The Last of Us – Recensione

Ultimo aggiornamento: 19.01.21

 

Principale vantaggio

The Last of Us ha rivoluzionato la narrativa nei giochi tripla A, grazie ad una storia post-apocalittica intrisa di grande realismo nelle relazioni tra personaggi e nella loro psicologia. Sono la sceneggiatura e la narrazione il suo punto di forza, sorrette da un doppiaggio ottimo e da una cura dei dettagli maniacale, tipica di Naughty Dog. Un titolo fondamentale, da giocare tutto d’un fiato per godersi una delle storie più belle della storia dei videogiochi. 

 

Principale svantaggio

I contenuti del gioco potrebbero infastidirvi se siete particolarmente sensibili. Il mondo post-apocalittico di The Last of Us è molto realistico, i personaggi subiscono e arrecano violenze fisiche e psicologiche, spesso messe in scena in cutscene dettagliate. Di sicuro non un gioco da regalare a un minore, per il quale è meglio puntare su titoli più leggeri, magari sugli Uncharted della stessa Naughty Dog. 

 

Verdetto: 9.8/10

The Last of Us non è un gioco per tutti, in quanto bisogna avere un po’ di stomaco per affrontare il violento road trip di Joel ed Ellie. Si viene premiati però con una narrazione eccellente e un gameplay divertente dove affronterete esseri umani ed infetti in scontri all’ultimo sangue. Ottima la parte grafica che spinge la PS3 oltre i suoi limiti, rendendo anche le ambientazioni apocalittiche un vero spettacolo per gli occhi. Il nostro verdetto quindi è davvero positivo, un gioco consigliato a tutti i possessori della console Sony, da prendere magari in vista del passaggio alla PS4 o alla nuovissima PS5 dove sarà possibile giocare anche il secondo episodio. 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

DESCRIZIONE CARATTERISTICHE PRINCIPALI

 

Road Trip apocalittico

Ispirato a The Road di Cormac McCarthy, The Last of Us vi porterà in un viaggio attraverso gli Stati Uniti devastati dall’epidemia del Cordyceps. Nei panni di un uomo dalla moralità ambigua di nome Joel dovrete scortare una ragazzina immune alla piaga e proteggerla da tutti i pericoli di un mondo spietato dove ormai vige la legge del più forte. 

Senza spoiler, possiamo dirvi che ogni situazione del gioco per PS3 viene narrata in maniera superlativa, grazie a dialoghi e interazioni tra i personaggi davvero ben scritte. Nulla è scontato in The Last of Us, quindi dovrete aspettarvi davvero di tutto, un gioco in grado di far provare al giocatore tantissime emozioni, passando da momenti di grande tristezza e calore umano alla violenza più estrema. Un’esperienza unica nel mondo dei videogame tripla A, forse sorpassata solo dal suo seguito uscito recentemente per PS4. 

Tattica e sopravvivenza

È possibile considerare The Last of Us un ‘survival horror’ nello stile di Resident Evil 4, il gioco al quale Naughty Dog si è largamente ispirata per il gameplay. La visuale in terza persona ci permette di avere un buon controllo su ciò che succede nei dintorni, inoltre potrete sfruttare le varie coperture negli scontri a fuoco contro gli altri esseri umani. 

Le munizioni però saranno limitate, quindi dovrete ricorrere all’astuzia, magari attaccando un nemico alle spalle o usare l’intuitivo sistema di ‘crafting’ per poter allestire al volo bombe incendiarie o rendere le vostre armi più letali. Il combattimento si alterna tra la furtività, le sparatorie e il corpo a corpo, il tutto avviene con grande fluidità grazie ad un’ottima gestione dell’intelligenza artificiale da parte di Naughty Dog e ai comandi responsivi. 

Diverse sono le sezioni contro gli infetti del Cordyceps, il fungo parassita che ha causato l’apocalisse impossessandosi degli umani e rendendoli dei mostri rabbiosi. In queste situazioni dovrete ricorrere alla furtività, in quanto alcuni infetti sono in grado di uccidervi con un solo colpo. 

 

Una fine del mondo spettacolare

I videogiochi post-apocalittici solitamente ci portano in scenari desolati, caratterizzati da deserti post nucleari e da luoghi polverosi. Per The Last of Us invece i Naughty Dog hanno studiato e creato uno scenario completamente riconquistato dalla natura, dove la vegetazione cresce rigogliosa nelle vecchie città dell’uomo, completamente abbandonate. 

Nonostante il realismo delle ambientazioni, rimarrete stupiti dalla cura di ogni dettaglio. Anche i personaggi e i nemici sono stati creati con grande dettaglio per le espressioni facciali e per il design generale del loro aspetto. Alla parte grafica si aggiunge un sonoro di altissimo livello, dove spesso la colonna sonora si silenzia per lasciare spazio ai suoni ambientali, cosa che rende l’atmosfera ancora più coinvolgente durante i combattimenti e l’esplorazione. Notevole anche la cura per il doppiaggio, ottimo sia in italiano sia in lingua originale. 

 

Clicca qui per vedere il prezzo

 

 

 

Sottoscrivere
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments