamento, i giocatori possono scaricare quanti titoli vogliono tra quelli presenti nel catalogo, con la versione Game Pass Ultimate che consente di giocare agli stessi titoli anche su Pc, fermo restando i requisiti hardware del proprio computer.

La formula degli abbonamenti e il ricco catalogo hanno convinto nel tempo sempre più utenti, rappresentando il vero punto di forza che negli anni ha ripagato Microsoft degli investimenti, in particolare la creazione di un ambiente che va oltre la semplice console ma si allarga anche al mondo PC è parte di questa strategia vincente.

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments